Amianto: dai e dai, alla fine i Cittadini obbligano il sindaco a intervenire

Chi consultasse Città Ideale alla voce: amianto, troverebbe una ventina di articoli. Non stiamo lì a rifare la storia, limitianoci agli ultimi sei mesi: si può così capire la spinta, l’attenzione di BucciRinasco sul tema amianto, rivolta ai nostri amministratori. Che fino a ieri si sono letteralmente rifiutati di compiere qualcosa di concreto. Hanno sempre remato contro. Elenchiamo i titoli degli ultimi tre; chi vuole vada a leggere:

(VEDI) 20 Gennaio 2018 AMIANTO A BUCCINASCO: IL POCO O NULLA FINORA, SOSTITUITO DA UNA STRUTTURA EVANESCENTE
(VEDI) 04 Febbraio 2018 LA SALUTE DEI CITTADINI È UN OPTIONAL?
(VEDI) 27 Marzo 2018 L’AMIANTO CHE È IN GIRO A BUCCINASCO È COSA SERIA

Ricorderemo tutti il contratto con un’associazione romana che funge da centralino per rispondere ai Cittadini che avessero preoccupazioni dall’amianto (“non abbiamo competenze nel nostro municipio”). Una serata per tranquillizzare i Cittadini preoccupati durante la quale erano tutti esperti ma mancavano i medici specialisti sulla materia; andata quasi deserta!

BucciRinasco ha inoltrato l’interrogazione. Molto ben argomentata, nella quale si pongono questioni serissime (VEDI)I Cittadini si sono stancati e hanno fatto l’ennesimo esposto all’ATS (Agenzia Tutela Salute), la quale, riguardo all’immobile interessato dice ilgiorno, si è espressa in questo modo:

“Il nostro ente è a conoscenza del problema dal 2009. … Ats ha provveduto, nel corso di questi anni, all’invio all’amministrazione di svariate proposte d’intervento al fine di sanare la situazione. … ATS aveva inviato un’ulteriore nota, a Ottobre 2017, per invitare l’amministrazione ad adottare una serie di provvedimenti , ribaditi in un’altra comunicazione spedita giorni fa”.

Il sindaco preso in castagna, è finalmente costretto a intervenire e deve farlo come proposto da tempo da BucciRinasco. Archiviate le pratiche dilatorie e tranquillizzanti, vista la risposta pubblica dell’Agenzia Tutela Salute), che sottolinea le serie responsabilità in capo alla sua amministrazione, arriva la svolta di 180 gradi:

“Procederemo subito con le ordinanze  di chi non ha ancora provveduto a eleminare e smaltire l’amianto. Nel frattempo sanzioneremo chi non ha ancora denunciato l’indice di degrado dei propri manufatti. … sono state inviate in questi anni 200 comunicazioni; 93 destinatari hanno rimosso l’amianto, 36 hanno dichiarato di non avere materiale pericoloso, altri non hanno mai risposto.”

Parole di sindaco. Che è stato costretto dall’attenzione dei Cittadini a rispettare ciò che è suo dovere nella tutela dell’interesse per la salute della cittadinanza. Sottovalutazione o altro? ciascuno si farà la sua opinione. A noi interessa sottolineare che anche in questo caso (come in altri diversi), l’impegno dei Cittadini e di BucciRinasco, l’attenzione al territorio, insistendo senza demordere, alla fine vince. Vincono i Cittadini, migliora Buccinasco.

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth