Dal Consiglio la trascrizione fa emergere novità: almeno una è positiva

In questo blog sono due anni che ci affanniamo a denunciare un comportamento vessatorio e poco democratico praticato da sindaco, maggioranza, Presidente del Consiglio Comunale nei confronti delle minoranze. Con un andamento crescente nell’organizzare forme diverse di aggressione, andando, sempre più, oltre i limiti, anche oltre il lecito. Democrazia ferita e accantonata. Non parliamo poi del civismo, della buona educazione.

La notizia positiva la troviamo in questa trascrizione: il 12 Giugno sembra di essere tornati normali. I presenti e coloro che hanno ascoltato se ne saranno accorti. Dopo provocazioni e reazioni giunte al parossismo, qualcuno deve aver consigliato di cambiare registro. La Sala Consiliare di Buccinasco è tornata civile: almeno in questa occasione. Vedremo se nel tempo riesce a tenere.

Sulle posizioni e le proposte gli argomenti di rilievo che abbiamo colto sono: il palazzetto dello sport e: Iocca di Forza Italia fa presente che A.S.B. (la società comunale che gestisce le farmacie) non può nominarsi l’organo di controllo dopo che ha il C.d.A. composto di membri della maggioranza. Il sindaco interviene giustificando, così: “Il Revisore dei Conti non è il controllore, è un organo tecnico che serve per legge alla verifica del Bilancio, alla verifica degli atti, quindi non lo consideriamo di parte.” Stabilisce lui, il sindaco se chi revisiona i bilanci svolge una funzione di controllo o meno…. Noi consideriamo la nomina palesemente una forzatura. Dovessero emergere decisioni o omissioni denunciate al TAR, sarebbero pillole amare, un po’ per tutti.

Il sindaco il Palazzetto: Finanzieremo il nuovo Palazzetto, il nuovo campo sintetico di calcio, l’adeguamento dei coni, delle tribune, eccetera, per quanto riguarda la pratica del calcio e la costruzione di un nuovo bar-ristorante, con un cosiddetto “leasing in costruendo” che partirà alla fine, quando avremo, chiavi in mano, questa struttura, quindi presumibilmente dal 2022.

Poi il vicesindaco Arboit ne da un tentativo di spiegazione che, andando a leggere ciò che ha detto, davvero ci si capisce poco. In pratica si è approvata una spesa su una procedura in costruzione, soggetta a certificazioni e verifiche tutte ancora da fare. Così ci sembra di poter dire visto quanto in conclusione ci dice:

Con gli uffici abbiamo studiato la possibilità di fare l’opera con la procedura del partenariato. La nostra istruttoria è stata ovviamente condivisa con il Sindaco e con la Giunta e ha portato a valutare che era un percorso utile per l’Amministrazione; quindi si è arrivati alla delibera di Giunta del 24 aprile, nella quale si affidava agli uffici il compito di verificare i passi successivi per portare avanti il progetto. Tra questi una gara per affidare allo studio legale un’istruttoria approfondita sul percorso. Scelto lo studio legale, si approfondirà con l’aiuto dei professionisti l’istruttoria verificando tutte le valutazioni fatte fino a qui. L’esito di questo lavoro sarà quindi una delibera di Consiglio Comunale – presumibilmente penso di poterla fare a ottobre – nella quale verrà definito in modo più dettagliato il quadro complessivo dell’operazione.

In pratica il leasing in costruendo sarà soggetto a discussione e approvazione in Consiglio il prossimo Ottobre. I contenuti oggi non ci sono: che tipo di spesa ha approvato la maggioranza dei Consiglieri? Proprio non ci si capisce. Soprattutto non si capisce l’assunto l’investimento (i soldi nostri che chi amministra mette in questa operazione, sono 5 milioni): questo è certo e è stato approvato. Cosa “garantisce” in più la procedura ”in costruendo” che si sta realizzando? Sembra che a opera finita la proprietà del palazzetto e tutto il resto diventi di chi costruisce e gestisce? Non si capisce bene.

Ma cosa si è approvato? Ce lo spiega il Consigliere PD Mercuri: Non è che il progetto era quello l’anno scorso ed è rimato quello quest’anno. Nel frattempo abbiamo fatto dei miglioramenti proprio perché, come dicevo, …. quindi andava fatto nel migliore dei modi, non tralasciando nessun particolare. In questi sei, sette, otto mesi – più o meno – da quando abbiamo approvato il Bilancio, abbiamo fatto esattamente questo. Eppure l’approvazione fa esplicito riferimento al progetto superato (mentre quello nuovo non è stato presentato)!

Vicesindaco Arboit. ….. per quanto riguarda il partenariato pubblico/privato ….. stasera con quello che vi ho raccontato diventa molto chiaro che tutta l’operazione verrà fatta.  ….. da un lato ci sarà un’azienda che ha una competenza professionale specifica su questo tipo di… “un’azienda”, uno studio legale che ha una competenza specifica su questo tipo di operazioni, che ci seguirà e che verrà incaricata tramite gara, dall’altro lato il percorso prevede un passaggio in Consiglio Comunale. Dentro al Consiglio regionale racconteremo nel dettaglio quello che andremo a fare.  Per quanto riguarda il parcheggio, l’osservazione della Consigliera Romanello è corretta. Abbiamo affidato la soluzione di questo problema anche qui a persone che abbiano una competenza tecnica, perché non è che tutti possiamo fare tutto. All’interno dello studio per il Piano Urbano del Traffico.

Ci dice Arboit che il progetto sembra fatto senza aver PRIMA definito le strutture urbanistiche (viabilità di accesso e uscite, i parcheggi, ecc.). stanno spendendo per studi che “aggiusteranno” la situazione. Come se. dovendo fare casa, prima approvo la spesa e la sua esecuzione; strada e strumenti di collegamento ci pensassi dopo….

Quindi il sindaco che dice: Adesso ci siamo avvitati nella discussione. Capisco che il punto più importante della variazione riguarda il conto capitale, il non spendere e non indebitare il Comune; …….. (abbiamo) trovato una soluzione che non indebita il Comune, perché è un investimento che poi gestisce anche… gestirà anche tutti i debiti che potevano derivare da un’operazione fatta in maniera diversa….,

Questa dei debiti che… non indebita il Comune… è proprio un avvitamento, sindaco! Non ci si capisce molto e la situazione, con tutta evidenza, non è chiara nemmeno a voi. Ma questa di far approvare un’uscita, un esborso di 5 milioni, che poi non indebitano il comune, è davvero cosa “innovativa”. Lettori che avete avuto la pazienza di arrivare fin qui, avrete capito in che mani siamo. Perché i gruppi di minoranza si sono ben guardati di esprimere un giudizio che possa domani essere considerato un avallo a questo… come lo chiamiamo:  pastrocchio?

Tag:

  1. Non vi è ancora nessun commento.
 
 

sottoscrivi il feed dei commenti

SetPageWidth