Archivio per la categoria ‘Amministrazione comune’

Il cambiamento è fatica: la nuova vita viene da un parto

Se si torna all’epoca della Roma repubblicana , due secoli prima di Cesare, con la guerra di movimento dei Cartaginesi, i latini dovettero subire una serie clamorosa di sconfitte che attraversarono tutta l’Italia, per concludersi con una disfatta a Canne. Da lì il Senato (consesso composto dalle  gens, le famiglie storiche latine) ebbe l’umiltà di apprendere la lezione, rimodulare forma e strutture dello stato, dell’organizzazione militare, della selezione dei comandanti. Si rischiò il tracollo. Ma superato,  generò cinque secoli di invincibilità in tutto il mondo antico.

Buccinasco ha in essere un’evoluzione semplice, lineare per chi ci sta lavorando e la sta vivendo. La Comunità civile ancorata al Bene Comune che propone una ricombinazione nella quale tutti sono Cittadini, nessuno è escluso. Dopo decenni nei quali i partiti hanno vissuto  sulla divisione, giocando l’appartenenza di parte come lo scopo della scelta, arriva la proposta che pone in secondo piano le divisioni. Fatta sulle cose, sul programma, sullo sviluppo, sui risultati. Con chi ci sta, nessuno è fuori.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


PGT pre elettorale in Consiglio: la differenza fra il dire e il fare

Sempre nel Consiglio del 6 Marzo uno dei punti all’odg riguardava qualche modifica ma è stata l’occasione per il sindaco, anziché entrare nel merito, di descrivere in senso lato il PGT, di difendere il nulla fatto, di spiegare: un’analisi conclusiva del PGT approvato. Quindi, autogiustificante, argomentando scuse a difesa del suo mandato.

Tutti coloro che in Consiglio sono in seguito intervenuti, da questa impostazione sono partiti. In sostanza è stato un dibattito sul PGT: le cause del suo fallimento (parola del sindaco), come motivarle (da parte della maggioranza), quale invece doveva essere l’approccio (Iocca per Forza Italia). Si tratta di una trentina di pagine,  trascritte con i piedi, se ci è permesso (ma questa amministrazione non se ne accorge e finora lascia andare), al punto che il senso delle parole dette si fa fatica a comprenderlo (VEDI, lettura comunque  interessante).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


PGT, modifiche attuative e comunicazioni al Consiglio: non va bene

Questi pro tempore in uscita, ogni volta riescono a definire comportamenti improbabili.  Che ingenerano domande, cui non rispondono, che ingenerano perplessità. Cominciamo dalla descrizione che ne fa direttamente il sindaco, di una modalità di agire quando si è di fronte a modifiche urbanistiche. Lo prendiamo dal punto 2 del Consiglio ultimo del sei Marzo:

Comunicazioni del Sindaco  riguardanti “Piano di recupero immobile via Emilia 24 – angolo via resistenza” Ricorderete che queste sono materie non di competenza del Consiglio. Ricorderete tuttavia che questa maggioranza si è presa l’obbligo per sé di presentare comunque in Consiglio Comunale Piano Attuativo e Piano di Recupero, perché rientrano comunque nell’ambito della politica urbanistica.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

5 Commenti


I temi della Comunità e la propaganda elettorale

Città Ideale non conosce Giorgio Brunello, così come non conosce un altro Cittadino che si è sfogato su un gruppo di fb, anche lui demoralizzato e arrabbiato per il ping pong di accuse reciproche fra i candidati sindaci, impegnati a demonizzare l’avversario anziché proporre e parlare di un programma organico che riguardi Buccinasco. Una pantomima che, oltre la miseria implicita degli “argomenti”, ha stancato tutti, che è probabile sia tra i primi motivi che generano il non voto.

Quanto a Giorgio Brunello, che si autodefinisce simpatizzante di M5S e che ha sollevato il medesimo tema in modo argomentato e generale, quanto descrive e positivo, riflessione  coerente è la richiesta di cambiare registro e parlare davvero del far politica locale per la Comunità, per il Bene Comune. Si è assistito a una specie di ostracismo, che dispiace. Si è sentito solo, emarginato, entro il “suo” movimento.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Polemiche pre elettorali: la solita solfa. Vogliamo entrare nel concreto?

Il M5S ha codificato la sua proposta di candidatura a sindaco, con la relativa lista, Domenica scorsa. Domenica 12 si ufficializzerà attraverso il rito delle primarie la candidatura PD/sinistre nella persona di Arboit. Lo strumento più utilizzato sono i social network, che vengono bene per le sintesi a battute. Strumento che nel 2017 è molto più seguito rispetto a cinque anni addietro; sicuramente utile alla bisogna.

I social network però sono uno strumento, danno visibilità a chi si propone e a chi commenta; ai contenuti. I contenuti: qui cominciano i problemi, il limite che ancora oggi è palese nel comunicare dei social network. In genere si deve essere sintetici, diretti, arrivare al nocciolo in modo efficace. Non è facile; ci si deve applicare, impegnarsi; spesso manca tempo e l’abitudine di ridursi alla battuta superficiale, l’uso della denigrazione, il clima del sospetto verso l’avversario tende a prevalere.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Spese future: i pro tempore in uscita insistono

Il tema in questione riguarda il municipio. Più precisamente l’impianto di condizionamento e riscaldamento che, forse dall’origine ha avuto una realizzazione non completa per ragioni di budget, trasferita a esercizi futuri e mai portata a termine. Ciò a quanto ci è sembrato di cogliere  un annetto fa, da dichiarazioni tecniche in sede di commissione.

Un impianto incompleto, con un utilizzo probabilmente stressato, deve dar  luogo a sempre più frequenti interruzioni e interventi manutentivi, e spese conseguenti. Come sempre se si trascina negli anni un impiego non funzionale, con tamponamenti volti a dare continuità sufficiente. Succede poi che l’assenza sostanziale di una organica manutenzione ordinaria porta a interventi straordinari pesanti.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Pro tempore in uscita che si rimescolano (sviluppi da seguire)

Ciò che, si fa per dire, passerà alla storia come mandato Maiorano, si può dire archiviato: con gli ultimi contratti continuano a spendere, impegnando la futura amministrazione a subire scelte e costi da questa compagine decisi, relativi agli anni 2017, 2018, 2019. Non gli è bastato il consumo integrale delle nostre tasse senza nulla fare oltre l’ordinario (quello fatto, perché ce n’è parecchio rimasto indietro)…

Archiviato non solo il sindaco, che non si ripresenta (lui dice per ragioni d’età), ma anche l’intera compagine si sta archiviando. Si sta assistendo ad un sorta di “liberi tutti”, sciolti i legami e ciascuno se ne va per conto proprio. Questo aspetto ci sembra passato quasi sotto silenzio e crediamo sia bene renderne edotti i lettori, per una riflessione sulle ragioni e sul dopo.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

Nessun Commento


Le divisioni di parte sono nel nostro DNA: dobbiamo cambiare. Anche a Buccinasco

Sono ormai dieci giorni che impazza la scissione nel PD: fra il sorpreso e frastornato di tutti giornalisti, politici e Cittadini. Nulla è eterno e anche il percorso dell’ex Partito Comunista d’Italia fondato nel 1921, passato per successivi adeguamenti, per non morire, per adattarsi al mutare della realtà, sempre più divergente dall’ideale marxismo leninismo.

Adattarsi per finta, allo scopo di mantenere le cose come stanno: cambiare perché tutto resti come prima. E’ un percorso dei reggenti di tutti i tipi, praticato in Italia, mantenuto con una coerenza che potrebbe definirsi ferrea. La realtà, l’evolversi dei tempi si incarica poi di forzare cambiamenti fino allo strappo, a volte violento come una rivoluzione. Il PD sta arrivando a questa fase; forse non si dividerà adesso ma è questione di tempo. Non molto, il tempo che resta.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Spese fuori termine prive di motivazioni logiche: facciamo l’analisi?

Dobbiamo affrontare l’ennesima decisione di questi pro tempore in uscita che, a pochi mesi da fine mandato, stanno riempiendo di spese gli anni successivi al loro incarico. Circa la legittimità non ci pronunciamo e non ci interessa. Ammesso che sul piano normativo la fattispecie non sia contemplata, si tratta di azioni improprie: chi amministra non può decidere spese (e relativi contratti, appaltatori o esecutori). È cosa ingiusta e fa pensar male.

Quale motivazione può mai esserci che giustifica l’amministrazione uscente? L’urgenza, non c’è: si può prorogare, si può attendere, si può trovare una soluzione tampone. La volontà determinata di condizionare la gestione nuova che subentra, facendo trovare costi e procedure che è possibile non siano condivise? Un cattivo comportamento, costoso per la Comunità e il suo funzionamento.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Percorso elettorale: le scelte che i Cittadini hanno di fronte

Il rito delle elezioni e le caratteristiche del voto. Il voto per il comune mantiene la condizione del ballottaggio (quella che la corte costituzionale ha bocciato per la proposta nazionale del governo Renzi). Quella nazionale è un’altra storia, focalizziamoci su casa nostra e le prossime elezioni. Vi sono due problemi che complicano la scelta, che è bene chiarire (le approfondiremo).

Una è il voto disgiunto: votare su una lista e esprimere il voto a candidato sindaco di altra lista. I voti sono entrambi validi. Negli enti locali ha poco senso, perché non si tratta di scegliere un partito ma la lista che esprime il sindaco. Pare illogico votare per un sindaco e quindi per una lista che sostiene un altro candidato. Tuttavia si può fare.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Spese fuori controllo: continuano decisioni di spesa fuori mandato

Città Ideale sta diventando un disco che suona troppo spesso la medesima musica: le spese che questa giunta continui con decisioni di spesa che riguardano gli esercizi a venire, dopo il termine del mandato, si ripete e dobbiamo oggi descrivere una  nuova situazione appena decisa (determina di giunta n.51 pubbliata il 6 Febbraio).

Si tratta di 46 postazioni di lavoro informatiche che si è deciso di: fornitura, installazione e manutenzione hardware e software. Decisione d’oggi ma da spalmare gradualmente negli anni 2017, 2018, 2019. Unico fornitore di struttura, installazione, manutenzione nel periodo. Una scelta automatica tramite CONSIP (ente del Ministero dell’Economia per l’acquisto di sistemi informativi).

Leggi il resto di questo articolo »

1 Commento


Spese illogiche sul verde: il sindaco fa il burocrate raccontando favole

Ne abbiamo parlato noi di questa spesa ulteriore del verde, relativo a opere tutte previste nell’appalto: potature di alberi e sistemazione di alberi abbattuti da eventi naturali. Non faremo elenchi e non citeremo gli estremi del capitolato d’appalto che al riguardo sono chiarissimi. Su una spesa ulteriore di 140mila euro il Consigliere Domenico De Palo ha presentato un’interpellanza della quale pure abbiamo già parlato.

Pubblicata (nella serata tarda del 03 Febbraio) l’interpellanza in Albo Pretorio (non prima) unitamente alla risposta del sindaco con atto n. 7 delle Delibere di Consiglio; i lettori possono farsene la loro valutazione. Non facciamo polemiche sul contenuto, ma intendiamo affrontare il metodo sostanzialmente irritato, offensivo distorto; in una parola non democratico con cui il sindaco affronta questioni poste dai Cittadini e dai Consiglieri che li rappresentano.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

4 Commenti


Buccinasco la gestione fatta di spese a nostro danno: continua…

Bisogna che a chi amministra la nostra Comunità entri bene in testa che delle decisioni si deve prima di tutto rispondere agli azionisti, che sono i Cittadini. Tutti i Cittadini, di tutti i partiti. La lunga sequela di leggi e regolamenti richiamati, non salva dalla condanna civile chi, rispettando fino alla noia i commi e le normative pedantemente richiamate, agisce in modo incongruo riguardo all’utilità e al corretto impiego dei denari affidati.

Viene utile, per descrivere questo concetto, una recente delibera di spesa (determina 27 del 30 01 2017) relativa a smaltimento di materiale RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche e elettroniche). Nel caso in questione stampanti, PC e altro materiale elettronico non più utile. Affidato a una società parte di un gruppo specializzato (non è il caso di parlarne, anche se qualcosa da dire vi sarebbe), per 1.159 euro. Cifra non rilevante, ma perché spenderla se si può evitare?

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Personale in Municipio: le spiegazioni del sindaco a Città Ideale dimostrano incompetenza

La decisione di assumere 14 persone di cui Città Ideale ha dato conto il 30 Gennaio (VEDI), deve aver colpito nel segno, se il giorno successivo il sindaco si scomoda per descrivere la situazione secondo i suoi criteri, ma lo fa sul sito del PD (VEDI). Informazione destinata al proprio partito, non ai Cittadini, che evidentemente per lui non contano nulla.

La risposta fa uso del criterio attenuativo. Il problema non viene descritto nella sostanza posta da Città Ideale. È cosa assurda che l’amministrazione uscente scarichi sulla nuova amministrazione un costo di 14 dipendenti, assunti a fine mandato. Il problema è questo, e questo problema rimane. Anche dopo le spiegazioni del sindaco.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Assunzioni indeterminate a fine mandato: grave errore e costi salati

Il personale del nostro municipio nel bilancio preventivo ha superato il costo  di 4 milioni. Senza dar conto dell’insieme dei servizi che sono stati esternalizzati nel periodo e per ciò stesso posti al di fuori del costo del personale (la biblioteca, oggi gestita da una cooperativa; lo sportello lavoro, che prevede l’affido a un ente esterno; gli esempi non soli, ora sottomano).

Senza che in questo importo siano (come dovrebbe) considerati i compensi agli amministratori eletti (la Giunta). Oltre alle spese per “consulenze” esterne spesso motivate da insussistenza interna di competenze adeguate. Il lavoro non è fatto solo di dipendenti diretti ma di un insieme che comprende professionisti e tutti i servizi affidati all’esterno. Il bilancio questo valore di spesa non appare in  contesto omogeneo; diventa difficile parificarlo un anno con l’altro.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento



SetPageWidth