Archivio Autore

Gestione e decisioni di spesa: come è possibile migliorarle

Sindaco e esponenti della maggioranza si sono sprecati nel primo Consiglio in dichiarazioni di disponibilità e attenzione alle proposte che vengono dalle minoranze, dalle associazioni, dai Cittadini. Poi si sta andando avanti come prima, definendo gare e spese che vengono conosciute in modo già deciso e operativo, su cui non è più possibile alcuna  modalità d’intervento: un suggerimento, una proposta, un contenuto diverso, ecc.

L’unico modo con cui Cittadini e minoranze possono intervenire non può essere altro che l’analisi critica; se la decisione è ritenuta grave anche la protsta, oppure ci si può rivolgere al TAR. Non si può fare altro. Se poi le minoranze, le associazioni, i Cittadini, si permettono di esprimere e rendere pubbliche le critiche, ecco quale può essere la considerazione del sindaco:

“leggo con rammarico speculazioni politiche sul tema (74 migranti) da parte delle forze politiche di opposizione che non propongono soluzioni. Così non si fa certo il bene della città.” (Buccinasco Informazioni pag 7 n.5).

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Partiti e potere: Galli della Loggia questa volta non convince

Il professore di Bologna questa volta non ci convince. Il Corriere pubblica il suo fondo che esamina uno dei temi ricorrenti di questo blog: l’evanescenza dello Stato in Italia, il potere bloccato dai veti incrociati di coloro che il potere esercitano (VEDI).  Le riflessioni di Ernesto Galli della Loggia sono sempre stimolanti:

Perché da anni in Italia ogni tentativo di cambiare in meglio ha quasi sempre vita troppo breve o finisce in nulla? Perché ogni tentativo di rendere efficiente un settore dell’amministrazione, di assicurare servizi pubblici migliori, una giustizia più spedita, un Fisco meno complicato, una sanità più veloce ed economica, di rendere la vita quotidiana di tutti più sicura, più semplice, più umana, perché ognuna di queste cose in Italia si rivela da anni un’impresa destinata nove volte su dieci ad arenarsi o a fallire? Perché da anni in questo Paese la politica e lo Stato sembrano esistere sempre meno per il bene e l’utile collettivi? La risposta è innanzi tutto una: perché in Italia non esiste più il Potere.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Pubblica Amministrazione italiana: ci distinguiamo nel mondo

Ilsole24ore pubblica una rubrica giornaliera chiamata “infodata”, nella quale sono proposti numeri e comparazioni che spesso, molto più di tanti discorsi e osservazioni,  danno l’idea più convincente che viene dalle cifre.  Quasi sempre si scoprono aspetti interessanti, resi più chiari, di fenomeni complessi. Un aiuto a capire, spesso utile.

Ciò che questa volta ci colpisce è la comparazione dell’efficienza della burocrazia di un paese, messa a confronto con gli altri. L’Italia ha una P.A. considerata inefficiente e sovradimensionata: detto così è però un giudizio generale, un’impressione che somma il ripetersi di esperienze personali diffuse;  fatti, comportamenti che raccontano i media.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Biblioteca e le sue spese: quanto ci costa

La questione sta diventando un problema da approfondire. Da un lato i sistemi dei big data (insieme di dati che riguardano un tema specifico) consentirebbero l’abbattimento e la semplificazione di quella che una volta era la funzione perno della gestione di una biblioteca: archiviazione e schedatura. Viene alla mente il romanzo di Eco: Il nome della rosa, con la torre e leripartizioni dei diversi temi su ciascun reparto, a sua volta diviso per autori.

Oggi mantenere e gestire la schedatura, aggiornarla, è un gioco da ragazzi, così come la gestione dei prestiti. Un terminale e tutto è a posto. La possibilità di acquistare un libro richiesto da un Cittadino, può farsi sempre on line. La crescita lenta dei lettori ebook (leggibili anche su smartphone) prosegue e agevola fortemente la fruibilità.

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti


Mandato Pruiti: comincia la gestione allegra? Presto per dirlo, ma…

Gestione allegra è locuzione che porta alla mente comportamenti spenderecci, senza troppo badare ai conti. Il termine usato nel titolo è un po’’ sopra le righe, quindi. Siamo ancora alle prime settimane di mandato, e tempo ce ne sarà per conferme o modifica nella valutazione. Una decisione di spesa, fra le prime del nostro sindaco riguarda l’incarico a una figura nuova, prima inesistente.

PORTAVOCE DEL SINDACO: questo è il termine. Figura che non risulterebbe avere precedenti a Buccinasco. Nella sostanza si tratta di una funzione per i rapporti di comunicazione verso i media; svolta fino a ieri con un addetto all’ufficio stampa. Qui si pone già un interrogativo.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

11 Commenti


#25Xtutti: da proposta politica a soluzione che fa paura al sistema

La paura la fa ai partiti, al sistema romano il 25Xtutti. Naturale:  qualsiasi proposta deve passare per le segreterie dei partiti i quali ne fanno una valutazione in termini di convenienza. Quanto ci rimetto io, quanto i miei competitor, cosa succede e come posso praticare le leggi economiche per coltivare il mio consenso, i miei voti? Di ciò che è necessario per il Paese si interessano meno, oppure, come è d’uso dire: se ne fregano.

La proposta IBL presentata 20 giorni fa da Nicola Rossi su ilsole24ore, ha sviluppato un dibattito intenso fra economisti e sociologi. Su ilsole naturalmente, ma anche su IBL, su lavoce.info, su Corriere Economia (qualche contributo interessante). La proposta, che sintetizza uno slogan politico, non a caso se n’è appropriato Berlusconi, rispolverandolo, non è solo un taglio delle tasse. Soprattutto è un disboscamento di norme e regole del fisco, rendendo tutto più semplice.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

4 Commenti


Linee generali di programma: “Buccinasco contro le mafie”

Sul tema il sindaco si è sprecato: ha fatto della ‘ndrangheta il distinguo fra lui, la sua maggioranza (legalità e anti mafia) e il competitor con cui si è confrontato Nicolò Licata: si è affermato 49 a 51… una manciata di voti. Il tema che ha scelto per differenziarsi lo ha sparato in una paginata di intervista sul Corriere della Sera, qui fino troppo conosciuto per la sua parzialità. Il giornalista non ci ha fatto una bella figura. L’argomento quindi non poteva mancare nelle linee generali di programma: lo abbiamo letto con particolare attenzione e adesso ne parliamo.

Intanto il giornalista, l’autore del colpaccio (l’accusa a Licata e i suoi di aver ricevuto i voti della ‘ndrangheta”):  si è dilungato su una concezione attuale di Buccinasco Plati del Nord, senza scusarsi con gli accusati messi sul giornale con un’ombra così pesante senza la minima precisazione. Ha promesso che ne avrebbe discusso con noi. Lo abbiamo invitato qui, ma finora non si fa vivo.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

Nessun Commento


Prosegue la gestione simil stalinista a Buccinasco. adesso tocca agli orti

I comunisti (quelli di basso profilo che oggi sono la quasi totalità), che siano rivestiti in varie forme: da cattolici, ulivisti, querciaioli o di che altro arbusto verde, come l’attuale neosindaco, restano quelli che sono stati dalle origini. Il pensiero unico, presupposto della dittatura stalinista. Lo applicano tuttora in modo ferreo, senza se e senza ma: stai con me o sei contro di me. Soprattutto in casa propria.

Non esistono posizioni intermedie, non vi sono spazi per chi la pensa diversamente; basta   una volta e diventi  un nemico assoluto. Da allontanare alla prima occasione, da abbattere, da espellere. Magari con chi non è del PD si possono fare accordi, ma se sei un sottoposto oppure del PD o dell’area: un nemico da abbattere in modo clamoroso, che sia da esempio. Lezione stalinista esportata per ogni dove: se i comunisti comandano tutti devono sapere che uscire dal seminato merita il gulag.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag: ,

2 Commenti


Linee generali del programma di maggioranza: il trasporto pubblico

Il neo sindaco è direttamente responsabile, nella qualità di Vicesindaco e Assessore alla partita, della sottoscrizione di un contatto con ATM, predisposto dal Comune di Milano (che ha la delega degli incassi di ATM, perché ogni anno sborsa 160 milioni a ATM, al netto degli incassi). Contratto proposto da ATM nel 2010, non firmato da Cereda; non firmato dal Commissario Iacontini.

Lui lo firmò senza neppure ottenere un centesimo di ristorno: un contratto di sette anni, che prevede un pagamento annuo di 300mila euro. Oltre 2 milioni nel totale, perché ha saldato a occhi chiusi i “debiti pregressi”. Non contento per ottenere qualche altra corsa ha sborsato altri 100mila euro (l’anno).

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Linee generali del programma di maggioranza: i lavori pubblici

Esamineremo qualche punto topico di ciò che ha illustrato il neo sindaco sul suo programma. Diciamo subito che la valutazione fortemente negativa espressa dal Consigliere Iocca corrisponde nella sostanza al nostro pensiero, pur con qualche distinguo che potrebbe starci. La pubblicheremo anche quella, insieme a quella del sindaco, quando fra qualche giorno vi sarà la trascrizione.

La sostanza del programma in generale è: Buccinasco sta bene com’è. Non deve cambiare nulla, al massimo qualche costruzione per giovani in difficoltà. Di nuovo ci saranno 1.000 piante l’anno e un palazzetto dello sport. Se riuscirà a farlo e si proseguisse come ora, il palazzetto sarà destinato a deperire e finirà come tutte le opere pubbliche di nostra proprietà, a rifacimenti profondi e costosissimi. Cominciamo allora con i lavori pubblici (VEDI il testo integrale, a pagina 4)

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

2 Commenti


Linee generali del programma: l’urbanistica

Questo aspetto è di gran lunga il più significativo del programma che il sindaco ha presentato: senza averne mai parlato neppure in campagna elettorale ci risulta, il sindaco dice che Buccinasco sta bene così com’è. Non si deve costruire in assoluto. La popolazione non deve aumentare: Introduce il parametro del saldo naturale (nati/morti). Buccinasco butta fuori, non vuole nuovi cittadini. Respinge la domanda di chi è intenzionato a venirci, a trasferirsi.

In modo deciso dice no alla ristrutturazione urbana: no al consumo di nuovo suolo diventa no al consumo di nuovi spazi. Significa che se sostituisci un capannone di cubatura 1000, non puoi costruirvi una villetta di 1200mc! Sono parole sue. (VEDERE pag. 3). Qui  trasuda odio per il fare impresa, penalizza tutta la città, tutti i Cittadini. Crediamo che così espresso vi siano perfino dubbi di legittimità e costituzionalità.

Leggi il resto di questo articolo »

Nessun Commento


Debito pubblico Italia: ne parla Corriere Economia e sono dolori

Corriere Economia è una sorta di settimanale che esce il Lunedì come allegato, ma ha vita propria e sta assumendo peso entro le pubblicazioni del settore, per la qualità nella divulgazione e approfondimento di temi economici (trascurati dai media Italia o relegati in angolini per i soli interessati). L’ignoranza in materia è diffusa, con effetti pesanti sul dibattito politico, sciatto e superficiale. Trattato come tema per i gonzi quasi sempre. Situazione non più tollerabile.

Lamentavamo poco fa la trascuratezza sul tema anche nella rete oltre che nei media economici.  Noi per contro sono cinque anni che lo riportiamo  esposto, con il contatore che gira…  Puntualmente ci smentisce questo piccolo saggio di un docente della Bocconi: Stefano Caselli. Chi ha composto il titolo al giornale, o ha eseguito l’indicazione di non dare enfasi al  meriterebbe il cappello di carta dell’asino:

DEBITO PUBBLICO
CHI HA FATTO CRESCERE IL MOSTRO? ECCO I GOVERNI SPENDACCIONI

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

4 Commenti


Cosa succede a Pruiti: dal PD di Milano arriva l’ordine e lui s’adegua? può essere

La vicenda dei migranti a Buccinasco: i 74 che forse possono essere 68 perché 6 li abbiamo già, presi in eredità da Maiorano. Quelli che Maiorano non ha firmato sotto elezioni ma che Pruiti appena eletto se ne esce con un articolo su ilgiorno, fotografato in piedi con dietro la bandiera, in cui, scrive il giornale:

“Pruiti … dichiarando di voler gestire i processi e non subirli ha confermato la sottoscrizione del protocollo”

Leggi il resto di questo articolo »

11 Commenti


Occidente e globalizzazione: siamo in mezzo al guado e l’Italia in un fossato ove non si tocca

Le condizioni dell’Occidente (comprende Europa Nord America e Giappone) sono critiche. Una malattia  cronica di non crescita: è già un successo se si supera il limite del 2% (che compensa l svalutazione sostaziale, che non rempre riesce a realizzare).Non ce n’è… la globalizzazione ha l’effetto di mettere tutti in un unico mercato. Costo del lavoro, materie prime, ecc. Tentativi di rallentamento mediante dazi non funzionano.

Oltre a ciò si aggiunge una minore offerta di lavoro nell’Occidente, provocata dall’automazione avanzata (fabbrica.4). Ogni nuova liberalizzazione dei mercati spostaalvoro nei paesi nuovi. La somma dei tre fattori  è micidiale. Le criticità sociali sono a livelli di guardia e lavoce.info (VEDI) in un articolo di Fausto Panunzi (docente Bocconi), considera le ricadute politiche. Sostanzialmente mette in evienza il rischio dei populismi.

Leggi il resto di questo articolo »

Tag:

1 Commento


Democrazia e confronto con gli altri: tutti possono trarne vantaggio

Un paio di vicende che vedono comportamenti, usuali ma privi di logica, fanno da spunto alla riflessione di questo articolo. Quanto sia importante, basta il titolo per capirlo: c’è in ballo il vivere democratico. Vediamo le due vicende, per capire.

La prima è un giornalista al quale amabilmente contesto, scrivendo al suo direttore, un articolo non controllato che sposa nei fatti la tesi curiosa del neo sindaco: l’insieme che ha proposto sindaco Nicolò Licata ha trescato con la ‘ndrangheta, ricevendone i voti. La replica il giornalista non la fa sul punto, nel quale si limita a dichiarare che ciò che è scritto è virgolettato e responsabilità del sindaco (cosa ovvia sul piano formale; sostanzialmente un buco grande come una casa).

Leggi il resto di questo articolo »

2 Commenti



SetPageWidth