Villa Amantea e lo SPRAR… arrivano tempi grami? Si cercano sponsor

Una notizia che suscita attenzione perché riguarda anche Buccinasco. L’Associazione Villa Amantea, specializzatasi nell’accoglienza di minori immigrati, ha visto in passato quale animatore principale l’attuale sindaco di Trezzano Fabio Bottero. Politico PD di lunga data che tuttora alla associazione è interessato.

Il Comune di Trezzano ha ricevuto supporti economici di peso (inizialmente quasi 300mila euro) da governi trascorsi attraverso il sistema SPRAR (acronimo che significa Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati), struttura che ha finanziato abbondantemente il sistema all’italiana di confondere le acque per fare numero, mettendo in un unico calderone e finanziando rifugiati politici da guerre e persecuzioni con la migrazione economica (semplicemente spinti dall’interesse personale).

Buccinasco cosa c’entra? Ci ha pensato il duo Maiorano Pruiti, che ha messo a disposizione gratis la villetta sequestrata di via Nearco come residenza e sede operativa di sei rifugiati dalla Siria minori non accompagnati, con una convenzione tuttora operante. I minori originari probabilmente non sono più minori e saranno stati sostituiti. Ciò che conta è il numero, che giustifica l’impiego delle cifre messe a disposizione dal Ministero.

Con il Governo del Cambiamento la musica, come si sa, è cambiata e le cifre mese  disposizione del Ministero dell’Interno per lo SPRAR sono fortemente ridotte, se non prosciugate.  Il rischio di un consistente ridimensionamento se non la chiusura del rubinetto economico. Ecco allora che Villa Amantea ha pensato a uno sponsor che possa aiutare e lo ha trovato in Don Gino Rigoldi, noto animatore e promotore di iniziative soprattutto rivolte a carcerati e ex carcerati giovai, ma anche altro.

Per dare peso e notorietà  all’evento si è tenuta una riunione evento in una scuola di Trezzano (VEDI). La questione è semplice: si segnalano le incipienti difficoltà e si descrivono, molto genericamente, le cose che si fanno e intendono fare. Sempre senza numeri, dati, risultati: dove sono e cosa fanno questi  minori non accompagnati; dove e come si sono integrati. Quanto è costato globalmente e individualmente, visto che sono soldi pubblici.

Ciò che pesa in questo riepilogo, sono le persone che hanno presenziato, che vengono citatenell’articoletto di Pocketnews: Cominciamo dal Presidente Patrizia Ricciardi, esponente candidata PD a Trezzano; Franco Mirabelli, senatore e funzionario PD responsabile regionale antimafia; Vittorio Ciocca: preside della scuola a Trezzano, esponente di rifondazione e analoghi partitini.

Non potevano mancare i sindaci: Fabio Bottero per Trezzano, il duo Maiorano Pruiti per Buccinasco, che evidentemente caldeggiano il finanziamento SPRAR per l’Associazione Villa Amantea (che non rientra nel loro ruolo e compito, passato e presente). Insieme a questa sfilata di  “democratici di sinistra” che (senza uno straccio di relazione sul fatto e su ciò che si farà)  a scatola chiusa promuovono richieste di danaro pubblico, due parroci di Trezzano (per non lasciare isolato Don Gino Rigoldi?).

Tutta la comprensione e il dovuto riconoscimento all’attività ecclesiale e collaterale a questa,  che si impegna nel sociale supportando le criticità, alleviando e riducendo problemi esistenziali essenziali ai meno fortunati, agli ultimi. Troviamo per lo meno curioso che questa disponibilità sia così “facilmente” (il termine primo che ci viene : acriticamente) resa disponibile per iniziative che forse avranno qualche contenuto utile ma che si propongono di impegnare danari pubblici per fare “sociale” politicizzato, finalizzato al consenso.

Tag: , , , ,

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth