Buccinasco: Maiorano e co. tradiscono il Parco Sud e poi scoprono chi soffre

Non li lasceremo in pace costoro, sul modo di fare politica da apprendisti, di poco costrutto. Tutto il comunicare fatto di escamotages, per giustificarsi (male), per attribuire colpe alle Coalizioni Civiche e ai Cittadini che li scoprono con le mani nella pasta, infine per parlar d’altro scoprendo che i problemi di Buccinasco sono anche altri.

Sono soprattutto i problemi del territorio, delle categorie a più basso reddito, di chi perde il lavoro e non lo trova, delle imprese che hanno il fiato corto ed avrebbero bisogno di ogni supporto per risalire, per crescere, per fare sviluppo. Li scoprono adesso che questi sono i problemi?

No. Ne hanno già parlato nel programma. Adesso però sono loro nella cabina di comando. Le mani al timone, loro governano una nave che si chiama Buccinasco ed hanno a disposizione una trentina di milioni, qualcosa meno. Fanno qualcosa al riguardo?

Bella domanda. A quanto pare finora non hanno fatto nulla se non contributi ed erogazioni individuali per casi individuali. Dicono che ne parlano.  Parlano di qualche iniziativa ma finora nulla di concreto. Sarà il periodo estivo, ma anche in estate chi non ha lavoro ha bisogno di supporti organizzativi. Loro hanno già deciso di pagare un paio di persone da mandare al Centro Lavoro di Corsico perché così si trovino posti di lavoro….

Anche in estate le imprese sono disponibili ad esaminare iniziative e prospettive, ad ascoltare e discutere piani di sviluppo a suggerirne di propri. Anche in estate il territorio, le strade ed il verde sono da mantenere, la sicurezza deve essere assicurata, ecc. hanno fatto qualcosa di nuovo, è partito un progetto di qualche importanza?

Leggendo gli atti in Albo Pretorio non risulterebbe. Però accusano l’opposizione di non parlarne (una farsa, ma non fa ridere). Ecco, per loro l’importante è parlarne di questi temi. Forse non hanno idee in testa ed hanno bisogno di affrontare questioni specifiche? Perché non propongono una tavola rotonda con tutti i gruppi,  su ciascuno di questi temi cercando insieme di  individuare percorsi da proporre?

Non sono abituati ad  una gestione aggregante. Maiorano e co. Hanno il timone  ma  hanno paura che se ne discutono con gli altri gruppi, qualcuno porti loro via il timone. Non è così, ma hanno paura.  Una paura che viene, questo è ciò che Città Ideale interpreta, dalla limitatezza culturale sui temi che devono affrontare.

Dispongono di una cultura da giornalini e da blog (non Città Ideale, perché noi abbiamo torto a prescindere); Superficiale e non sanno che e come fare. Non sono abituati al confronto costruttivo: vivono ancora nel mondo diviso in due della guerra fredda ed agiscono secondo questi schemi.

Capiscono che non va bene, che qualcosa bisogna fare e parlano di coinvolgere i Cittadini ma poi fanno tutto loro, quasi di nascosto, senza coinvolgere il Consiglio e i suoi gruppi; chiamati a votare decisioni già prese. Tutto qui: finora almeno è tutto qui.

Per loro la politica è solo comunicazione strumentale, non confronto aperto delle idee, sui contenuti. Ma ne hanno di contenuti? Ecco che strumentalmente sollevano l’accusa alle liste civiche, alla Coalizione  Civica, di parlare solo di cose che non interessano i Cittadini che hanno problemi immediati. Non stanno facendo nulla, stanno proponendo ancora meno, e accusano di “non parlare” di questi temi.

Non è curioso che ad essere obiettivo delle loro accuse è la Coalizione Civica? Non esiste il centro destra, il PDL? La Lega Nord?  Pure noi cerchiamo con le minoranze, anche con l’UDC, di individuare terreni da condividere per portare avanti politiche unitarie. Evidentemente preferiscono il basso profilo, l’accordo silenzioso se non sotto banco cui sembrano abituati. Non vogliono, o temono,  che i Cittadini siano informati e che con loro si dibatta. Non hanno ancora capito che hanno a che fare con Coalizione Civica e con loro devono confrontarsi sui temi, devono discutere prima. Che se prendono decisioni per conto loro, non ne passa una, se sono sbagliate?

Chiediamo scusa ai lettori su questa sequela di sottolineature riguardo alla nuova amministrazione. Proponiamo comunque di insistere e informarsi, non perdere l’attenzione su questi temi, perché sono temi vitali per il presente e il futuro della nostra Buccinasco.  Insieme dobbiamo insistere perché cambino modo di fare politica.

Tag: , ,

  1. #1 scritto da Rinaldo in campo il 1 luglio 2012 00:01

    No Saccavini, non mi convince per niente, anzi sta sbagliando.

    Praticamente sono appena in carica, le elezioni finite un mese fa. Hanno già composto la giunta e fatto due consigli.
    Forse possono aver fatto qualche errore, sul parco sud potevano informare.

    Per una valutazione bisogna che il tempo passi per vedere se stanno facendo bene.
    Saranno poco professionali ma sono persone serie e si impegnano.

    Con i suoi giudizi invece di aiutare Buccinasco lei sta creando difficoltà.

    RE Q
  2. #2 scritto da Saccavini il 1 luglio 2012 07:53

    Il suo giudizio è ragionevole Rinaldo in campo.
    Può sembrare equilibrato se questo mese fosse scorso con qualcosa di buono e una o due cose migliorabili. Provo a fare un elenco di ciò che io ritengo censurabile:

    1. Una giunta di basso profilo (salvo Baldassarre); Carbonera l’ex Sindaco, sta fuori.
    2. Le deleghe di peso sono quasi totalmente nelle mani di Maiorano e Pruiti
    3. Viene loro offerta la possibilità di un forte segnale di cambiamento con la nomina di un Presidente del Consiglio bipartisan e la lasciano cadere
    4. Rosa Palone presenta un Ordine del giorno da votare prima che il consiglio sia insediato, dal contenuto strumentale e debole
    5. Il voto sul Parco Sud Vignate non viene illustrato da Maiorano nel Consiglio del giorno 8 e Maiorano va a votare senza informare. Consiglieri e Cittadini lo vengono a sapere dai giornali.
    6. Carbonera è dimissionario dopo un mese; senza informarne i capigruppo cercano di proporlo alla presidenza dell’ASB ma sbagliano perché è in eleggibile.
    7. Il segretario comunale lascia a fine Giugno senza una continuità con il nuovo insediamento.

    Credo proprio che ci sia di che preoccuparsi.

    Città Ideale non si limita a criticare ma si sforza di indicare le possibili alternative, di individuare e suggerire un cambiamento di rotta.
    Non c’è animosità preconcetta.
    Una analisi puntuale è un dovere civico, oltre che utile, nell’interesse della Comunità.

    RE Q
  3. #3 scritto da Daniele il 3 luglio 2012 01:29

    Secondo me le coincidenze non esistono, soprattutto a Buccinasco.
    L’ex sindaco si dimette, il segretario (forse) cacciato, etc., la cosa mi puzza.

    Abbiamo probabilmente un nuovo scandalo all’orizzonte, magari creato ad hoc dalla destra sconfitta, magari casuale (e daghela con le coincidenze…), magari pronto in un cassetto da mesi o forse anni.
    Ne vedremo delle belle a Buccinascoville…

    RE Q
  4. #4 scritto da Saccavini il 3 luglio 2012 08:18

    Forse a notte fonda la fantasia può correre.

    Tutto può essere, se si mettono in fila i “se”, se si fanno ipotesi, non si sa dove si va a finire.
    Credo sia meglio fermarsi ai fatti, Daniele e dare a loro una valutazione ragionevole, visto che motivi non ne vengono dagli interessati o, quando vengono, non sembrano convincenti.

    Già così, in un mese ne sono successe….

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth