Giochi elettorali neri come la pece… che ci pensino bene…

No è!  chi ha in mente il colpo basso con un’inchiesta contro la lega, promossa dalla magistratura lombarda, ci rifletta bene. Sono tre giorni che il vicedirettore di Huffingtonpost lascia come articolo di testa un argomentare da depistaggi e servizi, da gente bene informata (si-fa-per-dire poiché è un segreto di pulcinella)nel quale si citano frasi virgolettate che lasciano intendere, messe però con la forza e i nomi propri di informative che spuntano da chi sa (o dalla magistratura, o entrambe).

Angelo De Sanctis 10 05 19 Huffingtonpost ASSOCIATED PRESS Giancarlo Giorgetti è uno che non parla mai a caso, anche se dice solo una minima parte di ciò che pensa: “Quando la Lega sale nei consensi e nei sondaggi, arrivano sempre delle cose strane per cui bisogna interrompere quel percorso”. Il riferimento, neanche tanto velato, è all’inchiesta lombarda che ha travolto un pezzo di centrodestra e nella quale è indagato il governatore Attilio Fontana. Adesso, raccontano i ben informati, il timore è che l’inchiesta si allarghi, sviluppandosi su altro filone, che finora non è ancora emerso: la sanità.

Da giorni si rincorrono le voci nei Palazzi della politica lombarda, e non solo, di “sviluppi”, che andrebbero a toccare il cuore del sistema di potere leghista, frutto di un lungo lavoro di indagine. E da giorni, il leader della Lega, così lo descrive chi ha parlato con lui, è “terrorizzato” che, in un qualche modo, possa finire coinvolto il suo assessore alla Sanità Giulio Gallera, e soprattutto Giulia Martinelli, la sua ex compagna e attuale capo della segreteria del presidente Fontana, considerata al Pirellone la vera “governatrice ombra”. Per ora non è indagata e figura nelle carte come una delle figure che si sarebbe opposta alle pressioni del presunto corruttore, Gioacchino Caianiello. Però, nel Palazzo, si ricorrono voci e sinistri interrogativi sul “che cos’altro potrà uscire” in queste inchieste frutto di un capillare lavoro di intercettazioni di una buona fetta del centrodestra lombardo. Come ai tempi di Tangentopoli, ora che parecchi imprenditori (siamo arrivati a tre) hanno iniziato a collaborare con i giudici, in Regione Lombardia la domanda che rimbalza negli assessorati e in Consiglio è “chi sarà il prossimo’”.

I lettori ricorderanno la vicenda drammatica del Contratto di Governo in gestazione  nel quale era inserita la richiesta di ridurre il debito Italia di 200miliardi. Notizia uscita proprio da Huffingtonpost, dopo un’ora smentita dal governo in corso di formazione, con una frase ch era peggiore dell’ammissione: “si tratta di una formulazione precedente che è stata rivista e nella quale l’ipotesi dei 200miliardi è stata espunta. Il rilievo della notizia era di così grande importanza, che in un’ora l’ipotesi è scomparsa.

La ricordiamo per far capire quale sia la caratura della testata online, adesso che se ne viene con un’ipotesi che di per sé è peregrina, ma giocata per sconquassare il percorso elettorale.  Come scrive sopra, i massimi operatori della lega entro la regione Lombardia, settore sanità, creando uno scandalo assoluto. Allora noi ne parliamo prima, lo facciamo descrivendo la situazione Italia e la situazione Lombardia, che è bene siano tenute presenti da chi avesse intenzione di maneggiare la bomba madre.

Parliamo allora del SSN. Che si chiama così ma si suddivide in 19 regioni, ciascuna con il suo C.d.A. politico, con i manager  e i dipendenti. Tutto questo malloppo non è prelevato in autonomia dalla regione (come prevede la Costituzione). Ogni anno, ogni regione riceve dallo stato 113,5 miliardi complessivi. La ripartizione non è agevole da trovare, riguarda comunque intorno al 90% delle entrate regionali.

Per chi gestisce la regione il potere locale è quasi interamente nel sistema sanità. Tutti i partiti, di ogni coalizione che governa,  determinano la composizione dei manager, dei funzionari, degli intermedi, delle nomine. Una macchina di potere che, per separare politica e gestione, dovrebbe stabilire la separatezza fra gestione e sistema regionale dei partiti. Ciò non è ce ne da ogni tanto in corso d’anno notizie di concorsi tarocchi, nomine forzate, ecc.

La decisione più importante riguarda i direttori generali, che non sono politici ma dalla politica sono selezionati. La qualità del direttore richiesta dalla politica è l’assenso (la sostanziale subordinazione) sulle nomine che la politica ha concordato. L’ultima regione pesantemente coinvolta è L’Umbria. Poi c’è la Calabria, e via “regionando”. I metodo che trasferisce i poteri dallo stato è qui. Tutto qui.

Adesso andiamo a rileggerci il fondo di Huffingtonpost che qui abbiamo riportato al riguardo. Ora che la Lombardia sia gestita con questi criteri, è da considerare molto probabile, quasi pacifico. Cosa solleva allora il giornalista con le sue note che riguardano i responsabili della lega in regione? Un evidente caso politico ad hoc, che ha per obiettivo la Lega, montando lo scandalo, le nomine pilotate, e chissà che altro.

Qui però chi ha in animo questa ipotesi e la fa conoscere attraverso Huffingtonpost, deve stare  attento. Lombardia e il suo sistema sanità è un must internazionale: in Europa se non globale. qui (e nel sistema del Nord Est e Ovest operano centri ospedalieri di assoluto prestigio, oltre al fatto di trovare qui sede un sistema misto, pubblico-privato, che genera la migliore efficienza (spende meno dando un miglior servizio). Qui arrivano da tutte le regioni italiane (soprattutto dal Sud) pazienti per curarsi e a guarire.

C’è chi intende sfasciare tutto per mettere in difficoltà la Lega e Salvini? Ci pensino due volte.. le reazioni  dell’area padana in un evento del genere non credo siano prevedibili. Può scoppiare davvero una rivolta del paese sano contro Roma. Il rischio di una radicalizzazione che si trasformi in rifiuto del sistema nazionale non  è da trascurarsi. I file, le chiavette d’uso romano, le tengano sotto controllo, se davvero si vuole evitare il peggio. No, è!

Tag: ,

  1. Non vi è ancora nessun commento.
 
 

sottoscrivi il feed dei commenti

SetPageWidth