Buccinasco PGT: siamo alle solite. Andremo ancora a finir male?

Con il PGT bisogna fare in fretta perché  deve essere adottato entro la fine dell’anno. La fretta in questo caso è involontaria.  Da sempre è uno dei motivi che si accampano per approfittarsi dei colpi di mano, per proporre cose impresentabili o inaudite, che vengono spinte con la scusa della fretta, del “non c’è tempo”, “bisogna approvare”. Nella politica e partiti d’oggi al riguardo vi sono esperienze consolidate.

La nuova amministrazione (ma è davvero nuova?) sta comportandosi nel solito modo. Certamente in questo periodo sono fitti i contatti fra interessati al PGT e amministrazione. Proposte, controproposte, scambi, vantaggi ,ecc. Non scandalizziamoci. È comprensibile per quanto riguarda i soggetti che al PGT hanno interesse per le loro attività.

Molto meno, ma molto meno comprensibile che sul contenuto del PGT si stia silenti da parte della amministrazione: del Sindaco e degli assessori coinvolti. Certo, nel programma elettorale la attuale maggioranza ha espresso i principi generali. Tanto generali, così troppo generali che si può fare quasi di tutto (tranne un grattacielo da 30 piani, forse). Non aumentare il costruito ad esempio si può fare lasciando tutto come sta oppure distruggere metà città e rifarla con medesima cubatura.

Un piano urbanistico che esamini le singole situazioni della città sarà stato esaminato dal Sindaco, Vice Sindaco e dalla sua  maggioranza? Prima delle elezioni o dopo eletti?  Una analisi del territorio e degli interventi? Se è stato fatto, perché non viene fatto conoscere?  Perché il silenzio su tutto?

Città Ideale nel Febbraio scorso, decisa la competizione e perfezionato l’accordo di massima della Coalizione  Civica ha provveduto a far redigere una analisi, una macroanalisi da urbanisti esperti. Un lavoro preliminare certo, ma una analisi compiuta dei punti chiave su cui operare, redatta in contatto con persone che della materia sono competenti. Eccola allegata (VEDI).

Se la Coalizione  Civica avesse avuto il sostegno della maggioranza dei Cittadini (c’è mancato poco), il giorno dopo la elezione si sarebbe diffuso il documento che oggi viene presentato e si sarebbe aperta una discussione che coinvolgesse tutti i Cittadini, le istituzioni, le categorie interessate. Lo strumento che oggi Città Ideale rende pubblico, che mette a disposizione dei Cittadini e dei gruppi politici presenti in Consiglio, invitando ad un dibattito aperto.

Rileggerlo dopo qualche mese sorprende per la sua concreta sintesi e per la messa a fuoco dei singoli problemi della nostra città. Siamo convinti che i lettori, anche fra gli addetti ai lavori, ne saranno interessati e avranno da scoprire questioni importanti del nostro territorio, che richiedono  riflessione e decisioni. Ad esempio perché un documento del genere non è stato sottoposto ai candidati professionisti che devono assistere il Responsabile Tecnico (da cui avranno più da imparare che insegnare) ?

Questo riteniamo sia il modo di agire coerente con una Politica di Servizio, al servizio dei Cittadini, delle imprese, degli operatori, di tutte le persone fisiche e giuridiche che a Buccinasco sono interessate. Ci dispiace di non poter essere parte nella conduzione di un’opera davvero strategica e importante  in questa fase critica dell’economia e di Buccinasco. Una criticità che rappresenta una sfida per tutti, per il suo futuro.

Vediamo invece sul PGT beghe nominalistiche e normative che parlano del nulla fra la dicotomica maggioranza che in modo sempre più evidente è composta delle squadre di  Sindaco e Vice Sindaco. Beghe che nascondono ben altro (deduzione purtroppo verosimile).  Un pessimismo forse eccessivo, ma l’impressione che se ne ricava è di una notevole distanza fra le esigenze che richiede una sana e proficua gestione della Casa Comune e le capacità, i talenti che questa squadra può mettere in campo.

Così agendo potranno trarne utilità i furbetti con scambi di favori (che ci auguriamo rimangano nel lecito). Proprio perché questo non vogliamo, rendiamo pubblico e mettiamo a disposizione la nostra elaborazione. Ci auguriamo che se ne faccia buon uso.  Alla prossima tornata i Cittadini sapranno riflettere e al riguardo confidiamo che avranno capito le qualità che devono avere le persone e la squadra, necessarie per una gestione all’altezza del compito.

Tag: , , ,

  1. #1 scritto da Sergio Colombo il 11 agosto 2012 13:59

    Interessante il piano di lavoro urbanistico, che non mi sembra di aver visto in precedenza in un modo così intero: comprende tutto.

    Il limite è la descrizione schematica. Quasi solo dei titoli, che andrebbero riempiti.

    Sarebbe davvero una buona cosa che su questi temi si aprisse un dibattito, al di fuori degli schemi maggioranza minoranza, che coinvolga tutto il Consiglio.

    Posso consigliarvi tutti di essere collaborativi?

    RE Q
  2. #2 scritto da Saccavini il 11 agosto 2012 14:02

    Egregio signor Sergio, grazie per l’apprezzamento e ancor più per la proposta, che Città Ideale condivide.

    Del resto con la pubblicazione, è quanto ci si propone; speriamo insieme.

    Quanto alla sintesi, abbiamo in animo di prendere i singoli capitoli sui quali proporre approfondimenti ed invitare color oche lo volessero, a esprimere suggerimenti e contributi.
    Avremo un autunno forse caldo, ma certamente interessante sulle proposte che riguardano la programmazione della Comunità.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth