Anticorruzione e riciclaggio: la politica ha trovato la soluzione….

Dobbiamo scusarci con i nostri lettori, perché questa riflessione ci fa venire alla mente una delle frasi attribuite al compianto Andreotti: “a pensar male si fa peccato, però spesso ci s’indovina”.  Riepiloghiamo un poco:  a fine anno scorso viene approvata in via definitiva la legge che istituisce il whistleblowing (la denuncia anonima): la possibilità per dipendente o Cittadino che ha rapporti con la P.A. di inoltrare denuncia anonima.

Negli USA la denuncia anonima è legge da 150 anni! non solo. Ma chi inoltra denuncia e fa recuperare soldi all’amministrazione, oltre all’anonimato, ha diritto a una percentuale consistente. Da noi èdiventata legge su proposta di un deputato M5S, presentata nel 2013…: Francesca Businarolo, che ci piace ricordare di nuovo (VEDI qui l’articolo 17 11 2017).

Nel nostro municipio, con il Segretario generale che tutela la legittimità degli atti, è appena stato approvato il programma triennale anticorruzione. Che a questa nuova legge non si richiama, anche e fa uso del termine inglese: siamo rimasti fermi a un formulazione del 2001, con una tutela dell’anonimato che fa ridere i polli. Guardate cosa dice il piano appena approvato (par. 7.11 pag 13.. Tutela del dipendente che segnala illeciti):

La tutela dell’anonimato non è sinonimo di accettazione di segnalazione anonima; la segnalazione deve provenire da dipendenti individuabili e riconoscibili

Con supremo sprezzo del ridicolo. Quindi la legge, per i dipendenti del Municipio, riporta cose improprie o superate. Però la legge, lungamente contrastata da larghe fasce dei politici locali e non, ha fatto muovere la politica per individuare una soluzione che potesse tenere sotto controllo le denunce anonime che la legge adesso prevede. Ecco la soluzione trovata.

Un programmino di proprietà ANCI (associazione comuni, gestita da sindaci). A pagamento il comune può ottenere i terminali di accesso, da cui le denunce vengono inoltrate all’ANCI, che provvede garantendo l’anonimato (VEDI). Certo, è meglio che essere costretti a mandare la denuncia al proprio capo ufficio, ma sempre entro la politica siamo… il dubbio che qualcuno dia un’occhiata e avverta, sarà un pensar male, ma….

Naturale che il nostro comune abbia prontamente aderito a questo accrocchio, con una determina  in questi giorni, un abbonamento triennale, insieme a altri due sempre triennali che riguardano altro. Costo totale 8.500 euro…. Viene facile un suggerimento diverso e più semplice.

Noi ci permettiamo di consigliare vivamente dipendenti, funzionari o soggetti che comunque hanno a che fare con la nostra P.A., nel caso assistano o vengano a conoscenza di comportamenti corruttivi o comunque dannosi per il Comune,  di rivolgersi direttamente all’ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione); qui dovremmo essere in una botte di ferro. Senza obbligo di farsi riconoscere dal Segretario Generale o dal proprio capo ufficio.

Naturale che questa materia, anticorruzione, diritti e doveri, ecc. non la si trovi fra i temi che gli eventi di questo mese hanno riguardato la volontà ferma, categorica, imprescindibile, assoluta, totale di lotta contro la mafia. Anzi al plurale, alle mafie.

Tag:

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth