Buccinasco: Materna Romano Banco. La cooperativa mette i puntini sulle i

Città Ideale riceve dal Comitato Genitori della Materna Romano Banco un comunicato emesso dalla cooperativa, che riassume e prende posizione sulle affermazioni circolate in questa fase di incertezza che segue la delibera del commissario. Un documento interessante che credo utile per chiarire e capire la visione  dell’altra campana. Qui non  abbiamo di fronte la scuola pubblica parificata, ma la cooperativa che la gestisce. Una distinzione che credo per prima la Cooperativa sia interessata a fare. Porta il titolo:   (A proposito di  equita’,  trasparenza , serieta’ e concretezza VEDI).

 Non è argomento e questione che riguarda solo gli interessati (genitori e alunni chela frequentano) ma tutti i Cittadini. Perché  anche loro ne possono essere potenziali fruitori, perché loro, cosi come per le scuole pubbliche statali, contribuiscono alle spese di gestione, nella veste di contribuenti per quanto direttamente versano al Comune, ma anche perché versano allo Stato risorse che poi servono a compensare costi che si assume direttamente lo Stato.

 La difficoltà nell’avere chiare le situazioni su cui si è intervenuto rendono il problema poco chiaro; c’è anche chi contribuisce a confonderlo, mala situazione è evidentemente impastocchiata dal punto di vista della gestione e delle risorse impiegate. Credo che di questa insufficiente chiarezza della situazione sia stato vittima anche il commissario nello stabilire modo e quantum del contributo.

 Sul piano dei conti, quanto Città Ideale ha cercato di mettere a fuoco consente di dire che la scuola pubblica parificata costa alla Comunità molto meno della scuola a gestione statale. Credo sia da qui che bisogna partire nel definire un percorso  coerente, un progetto che riguardi la Comunità intera ed ottimizzi le risorse ma nel contempo la qualità della istruzione e formazione.

 Si rende necessario il contributo di tutti i Cittadini, sono questioni nelle quali dividersi serve solo a chi rimesta nella confusione. Parliamo di casa nostra, degli interessi di casa nostra, della volontà e della qualità che vogliamo per casa nostra: il resto è estraneo, non deve interessarci.

 Il sostegno al Comitato Genitori venga da parte di tutti i Cittadini, che frequentino o meno la materna Romano Banco. Si va alle elezioni ma su queste cose dobbiamo trovare il modo di essere uniti, nell’interesse della comunità.

Tag: , , , ,

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth