Candidato Sindaco che sbaglia. Tratta le liste civiche unite da partito come il suo

Un candidato Sindaco che sta scadendo man mano che ci si avvicina alla data delle elezioni.  Polemizza sulla Liberazione con il candidato Sindaco delle liste civiche unite Fiorello Cortiana e ne riceve la risposta: una messa a punto che dovrebbe farlo riflettere.

Non riflette purtroppo  e replica sul sito del suo partito: può scrivere ciò che vuole, anche facendo uso del solito argomentare della politica. Eccola (VEDI, commento due, sottolineature di Città Ideale):

 … trovo intollerabile e ingiuriosa la valutazione politica che tutti nella tua coalizione, compreso te, danno quando paragonano mettendo su uno stesso livello, mettendo nello stesso calderone, l’amministrazione di Centrosinistra guidata da Carbonera e la successiva amministrazione di Centrodestra guidata da Cereda. Siccome mi rifiuto di pensare che una valutazione di questo genere sia frutto di un ragionamento basato su informazioni adeguate (se è così trova il coraggio di esibire le prove di questa valutazione) avanzo l’ipotesi che da parte tua sia fondata sull’ignoranza (ignori fatti e persone che hanno animato la vita politica di Buccinasco negli ultimi 10 anni) e da parte di molti dei tuoi che invece conoscono sia fondata sulla malafede.

 Proviamo a parlarne ancora? Un atto amministrativo che riguarda direttamente lui e la giunta, che ha agito  nella veste di assessore (alla trasparenza!).  Che assume una delibera facendo uso di escamotage più che dubbi. Approva una famigerata presa d’atto che ha l’effetto di un potenziale danno per il Comune.

Alla vigilia delle elezioni 2007 sono tanto in ordine che si rendono necessarie due sedute con tecnici ove illustrare la situazione e i suoi problemi (VEDI un nostro articolo, che dobbiamo ritenere letto attentamente visto in contenuto). Cambia la giunta (il “nostro” ora candidato diventa consigliere di minoranza). La nuova giunta (con cui non vuole essere confuso, il “nostro”) archivia, non da seguito ad una proposta di delibera che riguarda l’atto in questione (VEDI anche questo pubblicato qui), che nelle conclusioni riporta (sottolineature di Città Ideale):

3) di contestare alla società xxxxxxxxxxxxxx s.p.a., parte stipulante della Convenzione urbanistica per atto Notaio Cortucci rep. n. 9.985 sottoscritta in data 6 luglio 2004, la responsabilità per violazione ed inadempienza agli obblighi convenzionali assunti, con specifico riguardo all’obbligo di cessione delle aree a standard nella misura e consistenza previsti dalla predetta Convenzione;

4) di contestare concorrente responsabilità ai componenti della cessata GiuntaComunale nonché al Dirigente pro-tempore del Servizio Urbanistica per grave negligenza ed incuranza nella gestione dell’atto convenzionale;

5) di riservare a disponendo atto peritale la valutazione del danno patrimoniale sotto i profili esposti in premesse, una volta che la presente contestazione sia divenuta definitiva ed inoppugnabile;

6) di dare mandato al Responsabile del procedimento di inviare tale contestazione alla Procura Generale della Corte dei Conti.

  Delibera che (ripetiamolo: dalla nuova giunta) non viene posta alla discussione, non votata. Una situazione che riguarda la sua giunta precedente. Questione su cui viene riferito che enti preposti abbiano in corso verifiche di congruità, fino ad ora non giunte ad  atti conclusivi.  Ecco: l’ora candidato Sindaco, allora “assessore alla trasparenza”, ritiene di non informare i suoi compagni,  gli elettori;  di non esprimere la sua valutazione, di non spiegare… NO! Lui invita il nostro Candidato Sindaco Fiorello Cortianaad avere il coraggio di esibire prove”!! e non spiega nulla: una tomba.

Assessore alla “trasparenza” che per quanto riguarda le decisioni sue e della sua giunta non ha nulla detto allora, ed oggi non parla, non disquisisce, non replica. Usa la tecnica della politica di mestiere: nulla dice e provoca chiedendo di avere il coraggio di esibire prove ben sapendo che queste saranno concrete solo dopo la chiusura delle verifiche in essere riguardo a risvolti economici o penali.  I fatti però sono lì, documentali.

Ex assessore alla trasparenza molto opaco, tocca a lui, descrivere e spiegare ai Cittadini di cui oggi chiede il voto,  come e qualmente lui e la giunta di cui hai fatto parte ha assunto questa decisione. Ad esempio spiegare se vi sono stati colloqui con la nuova giunta perché sulla proposta d  delibera  di  si mettesse una pietra sopra. Qualche scheletro nell’armadio come argomento a dissuadere? 

Così poco accorto, così impudico (scusate il termine) da accusare di ignoranza, di malafede le liste civiche unite che documentano e ne parlano? Esprimere su questa opaca e pasticciata procedura espressioni così cariche di spocchia dimostra l’imbarazzo che dovrebbe avere.

La polemica sulle scelte programmatiche e sull’etica (di cui questo candidato Sindaco continua a non parlare come se Buccinasco fosse di un altro mondo che di regole non ha bisogno), se le tenga per casa sua e non ci provi neppure a mettere sullo stesso piano di questi comportamenti i candidati delle liste civiche unite.

Rispetto a lui e gli altri (mettendoci insieme la sua giunta e la successiva) siamo su un altro pianeta noi. Forse potremo commettere qualche errore, forse. Come si fa ad escluderlo?  Siamo però  lindi e puliti ed abbiamo le idee  chiare sulle cose da fare: cominciando dalle regole. Si confronti con le idee e con i contenuti concreti. Non ha a che fare con un partito con il quale certi giochini si possono fare strizzando l’occhio. 

Soprattutto:  le liste civiche unite per Fiorello Cortiana Sindaco si impegnano a rimanere  inattaccabili: sul piano dei comportamenti e della gestione della cosa pubblica,  come lo sono oggi nelle proposte. Si confronti con le proposte invece di spargere fumo per non far conoscere, per non spiegare!

Tag: , , ,

  1. #1 scritto da dezio il 26 aprile 2012 16:03

    Di chi si parla ? Visto che è stato pubblicato su un blog, non penso ci siano problemi di privacy.
    Vorrei poi evidenziare che i paragoni andrebbero fatti partendo da basi comparabili: la maggiore differenza tra l’aggregato delle liste civiche e , ad esempio, i partiti tradizionali è che le prime non hanno praticamente storia.

    Quindi per il momento si tratta di dichiarazioni di buona volontà, altro sarà valutare a consuntivo ( e ci vogliono anni) la coerenza, l’onestà, etc.

    La storia della Lega Nord e di CL insegna ancora una volta che le buone intenzioni non sono sufficienti.

    RE Q
  2. #2 scritto da saccavini il 26 aprile 2012 16:33

    Beh, signor dezio, visti gli allegati cui si rimanda, si dovrebbe agevolmente comprendere.

    Trovo comunque utile che la prima citazione abbia il suo rimando al domento in questione.
    provvediamo a inserire il VEDI.

    Quanto alle dichiarazioni di buona volontà mi trova totalmente d’accordo: la fiducia è una cosa seria.
    Tuttavia alcuni aspetti credo si debbano considerare:

    UNO: tutti candidati che non hanno precedenti politici significativi a Buccinasco, che non son o coinvolti con le gestioni trascorse;
    DUE: tutti Cittadini, nessuno che debba riferire a un partito, che possa esserne condizionato;
    TRE: non vi sono politici di mestiere che aspirano a fare carriere, che debbano fare favori per mantenere il consenso. Che si impegnano a condurre una politica di servizio.
    QUATTRO: diffuse le esperienze gestionali in vari campi, che possono essere messe a disposizione; affidalità tecnica dal livello certamente superiore a quella di altre liste.

    Sulla serietà credo non vi possano oggi essere dubbi.
    Quanto agli esiti: si verificheranno a bocce ferme, fra cinque anni.
    Non può essere onestamente diverso.
    Qui però si propone un cambiamento di gestione, un guardare avanti con l’impegno di uscire dal pantano. Impegno che propongono persone disinteressate e stimabili.
    Questa novità credo sia sostanziale e rappresenti la differenza.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth