#Retelavoro e Sportello Lavoro del Municipio: incompatibilità?

L’iniziativa #Retelavoro promossa da Alberto Schiavone non ha avuto una buona accoglienza dalla maggioranza quando l’estate scorsa si sono svolte le elezioni comunali. Estranea  alla gestione Maiorano Pruiti, allora si pensava: fastidi di natura elettorale; cercare di mettere fumo su un’iniziativa di impatto sociale e comunicativo, che portava via voti.  La sinistra è da sempre gelosa delle iniziative “sociali”, convinti come sono che queste possono essere solo loro, sul lavoro poi…

L’iniziativa #Retelavoro è proseguita anche nel dopo elezioni: Pruiti vince, ma c’è questa proposta #Retelavoro che non è loro, che prosegue,  esterna alla maggioranza (Schiavone direbbe dell’opposizione). Il solo fatto che prosegue un’iniziativa che riguarda il lavoro, fuori da coloro che sono i depositari del lavoro, disturba. Disturba parecchio.

Tanto più che, usando nostri soldi, nostre tasse, la maggioranza da almeno cinque anni spende circa 100mila euro l’anno, con un’istituzione municipale che ha il nome Sportello Lavoro.  Ne abbiamo già parlato: un’inutile e superflua struttura che potrebbe benissimo funzionare a costo zero, con le agenzie interinali, con cui coordinarsi.

I marpioni del lavoro di sinistra cosa hanno pensato? un proposta a Schiavone di agire insieme con la sua #Retelavoro,  sostanzialmente inglobandola (VEDI, perché ne abbiamo parlato un mese addietro, facendo gli auguri e prevedendo problemi). Problemi  che infatti sono arrivati molto presto; più di quanto ci si potesse aspettare. Ecco come la racconta ora Schiavone, su facebook:

Per ora con l’amministrazione comunale di Buccinasco nessuna possibilità di collaborazione sul tema lavoro! (Vi prego di leggere e condividere il più possibile, grazie a tutti).

Con l’arrivo della prima tornata elettorale sono (ri)spuntati i soliti noti, coloro i quali vorrebbero dare insegnamenti agli altri, a merito della loro morale. Quelli del piantiamo gli alberi, dipingiamo muri, mostriamoci al servizio della comunità. Quelli che in realtà la sola che sanno fare davvero bene è calunniare, in modo rancoroso e gratuito, gli avversari. Essendo costoro sostenitori della maggioranza politica che governa Buccinasco, purtroppo non sono in grado di capire che spesso i loro attacchi gratuiti, odio travestito da impegno sociale, vanno a discapito della comunità, dei tanti cittadini incolpevoli che pagheranno il prezzo di tutto questo, della “stoltezza” altrui.

Quindi adesso niente più collaborazione per la questione #LAVORO con chi amministra il Comune, andremo avanti da soli #insieme noi cittadini, come sempre del resto, perché evidentemente solo su di noi possiamo contare!

Morale? Adesso tocca a voi farvi sentire su questa storia, posso solo aggiungere che personalmente sono, ormai, stanco di farmi prendere per i fondelli da chi si finge interessato ai veri #problemi della #gente ma alla prova dei fatti tira i remi in barca, sarà molto difficile che io ci caschi ancora, mi spiace per quelle persone in gamba, dall’altra parte, che come me ci avevano creduto ad una collaborazione seria per aiutare i cittadini.

Peccato! Io e tutte le persone che partecipano insieme al nostro gruppo di amici , che mi supporta sempre con fatica e impegno più che encomiabili per il bene comune e che non finirò mai di ringraziare , intanto, siamo tornati su #ReteLavoro …. VI SIAMO  MANCATI?

C’è sempre l’amaro che resta in bocca quando la buona fede, la ricerca de ben fare per la Comunità si trova di fronte comportamenti strumentali che hanno lo scopo di emarginare. Non sappiamo in dettaglio come sia andata e quali siano le ragioni di un ritorno di Schiavone sui propri passi . Quali che siano le storie minute, è esperienza che aiuta, fa crescere e fa capire ai Cittadini tante cose…  compresa l’inutilità costosissima dello Sportello Lavoro.

Con gli auguri a tutti coloro che a Buccinasco il lavoro lo stanno cercando… Non si stanchino e si rivolgano a tutte le sedi possibili… in attesa che maturino criteri e gestioni manageriali in grado di proporre risposte concrete e passi avanti autentici, verso la crescita e lo sviluppo.

Tag:

  1. Non vi è ancora nessun commento.
 
 

sottoscrivi il feed dei commenti

SetPageWidth