Buccinasco e Assago: IMU e Irpef, chi paga e chi no

Un articolo su ilgiorno della Francesca Santolini, un redazionale nel quale il Sindaco di Assago Graziano Musella spiega a suo modo come fa a fare i miracoli. Nel 2012 Assago non applica l’IMU e non chiede l’addizionale Irpef ai propri Cittadini. Assago come il Bengodi. Niente IMU né Irpef per i Contribuenti, è il titolo dell’articolo (VEDI). Per loro una bella notizia, per i Cittadini di Buccinasco un moto di ammirazione e una punta di invidia.

Come ha fatto il comune di Assago? L’unico comune dell’hinterland che evita l’IMU ai suoi Cittadini. L’articolo dice che il comune è ricorso alla vendita di patrimonio comunale, inoltre sottolinea la presenza di insediamenti commerciali fra i più importanti della provincia (il Girasole?).

Può bastare questa spiegazione? Non crediamo, ci vuole altro. Città Ideale è andata a cercare il bilancio: ebbene sul sito ufficiale del comune non c’è! O meglio si riesce a fatica a trovare per il 2011 e il 2012  quattro numeri in croce. (VEDI e VEDI). I due bilanci fanno emergere minori entrate rispettivamente di 1,8 mio e 1,6 mio.

Questa oscurità sul bilancio comunale non depone a favore. Qualcosa non quadra, evidentemente. Intanto si rileva una interrogazione per un credito inserito a bilancio 2011 il 30 Dicembre e tolto dal bilancio il 10 Gennaio successivo. Definirla un “saltafosso” tipico da maquillage contabile non è fuori dal possibile (VEDI). Ancora più argomentate le osservazioni della minoranza da cui emerge un uso molto ampio di vendite del patrimonio comunale. (VEDI) sempre dal sito di Pruiti.

Non è proprio tutto oro quello che brilla ad Assago e Graziano Musella non potrà raddrizzare i conti continuando a vendere terreni e patrimonio comunale. Tuttavia sarebbe ingeneroso chiuderla così, perché come argomento principale Musella esce con una affermazione che Città Ideale scolpirebbe con caratteri di bronzo nella sala del Consiglio Comunale e nell’aula della Giunta:

 …l’amministrazione Musella è andata ad intervenire sulla spesa generale, azzerando gli sprechi e rinunciando a benefit ed altri privilegi. “anche nella gestione pubblica – spiega il primo Cittadino – abbiamo applicato il buon senso e la diligenza dei padri di famiglia, spendendo lo stretto necessario”.

 Ecco: questa affermazione, questo impegno Città Ideale lo apprezza senza riserve e invita tutti gli amministratori della nostra Buccinasco a farne impegno giurato di comportamento. Una applicazione intelligente che abbia come primo obiettivo la gestione oculata delle risorse, certamente porta alla riduzione delle imposte, al minor versamento di tasse locali per IMU, Irpef e quanto altro, non eslcudendo la tassa dei rifiuti.  Vedremo anche Buccinasco sul giornale con il titolo:

Buccinasco non fa pagare ai Cittadini IMU ed Irpef   

Tag: , , , , , ,

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth