I post di Socrate hanno ricevuto 7000 “Mi piace” (ci comunica facebook)

Una notizia che fa piacere e sarebbe improprio nasconderlo. Il sito Città Ideale mantiene 1.200 accessi unici mensili, il che per un blog tradizionale riteniamo un buon esito, visto lo spostamento degli accessi verso i social network che attraggono per la varietà e la sinteticità, il che li rende più pratici, più fruibili.

Siamo sbarcati su facebook dal 2016; quindi per ottenere il risultato di 7.000 “mi piace” che ci comunica facebook abbiamo impiegato due anni. Lo riteniamo un buon risultato, e cerchiamo di motivare la nostra soddisfazione (che non è personale, o solo personale, ma soprattutto di merito e contenuti, per questo ne parliamo).

Socialnework è sinonimo di essenzialità nel comunicare; se si superano le cento battute, così viene detto, non si viene letti. C’è del vero, anche se la tendenza forse ancora maggioritaria, non è sinonimo di successo. Noi ci siamo ripromessi di trasferire i contenuti e le nostre riflessioni entro facebook, nell’intento, o meglio nella speranza, che si potesse migliorare il livello di comunicazione e riflessione.

Quei settemila “mi piace” ci sembra dimostrino che il pubblico che frequenta facebook non riguarda solo accessi frettolosi e superficiali. Una quota, che speriamo crescente, comincia a far uso del mezzo per un colloquio a distanza, meno emotivo, che si può tradurre in un arricchimento nozionale e di contenuti, non solo per i due che si confronto, ma anche per i lettori.

Ci piace pensare che socialnetwork tenda a segmentarsi per categorie, per temi, e per contenuti, fornendo a ciascuno, secondo i propri interessi e orientamenti, il proprio spazio utile, su cui vale la pena accedere e tornare. Un percorso ancora non concluso, che sta procedendo, ma mano che l’esperienza auto educa ciascuno secondo le proprie inclinazioni.

C’è poi dell’altro, che riteniamo di interesse, ed è il tema locale. Se dobbiamo segmentare per categorie i “mi piace”, Buccinasco è senz’altro l’area maggioritaria, se non altro per i contenuti dei post che vengono trattati. Fattore che rende ancor più di interesse il dato che ci comunica facebook.

Se poi a questo aggiungiamo il fattore inespresso (i lettori che non esprimono un giudizio), la quantità della comunicazione aumenta alle diverse decine di migliaia (se il “mi piace” fosse uno su cinque, saremmo a 35mila; su dieci: 70mila. La comunicazione virtuale (ma neanche tanto) del terzo millennio si può percepire come fattore di rilievo, non trascurabile.

Un invito quindi a valutare l’accesso, a sperimentarlo. A misurare le comunicazioni (i post); i commenti; il metodo con cui esprimersi e incidere. Non è più solo scrittura, il social network, ma è già il nuovo strumento di comunicazione, una disponibilità che aumenta le nostre conoscenze, che fa crescere tutti. Basta farne uso  non banale o emotivo, non limitarsi alla reazione del momento.

Grazie comunque a tutti i miei conoscenti virtuali; senza distinzioni

  1. Non vi è ancora nessun commento.
 
 

sottoscrivi il feed dei commenti

SetPageWidth