Archivio per la categoria ‘Amministrazione comune’

Cronache del Municipio di Buccinasco (che non funziona)

Quanto segue è un articolo, una riflessione di un cittadino di Buccinasco che descrive dell’illuminazione pubblica, questione di cui ha competenza e fors’anche per questo ha cura della materia. Il contenuto, semplice, piano e di facile comprensione, è davvero efficace. Per questo Buccinasco Città Ideale lo propone ai lettori.

RITORNANDO SULL’ARGOMENTO “ILLUMINAZIONE PUBBLICA”

- 3 PUNTATA

Primo appuntamento : la Commissione Lavori Pubblici (05/12/2017) a cui partecipiamo al fine di comunicare le nostre perplessità determinate dalla lettura del materiale esposto sul sito del Comune. Non otteniamo una risposta esauriente in quanto i tecnici presenti non sono in grado di valutare quanto da noi esposto, o così almeno sembra. Ci lasciamo con l’idea di fare presentare una interrogazione in Consiglio in modo tale che vi siano delle risposte esaurienti. Intanto “scendiamo in strada” e iniziamo noi a controllare.

Rileviamo subito delle anomalie. Ci concentriamo su due vie in particolare, Via Romagna e Via degli Alpini dove, a vista, riteniamo che la mera sostituzione delle lampade non porti al risultato sperato. Analizziamo per prima cosa il materiale disponibile sul sito e notiamo delle mancanze. L’assenza di alcune “piante” (allegato 4.1 e allegato 4.4) come anche il fatto che non vengano fornite in modo esauriente delle info precise sulle tipologie delle lampade che si vanno ad installare.
In Via degli Alpini, nel primo tratto compreso tra via Garibaldi e Via della Costituzione rileviamo un numero diverso di pali reali rispetto a quanto inserito sulle planimetrie. Rileviamo poi che l’altezza dei pali misurata si discosta da quella effettiva (su pianta vengono evidenziati 8 m e in realtà i pali sono alti 12 m). Non ci fermiamo ed eseguiamo una rilevazione della luminosità. I conti insomma non tornano
Interveniamo su Via Romagna ed effettuiamo anche in quel caso la rilevazione dei dati di altezza dei pali, distanza tra di essi e illuminamento. Anche in questo caso riscontriamo anomalie.
Accade poi che in Via Salieri, a distanza di un solo giorno dall’attivazione delle nuove lampade, la via rimane completamente al buio. Come sempre viene aperto un guasto verso la nuova società e mi avviso via PEC il Comune.
Intervengono e sostituiscono nuovamente tutte le lampade con quelle vecchie. Domanda. Chi credete che abbia pagato come intervento aggiuntivo questo intervento ? Una precisazione doverosa. Il Comune è sempre stato informato puntualmente di quanto accadeva sul territorio in quanto ad ogni apertura di un guasto, seguiva una PEC (Posta certificata).
Comunque prepariamo un’interrogazione che viene portata in consiglio il 21 febbraio 2018 assieme ad una sintesi dei dati che abbiamo rilevato. All’interrogazione, ove non viene citato nessun dato tecnico che abbiamo fornito, viene risposto che esistono delle regole Regionali a cui il Comune si è attenuto. Nessuno controbatte anzi la risposta viene ritenuta esauriente. E ci chiediamo perché visto che i dati rilevati dimostrano qualcosa di diverso. Alla prossima….. (Riccardo Galli – 24 Marzo 2019 Facebook)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

L’elenco piano di come funziona il municipio ha carattere esemplare. Sono dati di un anno addietro: tocchiamo ferro e speriamo che non proprio tutto sia così mal messo e mal gestito, ma questa descrizione ha del drammatico. Stiamo parlando di un appalto di nove anni dal costo complessivo enorme.  Sembra che non esista una catalogazione esatta dei pali della luce; che non ci sia l’indicazione, la caratteristica del corpo illuminante installato.

Chi amministra risponde a un’interrogazione senza indicare i dati richiesti; senza dare una spiegazione delle incongruità rilevate. Semplicemente si afferma che tutto è stato fatto secondo le leggi. La risposta al Cittadino, ai fatti rilevati, è infelice e ben poco credibile. Alle mancanze evidenti (perfino il n. dei pali,  la loro altezza, ecc) si risponde con la legge (che non c’entra proprio nulla).

I Consiglieri: di maggioranza o minoranza, non conta. Non sono messi nella condizione di comprendere la situazione. Alla fine, forse anche data l’ora, non chiedono spiegazioni e si giudica la risposta esauriente (?). Esistono anche carenze personali, ma la responsabilità primaria e sostanziale è tutta dei nostri amministratori (reduci da una riorganizzazione del personale ripetuta almeno 4 volte in cinque anni!). Un poco d’amor proprio dovrebbe portarli a nascondersi.

Tag:

Nessun Commento


Il futuro di Buccinasco nelle risposte della maggioranza

Sorprende per la sua linearità civica, questo commento di un Assessore della maggioranza. Salvo errore è la prima olta che capita, dopo due anni dalle elezioni. Non esiste solo Pruiti, o le truppe dei Consiglieri corifei del sindaco. Ciò detto, sul  contenuto:  ha un vago sapore burocratico, che puntualizza sui termini e non risponde alla sostanza dell’articolo (VEDI). facciamo qualche esempio:

Nell’ipotesi che tutto il costruito sia residenziale, un più 15% rispetto all’oggi porta a + 4.600 residenti (un calcolo potenziale, che serve a rendere l’idea), l’assessore fa la stima di 1500…quindi… Ci dice ora che vi sono 20 aree mappate nelle quali costruire, che però non si rilevano nell’allegato alla delibera. Circa le certificazioni, che l’Assessore chiama controlli, siamo al festival della carta e delle firme. I controlli sono altra cosa, la verifica reale va fatta nel tempo e deve prevedere la retrocessione ove nel tempo si manifesti la non pertinenza delle opere (che non c’è!).

Leggi il resto di questo articolo »

6 Commenti


Buccinasco: manca un progetto urbanistico; la maggioranza fa ipotesi pasticciate

Abbiamo a Buccinasco una diffusa sensibilità sul verde pubblico, sul principio di non consumazione di nuovo suolo. Insomma a Buccinasco realizzare costruzioni ulteriori rispetto alle esistenti non dovrebbe essere praticabile, almeno in modo agevole, facile. Il senso comune diffuso dei Cittadini sarebbe contrario.

Questa Giunta, questo sindaco, questa maggioranza ha da sempre sostenuto principi “contrari al mattone”, accusando per tutta la campagna elettorale gli altri partiti e coalizioni, soprattutto incolpando BucciRinasco di rappresentare “il partito del mattone”.  Una frottola elettorale, mentre le iniziative che stanno promuovendo vanno in contro tendenza: facendolo malissimo.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


Sistema romano: è connaturato alla gestione pubblica, non solo a Roma

La vicenda che coinvolge il presidente dl Consiglio Comunale di Roma non è tragica. Si limita a fotografare un sistema romano che, promosso nella Roma da 150 anni capitale, ha avuto modo, generazione dopo generazione, di coltivare e far prosperare una classe collaterale alla politica ma formalmente “privata”, fatta d’imprese.

Già dallo scandalo della Banca Romana (Crispi e Giolitti a fine Ottocento), si manifestò l’esistenza di una “coppa olio motore” contenente tutto l’olio necessario a far muovere gli ingranaggi perché l’albero motore scorresse senza incepparti, con il minimo di rumore e visibilità. Vediamo di descrivere per grandi linee la sostanza di questo sistema romano (che solo romano non è ma qui è organico).

Leggi il resto di questo articolo »

3 Commenti


Democrazia del terzo millennio, partitocrazia e social web: novità e problemi

I lettori ricorderanno le primavere dei gelsomini nei paesi arabi e Nord africani. Una richiesta di partecipazione, democrazia e apertura che dal 2010 (suicidio di un dimostrante a Tunisi, che si è dato fuoco), durata per due tre anni. Tutte “democrazie” arabe di tipo presidenziale, non proprio rispondenti alla democrazia intesa in senso occidentale.

Un sintomo serio, comunque, di uno stato di crisi della democrazia delegata, emerso qualche anno prima rispetto ai paesi occidentali, che man mano stanno venendo fuori. Anche da noi. Questioni globali: la globalizzazione con i problemi che si sta portando dietro; la fine della società affluente dalla crescita economica continua durata un secolo.

Leggi il resto di questo articolo »

4 Commenti


Sindaco divisivo e aggressivo. Poi se deve correggersi ….

Uno schema già altre volte ripetuto, qui nel blog ne siamo custodi storici. Chi la pensa diversamente, chi propone cose diverse, chi pone questioni critiche sulle decisioni dell’amministrazione, deve essere dannato. Comportamento medievale: fossero ancora in uso gli auto da fé, insieme a molti altri, ne saremmo già da tempo vittime. Ma illustriamo lo schema che distingue questa amministrazione ma anche quella precedente di Maiorano.

Il sindaco infatti non è proprio l’unico, anche se certamente è il più convinto assertore della concezione divisiva, della spaccatura che deve essere il file rouge che caratterizza la gestione.  I punti fermi della gestione li andiamo a descrivere, cominciando dall’origine.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Corsico non è Buccinasco; qui il PD si coalizza per … proporre spese “sociali e culturali”

Siamo informati da pocketnews (VEDI) di una questione che non riguarda Buccinasco ma la vicina Corsico che, a differenza del Municipio di via Roma, è retta da una Giunta di centro destra, con sindaco Filippo Errante, presentatosi con una propria lista. Non staremo a ripete quanto l’articolo già bene chiarisce. Quanto bruci al PD che Corsico lo abbia messo in minoranza, all’opposizione è evidente.

Ci viene alla mente la farsesca vicenda della “sagra dello stocco”: una festa di paese per far conoscere un piatto calabrese che riguarda il baccalà. Il sindaco convocato in questura o in prefettura, soggetto a un’interrogazione da parte della commissione antimafia in trasferta a Milano, manifestazioni “antimafia” con fiaccolata, ecc. il senso del ridicolo capita spesso di essere superato da intenzioni strumentali.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Rifiuti o Servizi di Igiene Urbana? Paghiamo noi ma il sindaco dice che riduce la tassa (1,5%)

Partiamo da ciò di cui stiamo parlando. La TARI (tassa rifiuti) viene emessa per coprire i costi della gestione rifiuti, che comprendono: 1) l’appalto rifiuti (AMSA),  2) l’appalto piattaforma ecologica (coop  Spazio Aperto); 3) pulizia strade, marciapiedi e quanto annesso (cestini rifiuti, trattamento diserbante su bordi di strade e marciapiedi, ecc.). Vi sono poi altri costi legati a trasporti rifiuti fuori convenzione e altro ancora.

Tutti questi costi la nostra amministrazione li affronta ripartendo l’onere fra i Cittadini secondo criteri di legge, in funzione di metrature occupate, attività, agevolazioni ecc. . Se il nostro municipio fosse attrezzato (come non pochi altri comuni in Italia), per gestire in proprio i rifiuti e il loro riciclo, introitando quanto deriva dalla raccolta differenziata, la TARI potrebbe arrivare a un costo molto ridotto: fino allo zero!

Leggi il resto di questo articolo »

4 Commenti


Quand le bàtiment va, tout va. Infatti: a Buccinasco siamo fermi

Una frase di metà Ottocento di un costruttore francese; divenuta mondiale e tuttora considerata attendibile (anche se meno automatica). Significa che quando le costruzioni tirano, tutta l’economia viene dietro. Le costruzioni muovono un po’ tutti i settori manifatturieri, fra questi attività a intenso assorbimento di occupazione, anche a livello alto, come architetti, ingegneri civili e progettisti.

Il settore edile sta attraversando un cambiamento poco visibile ma importante, che riguarda le modalità di costruzione delle diverse componenti, alla ricerca della maggiore qualità in coibentazione e durata, integrazione e standardizzazione di locali di servizio (cucina e bagni); impiantistica energetica e relativi apparati; autoproduzione solare, e molto altro.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


SINTI: Sindaco e amministrazione cambiano registro: la Convenzione non è più l’argomento?

Il sindaco si ripete alzando i toni; evidentemente non ha funzionato quel cercare di spiegare in modo diverso ciò che è scritto nella Convenzione approvata.  Coinvolge M5S: colpevole di rendere nota la Convenzione. Si deve esser reso conto dei deboli argomenti;  ecco che  per giustificare la scelta di questa Convenzione  estrae argomenti strani: interpreta a suo modo il programma elettorale di BucciRinasco e accusa le minoranze….

“…DI GIOCARE SULLA PELLE DEI NOSTRI CONCITTADINI PIÙ DEBOLI E DISPERATI, FREGANDOSENE DELLE CONSEGUENZE”

Un semplice notabene: mai questa amministrazione, neppure la precedente, ha messo sul tavolo quanto è costato alla cittadinanza l’insieme delle “agevolazioni” e altre regalie erogate ai nostri “concittadini deboli e disperati”.

Dopo questi impieghi delle nostre tasse sono ancora adesso deboli è disperati? Per causa di chi? Chi li mette in queste condizioni?
a)    Le minoranze che sostengono una parità di trattamento come unica via d’uscita, senza penalizzazioni o favori?
b)     Oppure queste amministrazioni che da anni continuano a impiegare le nostre tasse per sostenerli, senza avere risultati?  L’amministrazione che adesso mette in gioco altri 700mila euro in nove anni?

Non c’è altro da dire riguardo al concreto; solo prendere atto dell’evidente imbarazzo che emerge da questo tipo di uscite Altro invece sarebbe da disquisire su clausole e condizioni previste da questa Convenzione approvata, nella quale la Coop Spazio Aperto, che già da anni ha consistenti appalti di servizio si vede prescelta, senza gara. Si trova assegnato l’ulteriore servizio a lunga scadenza.

Nessun Commento


La Convenzione sui sinti è un FALSO! Lo affermano esponenti della maggioranza: la rifacciano

Questa amministrazione ha combinato una convenzione che definire pasticciata è poco.  Ci siamo limitati a render noto il documento ufficiale della Convenzione (VEDI), riportando parola per parola, cifra per cifra, il suo contenuto sta creando evidente imbarazzo in casa loro, sorrisi amari e disistima da parte dei Cittadini.

Nessuna precisazione formale, del responsabile o della amministrazione. Nessun comunicato. Devono aver deciso che qualche spiegazione si doveva  darla e allora… stanno usando social network,  esponenti diversi (Presidente del Consiglio, un Consigliere) e altri notoriamente della squadra, per propalare denigrazione, parlando di falsi. Riteniamo che questi FALSI che smentiscono la Convenzione, meritino di essere conosciuti e a nostra volta li pubblichiamo (in corsivo le giustificazioni e accuse).

LA MAGGIORANZA ACCUSA DI FALSO CITTA’ IDEALE E BUCCIRINASCO

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Il centro sportivo Scirea, il Palazzetto dello Sport: una risorsa o un debito?

Non stiamo parlando di infrastrutture continentali, ma di Buccinasco, è ovvio. Non  miliardate a decine, ma di quattro milioni come ci illustra il progetto di fattibilità tecnica e economica del Palazzetto dello Sport approvato, con un allegato pdf di 126 pagine. Parliamo della fattibilità tecnica… per quanto ci capiamo.

La prima pagina dell’allegato riusciamo a vederla parzialmente è ci sorprende per la figura in verde che delimita  il complesso: tutte le strutture sportive, con le relative coperture quanto previste, si trovano entro il PASM (Parco Agricolo Sud Milano). Avranno ottenuto l’approvazione oppure saranno certi di averla. Il perimetro del PASM ha un margine in nero così definito: Adeguamento al piano territoriale del parco agricolo Sud Milano, ecco cosa ne dice la relazione (segue la motivazione):

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Sinti: quanto costano ai Cittadini di Buccinasco? uno sproposito!

Documento  tanto straordinario che merita la integrale lettura delle burocratiche 14 pagine entro cui sono immersi elementi e numeri che davvero sono incredibili. Li descriveremo per gli aspetti principali, cominciando da un principio di fondo, ponendo ai nostri amministratori la questione, che dovrebbe essere ovvia:

Sant’Ambrogio è festa a Milano ma non a Buccinasco. Il Municipio è aperto ed efficiente, tanto che il 7 Dicembre  l’ufficio Socio Assistenziale, con determina 824, approva unaa bozza di convenzione a favore dei sinti perché siano inclusi nell’attività lavorativa, con un contratto della durata di nove anni con la denominazione “Bella Bucci  tu fai la differenza” (VEDI) la convenzione.

I CITTADINI DI BUCCINASCO SONO EGUALI E MERITANO CONDIZIONI DI PARITA’
IL DIRITTO AL LAVORO È DIRITTO DI TUTTI
A PARITÀ DI CONDIZIONI

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Una denuncia per diffamazione riguarda Città Ideale: diamo la notizia

Il sindaco di Buccinasco ha ritenuto di poter rendere pubblica una sentenza di primo grado in sede penale, quindi ancora in corso di iter processuale e prima delle motivazioni del giudice, della quale non  dovrebbe aver motivo di gloriarsi. In questo primo e unico caso su decine di denunce archiviate, il giudice ha ritenuto  responsabile di diffamazione Città Ideale, nella mia persona.

Non sempre in tribunale si riesce a dimostrare in modo convincente le proprie ragioni, che anche in questo caso riteniamo di avere.  Confidiamo in un risultato diverso. Non ci è consentito esprimere qui le nostre considerazioni di dettaglio (a differenza del sindaco)  per ovvia riservatezza su un  rito tutt’altro che concluso, oltretutto mancando le motivazioni della sentenza, che deve attendersi tra novanta giorni.

Leggi il resto di questo articolo »

6 Commenti


Buccinasco: i dipendenti, le qualifiche, le responsabilità i danni che paghiamo

Esiste un ambito del sito di Buccinasco che si chiama Amministrazione Trasparente (VEDI), istituito per legge dall’allora Ministro Brunetta. Quanto sia aggiornato non è data sapere perché nei documenti esposti non è riportata la data dell’ultimo aggiornamento. Secondo il principio,  non scritto, che ferreamente tutela i P.A.: ciò che non è esplicitato dalla normativa non è dovuto. Fa niente che nel più semplice e piccolo degli artigiani, non esiste un documento che sia privo di data (se un documento è privo di data, secondo i codici è da considerare anche privo di efficacia).

Entro questo sito si può trovare il Costo del personale a tempo indeterminato (aggiornato al… 2013!). Si può trovare il titolo Retribuzione Annua Lorda del Segretario Comunale. Solo il titolo perché mancano gli allegati! Sono elencate otto Posizioni Organizzative (che vorrebbe dire responsabili di servizio); queste sarebbero aggiornate, compreso il Responsabile Lavori Pubblici: assunto dal Sindaco a termine, che a lui risponde. I dipendenti e l’assenteismo sono aggiornati fino a Settembre.

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento



SetPageWidth