Il mestiere dell’antimafia politicizzato pensando al consenso: cattivo servizio allo stato di diritto

Pruiti, nostro sindaco grazie all’appoggio datogli da PD (se no, con la sua lista avrebbe avuto forse un Consigliere), pensa di irrobustire la sua immagine facendo ammuina con la provocazione sull’antimafia. Ne abbiamo già parlato (VEDI), continueremo a farlo perché sia chiara l’illogica sua posizione, costruita sulla sabbia, inventandosi eventi e trovando giornali che gli danno spazio (VEDI).

Replichiamo qui e, per quel che serve, invieremo queste considerazioni al giornale su cui le notizie sono apparse:

Rocco Papalia ….  vuole poter utilizzare il cortile della villa di via Nearco, dove vive con la moglie, ma che per metà gli è stata confiscata.

Il Cittadino Papalia non fa causa al Comune ma ha chiesto in sede civile che gli sia consentito l’uso delle parti comuni della villetta (a quel che si comprende). È azione legittima, non può essere contestata; a decidere non può essere il sindaco, ma un giudice. Il sindaco compie azioni poco coerenti riguardo allo Stato di diritto.

Papalia non ha digerito l’ultima iniziativa del sindaco Rino Pruiti che oggi mercoledì 21 marzo, nel Giorno della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti della mafia, ha voluto riunire per la prima volta la Giunta comunale proprio nel cortile della villa. “afferma Papalia:…“Non mi interessa, per me qua possono invitare pure il Papa”.”

Il giornalista metta d’accordo se stesso con ciò che scrive: non ha digerito cosa? agisce come un Cittadino che con coerenza attende le decisioni della magistratura. Il problema dove sta?   Il sindaco può esserne dispiaciuto, magari anche gli occupanti. Rilevarlo sarà legittimo, compiuto fuori le righe:  azione dal sapore vagamente vessatorio, pur di fare notizia, di ottenere visibilità.

Il primo cittadino si dice poi preoccupato perché “se ci fosse una sentenza che ci obbliga a mettere in comune questi spazi, io non posso lasciare dei minori a contatto con un pregiudicato”. “Finché io sarò sindaco lui non potrà usare questo cortile – conclude Pruiti – e magari un domani qui potremo celebrare dei matrimoni”.

La convenzione del Comune con la coop Villa Amantea, mette a disposizione della medesima i locali perché ne faccia uso per l’accoglienza di minori non accompagnati. Chi è responsabile, e gestore, è la coop Villa Amantea, che potrà decidere, dopo la sentenza del magistrato in merito alla richiesta del condomino di fatto. Il sindaco non ha responsabilità e la questione riguarda altri. Protagonismo improprio?

“Effettivamente il cortile non è mai stato confiscato – spiega l’assessora – e risulta uno spazio comune dal punto di vista catastale. Ma la famiglia Papalia non ha motivo per utilizzarlo: i box sono stati sequestrati e non ci sono ingressi. L’avvocato del Comune ha proprio proposto di mantenere le cose così come stanno: noi ci teniamo il cortile, i Papalia la parte frontale. Ma a loro non è andato bene”.

Chi spiega la questione è l’Assessore antimafia, nominato dal sindaco con questo incarico.  Allora: questo di Papalia è un diritto, oppure lo Stato ha Cittadini diversi? Dice che doveva rimanere in carcere 120 anni: la maggioranza dei Cittadini è d’accordo, ma le conseguenze del fine pena, il sindaco (e il suo Assessore) le deve rispettare e difendere, per tutti i suoi Cittadini.

L’uso delle parti comuni l’Assessore lo lasci decidere a chi ne ha titolo: non ha facoltà ne potere per esprimersi in merito. Si appelli invece con l’organismo dello Stato che ha preso una decisione incomprensibile, subendo una divisione d’immobile che era unito (mentre al riguardo chi amministra non reagisce e non informa).

L’affermazione di Papalia: “la ‘ndrangheta siete voi”, nel suo semplice esprimersi  vuol significare (per il tramite del giornalista con cui parla)  che in questo modo è il sindaco che sta agendo fuori dalle leggi dello Stato. Per come si sta comportando il nostro primo Cittadino, genera l’effetto di farne un soggetto prevaricato dal potere costituito: da lui. Se ne rende conto il sindaco? Probabilmente si, ma a lui interessa la visibilità … a nostro parere si sta servendo di coloro che nel suo gioco ci cascano (giornalisti compresi).

Tag:

  1. #1 scritto da Isaac Newton il 24 marzo 2018 19:12

    Già, nel suo semplice esprimersi ..
    Sceneggiata “napoletana” degli Assessori !

    RE Q
  2. #2 scritto da socrate lusacca il 24 marzo 2018 23:45

    Un avviso ai lettori:
    l’alias è sconosciuto; la email con cui scrive è di dubbia origine.
    Quella degli Assessori (sindaco e assessori in trasferta in locale in proprietà del comune, ma locato ad altri) non è una sceneggiata…
    lo sarebbe se fossero tutti al teatrino delle marionette

    poiché stanno svolgendo una funzione pubblica, in rappresentanza di tutti i cittadini,
    potrebbero agire in modo più rispettoso delle regole,
    della loro funzione,
    dei cittadini e di Buccinasco.
    Oltre tutto, gli assessori potrebbero (o dovrebbero?) in casi del genere, dare qualche segno di personalità non succube (in flebil voce, o meglio silenti, facendo parlare i fatti).

    RE Q
  3. #3 scritto da socrate lusacca il 5 aprile 2018 23:18

    Ecco che tutta la montatura messa in atto dal sindaco sulla protervia del Cittadino condomino di via Nearco 6, giunge alla sua logica trattazione civile:
    Il comune è stato chiamato a un procedimento di mediazione richiesto dal condomino al tribunale.
    … e la Giunta adesso attesta che gli conviene presentarsi perché (ecco la delibra che incarica l’avvocato):

    CONSIDERATO che, ai sensi dell’art. 8, comma 4-bis, del sopra citato D.Lgs. 04/03/2010, n. 28, “Dalla mancata partecipazione senza giustificato motivo al procedimento di mediazione, il giudice può desumere argomenti di prova nel successivo giudizio ai sensi dell’articolo 116, secondo comma, del codice di procedura civile”;

    Una procedura così logica e pacifica cui è giocoforza adeguarsi, perché non si tratta di nulla di meno (o di più) che una normale questione di condominio e spazi comuni.

    E tutto il can can, i giornalisti, gli articoli, le interviste,….
    Chissà se qualcuno adesso pubblicherà qualcosa.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth