Buccinasco e la maggioranza: davvero sono l’ombellico del mondo?

Non so il Sindaco nello specifico, ma la lista civica per Buccinasco che vede la sua rappresentanza comprendere il vicesindaco e il presidente del consiglio comunale, dimostra  sensibilità oltre misura quando si tratta di leggere con senso critico le vicende trascorse di Buccinasco che vedono coinvolto l’ex Sindaco Carbonera (fra non pochi altri, naturalmente).

Reazioni forti, quasi violente e come spesso capita al vicesindaco, emotive e poco riflettute.  Cosa fa il nostro vicesindaco? Succede che uno dei membri della Commissione Parlamentare di Inchiesta  sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti: l’on Paolo Russo (PDL) di Napoli, nominato nella carica il 2009, nel 2007 è stato intercettato in colloqui con personaggi della camorra. Ricevuta informazione di garanzia, quindi indagine archiviata.

Il sito del vicesindaco ne fa un post sul suo sito che è, crediamo,  un record di rinvio a 16 link sulla notizia e sul personaggio. Effetto non accattivante per il navigatore, neppure fra i più prossimi e fedeli al vicesindaco. Incomprensibile questo interesse sul piano politico locale. eletto a Napoli e politico di quella zona: l’unico elemento che può far pensare è la sua funzione di membro di questa commissione.

La commissione parlamentare, agli occhi di per Buccinasco  ha una colpa: avere steso una relazione conclusiva in cui si parla in termini preoccupati e problematici di vicende intercorse in Buccinasco di cui Città Ideale ha già parlato (VEDI). Relazione che al riguardo contiene questa considerazione:

“L’auspicio è che con questa relazione, che noi consegneremo anche al territorio, in modo che da un suo esame più approfondito possa emergere un nuovo protagonismo da parte degli enti locali, nasca una nuova attenzione per far sì che la vicenda territoriale lombarda, per quanto riguarda la presenza della criminalità organizzata, possa essere attenuata e sconfitta nel prossimo futuro.”

Ci sono dubbi al riguardo? C’è qualcosa di superfluo, che non va bene?  Questa reazione dagli aspetti conflittuali che senso ha? Incomprensibile. Tanto più che la commissione parlamentare di cui si parla, si compone di 23 membri, con una rappresentanza di tutti i partiti (VEDI). Che uno dei componenti in precedenza sia stato avvistato e prosciolto in istruttoria, cosa cambia?  Che senso ha questo sentirsi al centro del mondo, dei politici sinistri di Buccinasco? non hanno i senso della misura?

Ha per caso degli effetti sul lavoro della commissione? Boh.. Incomprensibile davvero. Anziché prendere la palla al balzo e sull’onda mettersi di impegno per far partire un piano di lavoro serio che costruisca le regole serie ed efficienti, tali da far partire un sistema che in positivo dia un segnale  di Buccinasco che esca dal cliché di Platì del Nord e diventi un paradigma di rinascita del buon governo, di trasparenza, di  indirizzo e controllo.

Tag: , , , ,

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth