Una delibera della Giunta che querela il nostro blog! Una novità?

Siamo impegnati in altre faccende, ma i contatti della rete rimangono e siamo letteralmente inondati da avvisi, solidarietà, richiesta di spiegazioni. Ringraziamo i lettori e diamo qualche chiarimento, la nostra valutazione. Ecco ciò che abbiamo appreso di ufficiale:

il giorno 6 Febbraio alle 14.30 è stata dalla Giunta discussa una delibera, pubblicata nello stesso giorno sull’Albo Pretorio,  recante questo titolo:

PROPOSIZIONE DI QUERELA PER DIFFAMAZIONE

Si sostiene in questo documento che sul sito è apparso il 16 Dicembre 2018 un post (VEDI) che contiene questa affermazione:

Altro sarebbe da disquisire su clausole e condizioni previste da questa Convenzione approvata, nella quale la Coop Spazio Aperto, che già da anni ha consistenti appalti di servizio si vede prescelta, senza gara. Si trova assegnato l’ulteriore servizio a lunga scadenza”;

Questa frase, sostiene la Giunta, presenti i tutti i componenti e con voto unanime, che “queste affermazioni sono diffamatorie nei riguardi del comune di Buccinasco”. Devo dire che anch’io, come molti di coloro che mi hanno interpellato, non riesco a comprendere dove si troverebbe la diffamazione: vengono decritti fatti e situazioni concrete, non smentibili.

Cosa c’è di diffamatorio nel descrivere i comportamenti, gli atti che il comune adotta? Si tratta di atti pubblici, pubblici perché i Cittadini ne vengano a conoscenza, ne siano informati. In pratica si querela l’autore, che la Giunta, senza averne le prove, identifica per Luigi Saccavini, perché si è incaricato di far conoscere la situazione descritta? Mah….

Fino ad ora questa è delibera di Giunta che propone la proposta al Consiglio perché il Consiglio medesimo approvi  la querela di diffamazione. Due giorni dopo si è tenuto il Consiglio durante il quale il punto non è stato posto all’ordine del giorno. Verrà quindi trattato, è da presumere, nel Consiglio successivo o in altro Consiglio che alla Giunta parrà utile da proporre.

Quindi ad oggi non c’è nulla. La “proposizione” della Giunta deve ancora essere approvata.  Perché poi il Comune possa procedere dovrà, una volta approvata la “proposizione” in Consiglio, presentare la denuncia al Tribunale. Denuncia che dovrà essere vagliata dalla magistratura.

Potrà quindi essere archiviata perché non vede un reato, senza dal luogo a procedere. Oppure inviata al Giudice perché compia le indagini preliminari. Questi potrà proporre l’archiviazione. Oppure valutare che possano individuarsi  aspetti di una diffamazione. In questo caso si andrà in giudizio e qui si valuterà nel merito la situazione, sentite le parti in udienza e deliberare una sentenza (che potrà essere di condanna o di assoluzione).

Vista la situazione, ci riteniamo quindi tranquilli: sotto ogni profilo. Resta da chiedersi il motivo, il perché di questa iniziativa. Proprio il sindaco riguardo alla convenzione da 700mila euro di costi previsti per le parti, aveva accusato la minoranza di “giocare sulla pelle dei più deboli, fregandosene delle conseguenze” (VEDI ancora l’articolo incriminato). Da provocatore come è suo costume.

Perché allora questa sparata? Questo far uso del missile intercontinentale per sparare a un moscerino? Proviamo a fare delle ipotesi, in base anche alla nostra esperienza ormai storica. Il blog quest’anno è al suo nono di età, con oltre 3mila articoli scritti; 18mila commenti. Nessuna condanna definitiva, delle due querele efettive una è ancora in corso (ma confidiamo in esito positivo), l’altra ha visto assolto il blog.

Nel frattempo in questo ormai decennio il blog ha subito attacchi di ogni tipo, decine di querele proposte che non hanno  avuto alcun seguito. Vi è stato dell’altro che non è il caso di rivangare. Diciamo che lo storico ci rende tranquilli. Ma torniamo alla domanda:

Perché?  Usare questi, che sono sostanzialmente mezzucci di poco conto, per intimorire i Cittadini? perché non si esprimano con critiche nei confronti del sindaco, della maggioranza? Per ridurre credibilità al blog?  Limitarsi all’annuncio, alla sua pubblicità e poi non farne nulla (dire che si fa la denuncia ma poi non farla). Che pensino di far cambiare metodo al blog, è da credere che neppure loro lo se lo aspettino.

Insomma mezzucci: invitiamo i Cittadini a procedere nelle loro lamentele o denunce; impegnarsi perché questo modo pedestre e gravemente manchevole di condurre la politica locale sia cambiato. Perchè vengano elette persone competenti, capaci, serie e coerenti. Di questo Buccinasco ha bisogno.

  1. #1 scritto da Max il 9 febbraio 2019 12:42

    Caro Luigi,
    trovo allucinante che si sprechino risorse pubbliche di tempo e denaro per una querela senza senso.

    La frase incriminata dalla proposta di querela descrive solo la realtà dei fatti raccontata ai lettori, proprio non se ne coisce il motivo.

    Oltretutto, senza offesa per il blog, ha un discreto seguito di lettori, ma certo non è il corriere della sera, nel senso che sulla popolazione di Buccinasco è seguito da una percentuale piuttosto bassa, pur facendo un ottimo servizio alla Comunitá, quindi certo non sposta un granché in termini di opinioni.

    Che si occupassero dei problemi seri della ns cittadina che sono tanti, invece di sprecare tempo e denari (nostri, dei cittadini) in attività limitative della libertà di opinione è molto somiglianti ad un tentativo di tappare la bocca a dei liberi cittadini che pagano gli stipendi a rischio questi signori.

    Tu continua così: “non ti curar di loro, ma guarda e passa” diceva il ns sommo poeta; sicuramente questo tentativo di tapparti la bocca, significa che stai svolgendo un ottimo lavoro.

    A presto
    Max

    RE Q
  2. #2 scritto da socrate lusacca il 9 febbraio 2019 13:23

    Cero Max, i numeri sono locali e relativi a una minoranza di persone.
    Come sempre però la comunicazione scritta, ha due pesi distinti:
    > la quantità di copie e di lettori, più conosciuta e apprezzata perché ha risvolti economici che decretano il successo e, nel caso di un periodico, il suo permanenre nel tempo.
    > la definizione di un target che si rivolge a una parte del pubblico. Limita i numeri, ma entro il target obiettivo ha un rilievo maggiore. Tanto più quando il target riguarda una fascia di qualità media, abituata a riflettere, vogliosa di sentire un pensare diverso, di approfondire.
    Quest’ultimo è un target che è portato a diffondere i suoi risultati, tende a diventare nella sua cerchia un punto di riferimento, un opinion leader (come si dice)

    Il modo frenetico, emotivo, urlato con cui oggi la comunicazione si diffonde, ha trovato nei social network lo strumento che più costruisce numeri.
    Micidiale il suo effetto sulla comunicazione emotiva, che spesso arriva al degrado, ad un parere, un pensiero che dura un’istante.
    Si stempera, sfugge, ma anche si radica: superficialmente quanto convintamente sul singolo.
    Ideale per la propaganda su un sistema che si regge sul suffragio universale. Ove conta il numero, la qualità vale zero… anche meno.

    buona giornata

    RE Q
  3. #3 scritto da Andrea D. il 9 febbraio 2019 21:44

    Da quel che leggo, la delibera non deve passare per il Consiglio è già esecutiva e dà mandato al Sindaco di procedere.

    di autorizzare il Sindaco a proporre, in nome e per conto del Comune di Buccinasco, nei confronti dell’autore del suindicato commento la querela di cui sopra;

    Di un’eventuale contro-denuncia per “calunnia” (reato grave conto il funzionamento della Giustizia che prevede pene fino a sei anni), se del caso (ma vivamente consigliabile qualora ne sussistano gli estremi), ne risponderà il sindaco e la giunta tutta.

    RE Q
  4. #4 scritto da socrate lusacca il 9 febbraio 2019 22:19

    Sappiamo, sappiamo circa la calunnia…
    ma non rientra nel mio modus operandi…
    Non assomiglio a nessuno della compagnia; nei comportamenti e nello stile.
    Quindi non sono affascinato da ipotesi del genere.
    valuteranno i legali se e quando chiamato davvero in causa…

    buna serata

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth