Pontirolo ONLUS: cosa è successo? L’ufficio stampa pubblica un comunicato


La questione Pontirolo è un pozzo nel quale ogni tanto Buccinasco ci mette soldi. È avvenuto altre volte e ne parleremo qui, adesso il sindaco esce on un comunicato che è da leggere (VEDI). lo riportiamo in parte con note in corsivo su quanto ci sembra tutt’altro che chiaro; poi parleremo dei precedenti.

I servizi erogati ai cittadini vanno pagati, la pubblica amministrazione non puo’ sottrarsi, in presenza di tutta la documentazione che certifichi quanto dovuto. Per questo, il Comune di Buccinasco ha pagato alla Fondazione Pontirolo la somma di 28.574,83 euro per i servizi di Assistenza Domiciliare degli anziani (SAD) e del Centro Socio Educativo (CSE) di Corsico anche ai propri residenti.

Come e’ noto, la Fondazione Pontirolo Onlus, costituita dai sindaci dei Comuni di Assago, Buccinasco, Cesano Boscone, Corsico e Trezzano sul Naviglio, gestisce la Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) Cascina Pontirolo ad Assago.

Negli anni scorsi l’assemblea dei Comuni del Piano di Zona (Ambito di Corsico – Assago, Buccinasco, Cesano Boscone, Cusago, Corsico e Trezzano sul Naviglio), hanno affidato per conto di tutti i Comuni del distretto (escluso Cusago) la gestione del servizio domiciliare degli anziani e del Centro Socio Educativo di Corsico, dedicato ai ragazzi con disabilita’ psichiche.

In un comunicato ufficiale del Comune, cosa vuol dire negli anni scorsi? Vi sarà un GG/MM/AA di delibera e  la corrispondente data di inizio del cambiamento. O no?

Nel corso del 2010 i servizi sono stati erogati regolarmente per una somma complessiva di 200 mila euro, da ripartire tra i Comuni in base alle Convenzioni stipulate dai Comuni.

Quindi siamo ai costi dell’esercizio 2010, maturati da Pontirolo ONLUS dopo l’erogazione, quindi nel 2011.

“A febbraio 2017 – spiega il sindaco di Buccinasco Rino Pruiti – e’ emerso che il pagamento di questa somma non era mai stato effettuato. Dopo due anni di incontri, e’ arrivato il momento di chiudere questa situazione: i servizi sono stati erogati ai nostri cittadini? C’e’ tutta la documentazione che lo certifica? Bene, vanno pagati, cosi’ ha fatto il Comune di Buccinasco. Non importa se la ‘dimenticanza’ risale al 2010 quando al governo della citta’ c’era il centro destra, ne’ a mio parere se allora fosse inopportuno e improprio affidare quei servizi alla Pontirolo. Siamo gente per bene, i debiti vanno pagati”.

La “dimenticanza” come la chiama il sindaco, sarebbe della gestione Commissariale Francesca Iacontini, entrata in carica a Febbraio 2011! E riportata nel bilancio al mandato Maiorano/Pruiti del 2012, oppure il debito non era iscritto a bilancio? Quindi al successivo mandato 2017… Pruiti/Arboit… di cui i sindaco non motiva i ritardi. Intende  far emergere questo debito come posta fuori bilancio adesso? I bilanci approvati in tutti questi anni cosa sono: pezzi di carta senza valore?

“Condivido la posizione del sindaco di Buccinasco – spiega Alessandro Quarta, componente del CDA della Fondazione Pontirolo nominato dal Comune di Buccinasco – e ricordo che all’unanimita’ tutto il Consiglio di Amministrazione ha deciso di chiedere ai Comuni di saldare quanto dovuto, anche su invito formale dei revisori dei conti”.

Che dichiarazione è, questa? Il componente del C.d.A. di Pontirolo ONLUS avrà chiesto gli estratti contabili della Fondazione (o non l’ha fatto?). Perché parla in termini così generici di una richiesta fatta a tutti i comuni coinvolti  e per la quale adesso, in Comune, emerge una posta da saldare?

Questo il comunicato del sindaco, oggi. Ma su Pontirolo, Città Ideale se ne è occupata in passato, non per 26mila euro, ma per ben di più e peggio. Ecco cosa risulta in un articolo del 23 Marzo 2014 (VEDI): riferisce quanto Maiorano esprime in Consiglio sulla gestione della Fondazione Pontirolo:

La notizia del Sindaco: è venuta da una onlus esterna cui Buccinasco partecipa. La Fondazione Pontirolo (insieme ad Assago, Corsico, Cesano e Trezzano) che dal 2002 è ricovero per anziani. Gestita da una cooperativa che, ci informa il Sindaco, ha avuto un’amministrazione “leggera” generando un buco da 300mila euro, non ha versato contributi ai dipendenti, più altre amenità del genere su cui non si sofferma e dice di non sapere bene.

Ed ecco il nostro commento d’allora: Sembra che verrà presentata una denuncia alla magistratura (sperabilmente prima che si concluda il presente secolo). E’ mai possibile che quando vi sono malversazioni per accorgersene si debba arrivare al dissesto?    Che non vi siano controlli?   Che non siano previste garanzie e fideiussioni?    Che i responsabili materiali di mancata vigilanza, di omissioni non paghino direttamente e subito, in forma automatica?   Che si debba andare in tribunale aspettandone i tempi biblici?  Che a pagare questi ladri, e a farne le spese, dobbiamo essere sempre noi Cittadini?

Ma torniamo alla gestione Maiorano/Pruiti e quali espressioni sono state espresse dal sindaco al riguardo di questa faccenduola da 300mila euro di nostre tasse: Torniamo al Sindaco e raccontiamo cosa ha detto (riferendosi al Luglio 2013) (VEDI con qualcosa come 23 commenti, fra cui sindacalisti):

Gli ultimi tre bilanci della fondazione erano in rosso e il bilancio 2012 in modo pesante Già a Luglio 2013 la conferenza dei sindaci (Trezzano, Assago, Corsico, Cesano, Cusago) ha fatto emergere: eccessive assunzioni a tempo indeterminato con il sospetto che fossero di natura clientelare. Erogazioni, prebende fuori controllo in capo all’apicale responsabile; la necessità di un intervento che modificasse o superasse la situazione.

Non è che il vicesindaco d’allora, primo Cittadino oggi, avrà la sensibilità etica, contabile e politica, di far luce davvero su tutta la faccenda? Che in Consiglio, per una volta, prenda sul serio i suoi doveri d’informazione, mettendo tutto sul tavolo. Proprio tutto e certificando tutte le operazioni contabili che riguardano la Fondazione Pontirolo a partire dal 2010?

  1. #1 scritto da Cesare il 25 gennaio 2019 10:24

    Buongiorno sig. Saccavini,
    un mio personale parere, mi sembra che questa giunta (metto tutta la giunta) autorizzi a cuor leggero tutte le forme di pagamento, tanto non sono soldi loro, spero soltanto che almeno uno sguardo alle carte lo diano, e spero che quello che leggono, lo capiscano perché mi sembra che siano un pò troppo “LEGGERI” con i soldi della comunità.

    Porto ad esempio anche i lampioni sulla strada accesi di giorno, i lampioni del cimitero alle 11,00 di mattina e con il sole da più di un mese sempre accesi, il contatore è a nome del sindaco? o qualche membro della giunta?
    Buona giornata
    Cesare

    RE Q
  2. #2 scritto da socrate lusacca il 25 gennaio 2019 10:46

    Ciò che poi è davvero un infortunio grave, molto grave,
    resta vantarsi di un pagamento di dieci anni fa,
    che sembra in questi dieci anni non essere stato messo mai in bilancio
    (tanto paradossale da parere incredibile)

    per giunta trova la maniera di attribuire la colpa alla giunta di destra!
    Che in questo caso proprio non c’entra niente…

    in un comunicato di 300 parole riesce a combinare un insieme di cui
    davvero non deve andare fiero…

    buona giornata

    RE Q
 
 

sottoscrivi il feed dei commenti

SetPageWidth