Archivio per la categoria ‘Amministrazione comune’

Biblioteca e le sue spese: quanto ci costa

La questione sta diventando un problema da approfondire. Da un lato i sistemi dei big data (insieme di dati che riguardano un tema specifico) consentirebbero l’abbattimento e la semplificazione di quella che una volta era la funzione perno della gestione di una biblioteca: archiviazione e schedatura. Viene alla mente il romanzo di Eco: Il nome della rosa, con la torre e leripartizioni dei diversi temi su ciascun reparto, a sua volta diviso per autori.

Oggi mantenere e gestire la schedatura, aggiornarla, è un gioco da ragazzi, così come la gestione dei prestiti. Un terminale e tutto è a posto. La possibilità di acquistare un libro richiesto da un Cittadino, può farsi sempre on line. La crescita lenta dei lettori ebook (leggibili anche su smartphone) prosegue e agevola fortemente la fruibilità.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Mandato Pruiti: comincia la gestione allegra? Presto per dirlo, ma…

Gestione allegra è locuzione che porta alla mente comportamenti spenderecci, senza troppo badare ai conti. Il termine usato nel titolo è un po’’ sopra le righe, quindi. Siamo ancora alle prime settimane di mandato, e tempo ce ne sarà per conferme o modifica nella valutazione. Una decisione di spesa, fra le prime del nostro sindaco riguarda l’incarico a una figura nuova, prima inesistente.

PORTAVOCE DEL SINDACO: questo è il termine. Figura che non risulterebbe avere precedenti a Buccinasco. Nella sostanza si tratta di una funzione per i rapporti di comunicazione verso i media; svolta fino a ieri con un addetto all’ufficio stampa. Qui si pone già un interrogativo.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

11 Commenti


Linee generali del programma: l’urbanistica

Questo aspetto è di gran lunga il più significativo del programma che il sindaco ha presentato: senza averne mai parlato neppure in campagna elettorale ci risulta, il sindaco dice che Buccinasco sta bene così com’è. Non si deve costruire in assoluto. La popolazione non deve aumentare: Introduce il parametro del saldo naturale (nati/morti). Buccinasco butta fuori, non vuole nuovi cittadini. Respinge la domanda di chi è intenzionato a venirci, a trasferirsi.

In modo deciso dice no alla ristrutturazione urbana: no al consumo di nuovo suolo diventa no al consumo di nuovi spazi. Significa che se sostituisci un capannone di cubatura 1000, non puoi costruirvi una villetta di 1200mc! Sono parole sue. (VEDERE pag. 3). Qui  trasuda odio per il fare impresa, penalizza tutta la città, tutti i Cittadini. Crediamo che così espresso vi siano perfino dubbi di legittimità e costituzionalità.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Cosa succede a Pruiti: dal PD di Milano arriva l’ordine e lui s’adegua? può essere

La vicenda dei migranti a Buccinasco: i 74 che forse possono essere 68 perché 6 li abbiamo già, presi in eredità da Maiorano. Quelli che Maiorano non ha firmato sotto elezioni ma che Pruiti appena eletto se ne esce con un articolo su ilgiorno, fotografato in piedi con dietro la bandiera, in cui, scrive il giornale:

“Pruiti … dichiarando di voler gestire i processi e non subirli ha confermato la sottoscrizione del protocollo”

Leggi il resto di questo articolo »

11 Commenti


Settantaquattro nuovi residenti a Buccinasco. Venuti in Italia con i gommoni

Il primo atto del nuovo sindaco è istruttivo del metodo. Il sindaco padrone decide lui, senza sentire il Consiglio, senza aprire un tavolo di discussione che coinvolga Cittadini e associazioni. Va in prefettura e firma l’accoglimento di 74 migranti a Buccinasco.  Si tratta del progetto ministeriale dal  quasi impronunciabile acronimo SPRAR (ne abbiamo parlato sotto elezioni: VEDI). Qui rimandiamo per i dettagli del problema.

Cominciamo col metodo: BucciRinasco ha sostenuto PRIMA delle elezioni e continua a sostenere adesso, che il sindaco non è un proconsole romano.  Le decisioni devono essere il risultato di una consultazione che riguarda la Comunità intera, a cominciare dai suoi rappresentanti: IL CONSIGLIO! Il luogo dove farle conoscere non è la pagina locale di un giornale dove si pubblica il già deciso. Questo è strapotere che di democratico ha ben poco, quasi nulla.

Leggi il resto di questo articolo »

7 Commenti


manolete rappresenta il pensiero del sindaco? continua a provocare…

Il sindaco che, forse profittando di un momento di defaillance del giornalista (non osiamo pensare che la polpetta fosse confezionata con la partecipazione attiva del medesimo), ha ottenuto una paginata del corriere ove ha raccontato ciò che già è risaputo e non ripeteremo.  La nostra lettera al direttore dell’edizione milanese, che puntualizza e invita a riflettere deve aver fatto colpo, non solo ai lettori (numerosissimi).

Il giornalista ha inoltrato una risposta imbarazzata (anche questa qui pubblicata) che allarga il terreno sui contenuti esplicativi della lettera anziché soffermarsi sul tema che la lettera a motivato:

……Se questo diventa l’argomento per nobilitarsi e gettare discredito sui competitor, la cosa non dovrebbe essere pacificamente pubblicata senza sentire l’altra campana. Si rischia di essere strumentalizzati. O no?

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

8 Commenti


Ci tocca: il giornalista risponde e noi pubblichiamo

Crediamo che sia evidente l’imbarazzo, del resto non poteva essere diversamente. Rifare la storia di Buccinasco ogni volta che viene chiamata Platì del Nord fa emergere Bucci+ e il processo Cerberus (che non ha ancora la sentenza definitiva, fermo a Milano dopo il secondo rinvio della Cassazione). Pubblichiamo ma non c’entra nulla con la faccenda che abbiamo posta: un’intervista ove la minoranza è accusata di raccogliere i voti della ‘ndrangheta.

Abbiamo posto il problema, concretissimo, di come agisce la ‘ndrangheta a Buccinasco e quali sono i temi su cui ci si deve impegnare. Abbiamo elencato la carenza, la disattenzione (chiamiamola così) verso corruzione, conflitto d’interessi e riciclaggio. questi i temi su cui agisce oggi la ‘ndrangheta. Ecco il perché, non di nome ma di obiettivo vero contro l’antistato, riguarda Buccinasco Piazza Affari della ‘ndrangheta al Nord. Lasciare il nome offensivo che riguarda la città intera non ci sta bene, lo rimandiamo ai mittenti.

Nei commenti, al primo posto riteniamo doveroso riportare la replica di Simone Bicocchi, chiamato in causa senza ragione (non si capisce a qual fine, se non creare una cortina di fumo).  Invitiamo a leggerlo, il commento. Vediamo riportate le solite apocalissi che rendono a Buccinasco immanente e pervasiva la ‘ndrangheta nella vita quotidiana, gonfiore che giustifica un tema politico che invece è organizzativo e di metodo, di perseveranza, di rettitudine nell’affrontare le questioni d’oggi riguardo al tema. Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

12 Commenti


Lettera aperta al Corriere della Sera edizione Milano

Egregio Direttore della redazione milanese. Inoltro a Lei questa, che non vuole essere una precisazione ma un contributo a comprendere Buccinasco, che il suo giornale, il giornalista cui è indirizzata la lettera per l’articolo apparso il 5 Luglio  a pagina 5 della Cronaca di Milano, a parere di chi scrive è per lo meno fuorviante. Titolo “Buccinasco è ancora la Platì del Nord. In giunta un’Assessore antimafia”.

Le virgolette del titolo starebbero a indicare che l’affermazione è del neo sindaco, non del giornale, ma l’effetto è il medesimo. Cercheremo l’analisi sulle cose, non la polemica.  Le “cose” però, i fatti, hanno peso. Sull’argomento in particolare. Nel caso specifico l’antimafia come bandiera politica è un’offesa per i 27mila Cittadini di Buccinasco (platì, è bene ricordarlo, ne ha 3.800).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

1 Commento


Buccinasco: Tutti hanno delle promesse da mantenere

Riceviamo le riflessioni da una giovane Cittadina di Buccinasco. Una fra le non molte che è andata a votare. Riguardo al disinteresse dei giovani dalle vicende locali, una riflessione merita d’esser fatta. Si tratta della generazione cancellata, dimenticata dal far politica di questi tempi, anche l’impegno civico locale ne subisce le conseguenze.

Responsabilità diverse, riconducibili al sistema con cui viene gestita la Comunità, a cominciare dalle scuole, ma anche da iniziative dei gestori verso i giovani che sono esclusivamente ludiche o quasi. Soprattutto manca formazione, conoscenza e partecipazione alle vita della Comunità. una delle conseguenze è il distacco, l’astensione, il non voto.  Sia benvenuta quindi questa articolata valutazione.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Sindaco o chi altri? È lui oppure si tratta d’alias?

In questo blog di commenti inviati con l’alias “manolete” ne abbiamo un centinaio almeno. Che questi, o i molti altri simili, siano verosimilmente attribuibili a Rino Pruiti i nostri lettori ne sono consci, anche coloro che non sono abituali. Così come è ormai storia la sua verve verbalmente aggressiva, spesso oltre il lecito, nel lessico come nelle offese, nel disprezzo gettato a piene mani, nell’attribuire intenti denigratori. Fa parte dello stile “manolete”.

È anche opinione comune l’utilizzo di numerosi altri alias (non stiamo qui a enumerarli) che il signor Rino Pruiti adotta per commentare (entusiasti) gli articoli del suo blog, oppure in altri. Alias per la più parte noti visto che si ripetono . Abbiamo già avuto modo di considerare di questi alias la simile se non identica metodica: questa visione della discussione politica fatta di accesa, si direbbe violenta, guerra a chi non approva e apprezza il suo “pensiero”.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Partitocrazia non è democrazia: le leggi non bastano

Una questione che si ripropone: ogni elezione da ormai quindici anni vede sul campo la partecipazione  e la valutazione di una nomina quando questa non vede esprimersi neppure la metà dei Cittadini. Il  mestiere del far politica ne fa polemica sterile, che non è di nessuna utilità. Molto raramente a nostro parere la questione viene affrontata nel merito;  senza polemiche ci proveremo.

Intanto la nomina del sindaco: è fuori discussione che la conta dei voti espressi non è contestabile, pienamente legittima. Il candidato più votato è eletto sindaco, punto e basta. Governerà per tutti i Cittadini, anche per coloro che non sono andati a votare, come per quelli che non lo hanno votato, preferendone l’altro.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Buccinasco: una svolta mancata. Adesso una pagina bianca

Il progetto di cambiamento, la proposta di voltare pagina non ha interessato i Cittadini di Buccinasco (nella loro maggioranza). Pruiti sindaco per una manciata di voti: si conferma la gestione uscente.  Determinanti le astensioni, il non voto, i Cittadini che sono rimasti a casa: complice una stagione torrida che si aggiunge a un periodo vacanziero delle famiglie,  ma questo è il dato. Bisogna prenderne atto.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


BucciRinasco e apparentamento: Caterina Romanello risponde a SIoNO

Ciò che segue è l’Intervista integrale su SIoNO Giornale dei Navigli. Il testo integrale lo si può leggere anche su (VEDI): L’analisi e le ragioni di una scelta Nicolò Licata Sindaco, espresse con l’ormai abituale chiarezza espositiva.

Come commenta il risultato delle elezioni dell’11 giugno? Una lista civica pura come BucciRinasco, alla prima esperienza politica che ottiene un consenso del 10.5% al primo turno, superando la lista civica del candidato sindaco del pd, doppiando la lista civica di estrema sinistra e andando a 6.5 punti da un partito come M5S, attivo sul territorio da 3 anni…direi che è un ottimo risultato. Siamo determinati ad attivare un’opera di riorganizzazione di tutta la macchina comunale, cominciando dalle questioni di più immediato interesse per i Cittadini.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Buccinasco e le cose da fare: pro memoria per il prossimo sindaco

Proviamo un elenco delle cose più immediate del nostro futuro sindaco, quello che uscirà domani dal ballottaggio. Ricordiamoci intanto di andare al voto: il nostro potere di scegliere chi riteniamo migliore per amministrare bene le nostre tasse  nei prossimi cinque anni: 135 milioni. Non è uno scherzo: se la scelta è quella giusta, tutta Buccinasco ne avrà ritorni positivi. Vuol dire migliori servizi, più cose, spendendo meno (con minori tasse). Cose che riguardano i nostri interessi, le nostre tasche…

Ci fa convincere a questo esercizio una scelta di oggi: l’appello di un Cittadino sul completamento di un centro di raccolta, cura e servizi diversi per animali di compagnia: il non ancora sindaco Licata si impegna per iscritto ad attivarsi per una soluzione in tempi brevi, con una risposta comunque chiara. Si percepisce subito la marcia diversa che intende dare alla gestione della  Comunità. Un reagire diretto e immediato.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Elezioni amministrative a Buccinasco: bufale invece di un progetto

L’amministrazione Maiorano, ci sta lasciando senza rimpianti e senza lode, per essere sostituita da chi Domenica verrà eletto. Abbiamo al confronto per il ballottaggio due candidati: il vicesindaco in uscita che ha tutti i meriti (pochi) e le responsabilità (quasi tutto) del mandato uscente.  Conferma al futuro  una gestione fotocopia di quella in uscita, con l’aggiunta di qualche invenzione dell’utimo minuto (il palazzetto dello sport).

L’alternativa è nella coalizione che indica sindaco Nicolò Licata, che si riconosce in un programma nato come reazione al nulla fatto e proposto da Pruiti che aspira a rimanervi. L’esigenza di reagire a una crisi individuando i possibili percorsi di uscita è divenuta la base di un programma di sviluppo, di una rinascita di Buccinasco.  Si potrà fare? in quanto tempo? È giusto cercare di uscire da dieci anni di deperimento o si deve continuare a accettare l’esistente?

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento



SetPageWidth