Via Di Vittorio è un flop? allora il sindaco gira la frittata

Il sindaco è per definizione Primo Cittadino di Buccinasco. Ci rappresenta tutti: 28mila residenti nel nostro comune hanno questo signore quale primo rappresentante. Dovrebbe tenerne conto, il medesimo Cittadino “eletto”: ricordarsi che si trova in quel posto avendolo lui richiesto, essendosi lui proposto. Cosciente che deve risponderne in termini etici e morali innanzitutto, oltre che giuridici.

Cosa sia Di Vittorio non è il caso di parlarne. L’azzeramento del viale alberato, deciso affrettatamente per ragioni di “circolazione ATM” si è rivelata un’operazione sbagliata. Non tanto e solo perché le minoranze hanno subito denunciato le carenze e la scarsa logica, il danno serio all’ambiente, 120 alberi sulla via ne cambiano in modo deciso il microclima oltre all’estetica:  un valore  che ha connotati urbani e di qualità intrinseca delle costruzioni che danno sulla via; penalizzazione anche economica.

L’aver posto la questione, l’aver continuato a parlarne, anche a causa di abbattimenti in altre vie, deve aver spinto il sindaco a modificare il tiro. Lo ha fatto  con una dichiarazione inserita entro un articolo/invettiva contro un Consigliere di minoranza, di cui ha bisogno di sminuirne il ruolo, accusandolo di falso. Forse non aveva di meglio, fatto sta che  così si esprime (fra l’altro):

“Entro fine marzo 2019 l’Amministrazione pianterà in via Di Vittorio 120 alberi di alto fusto – per la precisione esemplari di Liquidambar styraciflua, o Storace americano – già con un tronco di 21-25 cm di circonferenza e sei metri di altezza. A questi si aggiungeranno 38 arbusti”. (Intervista 4 febr 2019 Giornale dei Navigli)

Dopo averne abbattuti 118 dichiara che ne pianterà 120! Ha già scelto le piante, e ne parla. Non indica nel dettaglio la varietà  (l’altezza può anche superare i 30mt, ma vi sono tipi che non superano i sei metri. Staremo a vedere che varietà metteranno a dimora. Resta il fatto che l’albero scelto è davvero ornamentale, diffuso negli USA per alberature boschive che nel variare delle stagioni assumono colorazioni dal giallo all’ambra al rosso, generando un effetto cromatico davvero apprezzabile.

In ogni caso il sindaco avrà già risolto, è da sperare, le problematiche proprie di questa essenza del nuovo mondo. Il tronco tende a crescere in modo vigoroso, dalle dimensioni robuste; campa cent’anni e oltre, vi sono poi problematiche  che derivano dal sistema radicale: il problema sono le radici, che si sviluppano orizzontalmente, come viene descritto qui (VEDI):

I liquidambar si mettono a dimora definitiva in autunno o in primavera in un zona del giardino distante da strutture e vialetti almeno 3 metri per evitare che le radici superficiali che si sviluppano alla base del tronco possano causare danni anche seri. Se si intende creare una zona ombreggiata o un viale alberato la distanza minima tra un albero e l’altro non deve essere inferiore ai 6 metri.

Ora, l’abbattimento del viale alberato Di Vittorio, ha previsto la riduzione degli spazi verdi destinati ad aiuole da 150 cm a un metro o anche meno… Ma il sindaco queste cose le avrà fatte notare e avrà controllato le problematiche che insorgono: di sicuro. Cordoni di confine e vialetti sarebbero massacrati in poco tempo. Una distanza di sei metri, sarà poi compatibile con un totale di 120 alberi sulla via, frammisti ad arbusti diversi?

Ce lo spiegherà un’altra volta, facendo la sorpresa di comunicarcelo, quando deve far uso dell’argomento per dimostrare l’incompetenza di chi gli pone questioni di questo genere. L’effetto sorpresa di cui fa uso, funziona quando ascoltatori e lettori sono superficiali o distratti; mica sempre può andar bene e finisce con il doversi ulteriormente smentire. Che avvenga cambiando il tipo di pianta, la quantità o che altro:  si sarà smentito da solo, com’è naturale nel carattere del personaggio.

  1. #1 scritto da manolete il 6 febbraio 2019 18:13

    La Romanello l’ha promesso!
    Questa volta si incatenerà agli alberi in Via indipendenza, per impedirne l’abbattimento
    L’aveva detto anche in quel di via Di Vittorio! E mai pervenuta

    Ci troverà seduti in prima fila. Con popcorn birra e ..rutto libero

    Flop! Si gira!

    Con permesso

    RE Q
  2. #2 scritto da socrate lusacca il 6 febbraio 2019 21:42

    In questo blog il sedicente manolete è conosciuto. Conosciuto nella qualità di “si-fa-per-dire”, caratterizzato da alias anonimo che abitualmente esprime le “difese” di Pruiti, anche facendo uso, riferendosi a lui, della prima persona. Come fosse Pruiti medesimo a parlare, quindi.

    Oggi questo “signore” si-fa-per-dire, adesso si esprime riportando pareri che lascia intndere siano del Sindaco in carica.
    Facendolo nel modo greve, offensivo, da trivio, proprio del suo vocabolario.

    Senza che il sindaco medesimo, in altri casi, abbia sentito il dovere etico di prendere nettamente le distanze.
    Confidiamo, ci auguriamo, che lo faccia in questo caso, il sindaco.
    Noi conserviamo quanto ricevuto sul blog e dal blog trsmesso sulla nostra e.mail.

    Ciò detto due parole sul contenuto:
    Lo spregio verso chi ricopre un incarico pubblico, a nostro parere ha un significato evidente.
    L’argomento dell’articolo ha colpito nel segno, l’unica reazione che finora ne è venuta e qusta che pubblichiamo.

    Ai lettori le considerazioni sulla vicenda; nostro compito è far conoscere… perché è dalla conoscenza che derivano decisioni meglio ponderate.

    RE Q
  3. #3 scritto da Caterina il 6 febbraio 2019 22:07

    Manolete, che onore,
    ricompare quando la rabbia è incontenibile!

    Purtroppo il lavoro del consigliere Romanello a difesa del patrimonio arboreo di Buccinasco (o quel che rimane) contro i misfatti “verdi” dell’uomosega Pruiti urtano la sensibile personalità di Manolete???

    Ne sono addolorata…bugia, consiglio una dose di camomilla e l’accettazione del fatto che la politica pruitiana della cementificazione piace poco ai cittadini di Buccinasco
    il nervosismo del sindaco conferma ogni giorno che l’impegno della Romanello dà i suoi frutti!
    Con permesso…un caro saluto,

    Caterina

    RE Q
  4. #4 scritto da Max il 6 febbraio 2019 23:10

    Oh ma chi si sente: il mitico Manolete?
    Ma caro Socrate, se Manolete non è il sindaco posso liberamente esprimere il mio pensiero su Manolete senza temere di offendere una carica istituzionale pubblica, neppure querele?
    Male che vada mi querelerà Manolete cioè un privato cittadino come me.

    Bene, caro Manolete tutto questo astio contro una consigliera comunale che difende il patrimonio verde della ns cara Buccinasco, fa capire non solo che lei ha il cervello più piccolo di un’oliva, ma che sopratutto non conosce i fatti, compresa la strage di verde avvenuta nella ns città negli ultimi 2 anni.

    Lei mi sembra un povero sfigato, ignorante che usa solo blaterare a vanvera sui vari social senza un minimo di senso costruttivo.
    Oltretutto caro Manolete, denoti una personalità modesta di un uomo piccolo piccolo che ha seri problemi con la realtà: si faccia vedere da uno bravo, c’è ne sono di ottimi anche a Buccinasco.

    In bocca al lupo, sfigato

    RE Q
  5. #5 scritto da Saccavini il 7 febbraio 2019 10:08

    manolete (gli piace la minuscola, sul nome),
    è termine di fantasia,
    fa uso di indirizzi e.mail fasulli, oltre a nome inventato,
    fa di tutto per non riconoscersi,
    così può offendere senza conseguenze,
    così può esprimersi pescando nei termini triviali e descrivendo comportamenti incivili

    lo muove l’astio verso chi fa le pulci sulle sue dichiarazioni:
    in questo caso la scelta di una pianta ornamentale maestosa (intende fare colpo)
    ma del tutto inadatta al luogo cui dice di voler destinare,
    lo ha infastidito particolarmente.

    Ecco che dai bassifondi spunta il manolete si-fa-per-dire…

    buona giornata

    RE Q
  6. #6 scritto da Andrea D. il 7 febbraio 2019 23:18

    manolete chi? Quello delle ronde pseudo-padane?
    Ma lasciate perdere un codardo sub-normale, non vale nemmeno la pena di perderci tempo ;)

    RE Q
  7. #7 scritto da Saccavini il 8 febbraio 2019 09:47

    Andrea, nessuno darebbe il minimo di attenzione a un cittadino di Buccinasco,
    se sostiene cose variabili e dubbie..

    qui si da il caso che questo “cittadino” sia il sindaco,
    che esce con un’intervista su un giornalino locale
    intervista nella quale, come suo solito, gira la frittata e accusa di falso il Cosigliere Caterina Romanello

    …… siamo messi così ed è bene che i cittadini ne siano informati

    buona giornata

    RE Q
  8. #8 scritto da manolete il 8 febbraio 2019 10:28

    Andrea chi? Il tal“ fine dicitore?” il fuoriuscito? Il massone col grembiulino? Che ha preso 7 preferenze (dai suoi amici massoni et family) quando si candidò a sindaco di Buccinasco??
    Che pontifica sull’Italia e sul nostro Comune dall’alto dell’isola di Gozo.
    “Sic transit gloria mundi”
    Ma ci faccia il piacere!

    Ps.
    Che figggura di palta! L’ennesima! con quella di ieri in consiglio
    Ebbene, per info: FIGURE DI PALTA, telefonare Romanello.

    Conpermesso

    RE Q
  9. #9 scritto da socrate lusacca il 8 febbraio 2019 14:36

    Triste replica carica di offese dell’ineffabile manolete si-fa-per-dire….

    Pubblicato per conoscenza delle parti coinvolte ma soprattutto perché i lettori fedeli e consistenti
    abbiano un metro di valutazione circa queste miserie

    Incredibile questo “difensore” si-fa-per-dire di un sindaco nell’esercizio esercizio della sua funzione
    (enza che costui abbia nulla da dire…)

    davvero incredibile e triste

    RE Q
  10. #10 scritto da caterina il 9 febbraio 2019 10:45

    Carissimo Manolete,
    le figure di palta che colleziono in consiglio, come tu dici, sono i miei interventi che hanno successo solo quando il Sindaco nervoso replica con insulto e minaccia.
    Anche in questo Consiglio ho guadagnato l’ira del Sindaco, con il tallone d’Achille esposto sempre alle mie proteste politiche!
    La coda di paglia si incendia…brava Consigliere Romanello, ancora una volta hai riportato in consiglio gli errori politici di questa maggioranza e grazie Manolete per non averlo ancora capito!!!!

    Caterina,

    Con permesso, buona domenica!

    RE Q
  11. #11 scritto da manolete il 10 febbraio 2019 11:59

    “Carissima” biliosa Romanello,

    la tua invidia è evidenza,d’una venerazione segreta, per il Nostro Sindaco.

    Nascostamente,sei una persona piena di ammirazione nei suoi confronti. che senta di non poter diventare felice lasciandoti andare, e allora scegli di diventare invidiosa di ciò che ammiri».

    …………………………

    manolete è andato a prendersi uno o più testi altrui per deprezzare la Consigliera Caterina Romanello…
    Può farlo perché, agendo come manolete si-fa-per-dire, ha a disposizione tutte le forme e strumenti manipolando i testi (il copia e incolla)…
    abbiamo deciso di farne addirittura un articolo… riteniamo che i lettori lo troveranno interessante.
    esce in giornata:

    manolete riesce a scrivere seicento parole senza essere triviale (ma non è lui…)

    RE Q
  12. #12 scritto da socrate lusacca il 10 febbraio 2019 15:35

    Pubblicato l’opera che manolete ha copiato e riutilizzato.
    La domanda che resta:

    davvero fa così paura Caterina Romanello, al punto da compiere di queste azioni strampalate ?

    naturalmente paura e considerazione che vengono al manolete si-fa-per-dire
    mica al sindaco, …
    non si può dire (se venisse il pensiero a qualcuno dei lettori, lo tengano per se stessi)

    RE Q
  13. #13 scritto da Caterina il 10 febbraio 2019 16:54

    Ebbene sì,
    ammetto la mia venerazione per il mostro…ops nostro sindaco!
    A volte me lo sogno di notte!
    Ora che il segreto è svelato, ritroverà la serenità e la smetterà di sfogare la sua rabbia sugli alberi?

    Caterina innamorata e speranzosa…

    RE Q
  14. #14 scritto da socrate lusacca il 10 febbraio 2019 22:09

    Dato il personaggio manolete, io eviterei d’ironizzare.
    Può capire a rovescio e sarebbero problemi

    Mi piace la serenità con cui superi queste sparate che vorrebbero degradare e metterla in lite.
    per parlar d’altro ed evitare che si affrontino i buchi quasi quotidiani di questo amministrare…

    Non sarà un caso che questa elaborazione fasulla, venga pubblicata qui, ..
    forse con lo scopo di mettere la sordina su una querela dalle caratteristiche strampalate nei nostri confronti…

    buona serata

    RE Q
 
 

sottoscrivi il feed dei commenti

SetPageWidth