Strade, neve, danni, comunicazione: BucciRinasco chiede efficienza

Signori Consiglieri, invio in allegato una comunicazione urgente di Buccirinasco sulla condizione delle strade di Buccinasco.    Data l’urgenza e la mancata convocazione del Consiglio Comunale di Marzo,spero possa servire come esortazione ad agire con tempestività, al fine di provvedere alla risoluzione del problema.    Chiedo Quindi una condivisione da parte di tutti.     Grazie per l’attenzione. Cordialmente. Caterina Romanello

BucciRinasco

AL SINDACO Del Comune di Buccinasco Rino Carmelo Pruiti

All’assessore ai LP, David Arboit

Al Responsabile del Settore, Dott.ssa Rossana Gnasso

Buccinasco 20 Marzo 2018    COMUNICAZIONE URGENTE

Oggetto: stato pericoloso delle strade (anche a seguito dei due giorni di neve trascorsi)

PRESO ATTO CHE

Diverse strade di Buccinasco si trovano oggi in uno stato davvero precario, con numerose e spesso profonde buche lungo il percorso, senza interventi significativi nonostante la crescente condizione di degrado:

CONSIDERATO CHE

La situazione è seria, tale da poter essere causa di mancata tenuta di strada o di improvvise e imprevedibili spostamenti dei mezzi nel tentativo di evitare le buche, con conseguente pericolosità per la circolazione e per le persone;

RILEVATO CHE

Fino ad oggi nessun avviso risulta esposto (o comunque non è stato rilevato da nostre verifiche);

SI RICHIEDE

L’immediato urgente intervento in sequenza, che riguardi:

Ø l’immediata messa in sicurezza nei modi proprio che la Polizia Locale riterrà opportuni, anche escludendo dal transito le aree più pericolose ove necessario;

Ø la sistemazione provvisoria ad effetto immediato provvedendo alla copertura;

Ø la sistemazione definitiva nella modalità più efficace ed efficiente per il ritorno alla normalità:

INOLTRE E IN PARTICOLARE

Tra i percorsi stradali oggi così ammalorati vi sono anche tratti di recente totale o parziale rifacimento del manto stradale, diciamo negli ulti 36 mesi;

Il sindaco e l’amministrazione consideri inoltre doveroso provvedere a un esame sistematico, nello specifico di queste strade, rivolgendosi agli uffici tecnici esterni, mediante carotaggio, granulometria e ogni altra verifica volta ad appurare la perfetta esecuzione dei lavori, all’epoca eseguiti e regolarmente saldati dall’amministrazione pro tempore.

Operazione preliminare ma doverosa e opportuna al fine di richiedere, come senz’altro bandi e capitolati prevedono, il totale e perfetto rifacimento delle opere che l’indagine tecnica dovesse rilevare carenti o difformi da un lavoro eseguito a regola d’arte.

Distinti saluti

BucciRinasco Il Consigliere  Caterina Romanello

Nb Copia della presente interrogazione urgente è inviata a tutti i Gruppi perché possano condividere e comunicare l’adesione alla richiesta, nell’interesse della cittadinanza tutta

  1. #1 scritto da socrate lusacca il 27 marzo 2018 11:07

    ecco cosa ci piace di un sindaco, indipendentemente dal colore che porta:
    si tratta del sindaco di Roma Capitale che descrive la situazione, a Roma….

    Quando i lavori di rifacimento delle strade sono fatti male, dopo poco tempo si creano le buche, l’asfalto si deteriora velocemente. E, se sono fatti male, vanno rifatti dalle aziende che non hanno rispettato il contratto. È una regola semplice che stiamo cercando di far rispettare.
    di Virginia Raggi

    quanto ci piacerebbe che analoghi controlli fossero praticati in modo ordinato e efficiente,
    non punitivo, sia chiaro, ma metodico.
    L’impresa che esegue deve sapere che se il lavoro non è compiuto a regola d’arte,
    può succedere che debba rifarlo a sue spese (col rischio di dovere anche pagare i danni)

    Non si tratta di dare le colpe agli altri ma di descrivere la realtà: prima i lavori per rifare l’asfalto erano diventati un bancomat per aziende che non facevano bene i lavori. Non lo diciamo noi ma lo attestano condanne della magistratura.
    di Virginia Raggi

    Il modo, l’unico è il più concreto, visibile e efficace, è compiere questo dovere da parte di chi amministra.
    Attendiamo risposte

    RE Q
  2. #2 scritto da Miserabile di Montecristo il 27 marzo 2018 12:50

    Caro Saccavini, da quanto mi risulta Buccinasco un Sindaco così lo ha certamente avuto,
    tal Lanati.

    Ne conviene?

    RE Q
  3. #3 scritto da Saccavini il 27 marzo 2018 14:11

    Quando è stata la sua stagione,
    sebbene fossi già a Buccinasco,
    della vita locale non mi interessavo troppo…
    (complice un’attività, un lavoro che assorbiva molto, quasi tutti i miei interessi)

    Ho imparato a conoscerlo dopo, l’ex sindaco.
    Posso adesso dire la mia impressione
    (qualcosa di Buccinasco in questi anni ho imparato a conoscere)

    Un sindaco imprenditore,
    che agisce proprio come Cincinnato:
    che copie la sua opera gestendo il municipio come fosse un’azienda.
    realizzando molto, risparmiando molto,
    lasciando un comune più ricco, gestito molto meglio.

    Oltre alle qualità personali credo che l’esperienza d’impresa conti molto nelle scelte di una gestione
    in un comune che cuba 30milioni l’anno di spese 150milioni in 5 anni.
    Un risparmio (o migliore allocazione di risorse) nel tempo fa la differenza.
    un 10% meglio speso fa 15 milioni di ricchezza in più, di minori tasse da pagare…

    mentre questi inconsapevoli d’oggi spendono 600mila euro assumendo personale
    (senza una motivazione degna di questo nome, che giustifichi la spesa)

    siamo su due pianeti diversi….

    buona giornata

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth