Trasporto pubblico: un buco nero di cui mancano riscontri

ATM e Buccinasco sono un binomio straordinario  per i rapporti economici che intrattengono fra loro. Sono alcuni anni; si inizia il Luglio 2012, appena insediatosi, il nuovo vicesindaco, ora promosso alla diretta gestione del Municipio  (per meriti riconosciutigli dal PD, non certo dagli elettori, che lo hanno gratificato di un consenso inferiore a gruppi dell’attuale minoranza, ad esempio M5S e BucciRinasco), in assenza del suo capo Maiorano che riposava in montagna, ha sottoscritto un contratto capestro.

Contratto giacente in Municipio da qualche anno; che si era rifiutato di sottoscrivere Cereda; che il Commissario Iacontini ancor meno si era sognato di firmare. Contratto che obbliga il Municipio a versare una cifra stratosferica (iniziali 300mila euro l’anno poi divenuti circa 500mila). Tutto perché ATM arrivi a Buccinasco. Contratto forse scaduto, se non ci è sfuggito.

Oltre allo sproposito di una tassa per avere il trasporto ATM, il contratto Pruiti prevede il biglietto extraurbano (a differenza di Corsico, ad esempio). Quindi gli abbonamenti di Cittadini e studenti costano salati: 372 euro, come spiega la determina 34 pubblicata il 24 Gennaio. Sono stati 1173 gli abbonamenti che ha incassato ATM… quindi: euro 436.356 ….

Quindi: ATM si prende un diritto fisso spropositato, pagato con le nostre tasse dei Cittadini, perché possano avere il servizio. Poi ATM incassa, per i soli abbonamenti studenti, dai Cittadini di Buccinasco, altri 450.000 euro. Infine incassa i biglietti dei Cittadini di Buccinasco a prezzo extraurbano!

Un’Amministrazione degna del ruolo cosa farebbe? Come dovrebbe agire, nell’interesse dei Cittadini? Proviamo a descrivere i passi necessari che una sana amministrazione sarebbe tenuta a compiere (invitiamo sindaco e Giunta a prenderli in considerazione):

  1. Chiedere preventivi diversi per un servizio alternativo di navetta che colleghi Buccinasco con i comuni confinanti alle fermate di servizi pubblici;
  2. Incontro con ATM (comune di Milano) per defnire il perimetro economico del problema: quanti i costi fissi, quanti gli utenti e gli incassi sulla tratta Buccinasco, quanti gli abbonamenti;
  3. Mettere sul tavolo le alternative economiche ottenute e..
  4. Definire il costo per gli utenti che Buccinasco è disponibile a stabilire per ATM;
  5. Quindi presentare le condizioni ottenute in Consiglio perché scelga l’alternativa migliore

Invece di agire in questo modo, ecco la delibera appena pubblicata, da leggere per la sua logica perversa: anziché discutere con ATM,  i nostri Amministratori prendono dalle nostre tasche altri 115mila euro e passa per rimborsarli a chi fa gli abbonamenti!! Giusto che i nostri Cittadini paghino di meno, ma non dando le tasse di tutti a chi fa l’abbonamento (dai costi esagerati stabiliti da ATM)!

- che tra le spese correnti è stato stanziato  un importo pari a 115.000,00 euro quale contributo integrativo da riconoscere ad ogni singolo studente e € 3.000,00  quale contributo integrativo da riconoscere ad ogni singolo anziano di età superiore ai 65 anni che nell’anno corrente faranno richiesta per ottenere l’abbonamento Atm;

- che l’Amministrazione Comunale ha deciso di riconoscere ad ogni singolo utente avente diritto, che nell’anno 2018 farà richiesta per ottenere l’abbonamento annuale ATM di euro 372,00, un contributo pari a 100,00 euro;

Oltretutto se ne vantano i nostri Amministratori: guardate come siamo bravi. prendiamo 115mila euro dalle vostre tasse e rimborsiamo agli studenti 100 euro dei 372 dell’abbonamento che  avete pagato a ATM!! Se ne vantano anche perché, dicono, così gli abbonamenti che incassa ATM aumentano, contenti di averle fatto guadagnare di più, con le nostre tasse. Senza chiedere un rendiconto incassi-spese. L’equivalente di una tassa ATM a nostro carico.

Tag:

  1. #1 scritto da Uno che sa il 30 gennaio 2018 11:21

    Volevo fare un commento più articolato, ma la fine non permette repliche.

    Da oggi abbiamo l’imposta ATM: tutti pagano il rimborso a chi si abbona.

    Questo è.

    Per chi ne ha voglia, esistono due esperienze di navetta buccinaschese,
    lo Stradabus e la navetta Cereda,

    che si possono recuperare dagli archivi e aggiornare per fare un confronto.

    RE Q
  2. #2 scritto da socrate lusacca il 30 gennaio 2018 11:37

    In effetti, Uno che sa, l’analisi non lascia speranze:

    Subiamo una tassa ATM, tutti noi Cittadini (metropolitani, piccoli e neri,come pulcini sporchi)
    oltre a dover corrispondere l’importo extraurbano!

    Con il soddisfatto sorriso orgoglioso di chi ci Amministra,
    che attende il plauso, impaziente,
    muovendo il piede destro dall’alto in basso,
    a sollecitare.

    Buona giornata

    RE Q
  3. #3 scritto da Andrea D. il 30 gennaio 2018 14:28

    Caro Luigi, ai tempi cercammo, inutilmente, di far sentire la nostra voce, ma rimanemmo inascoltati.

    L’allora vicesindaco e assessore ai trasporti
    - che a differenza nostra che abbiamo solo esperienze manageriali private, cioè abituati a gestire i soldi nostri, può vantare un lungo corso di amministratore pubblico, cioè abituato a spendere i soldi degli altri –

    … si inventò la geniale trovata che prima si firma il contratto e poi ci si siede al tavolo a rinegoziarlo (pensa che idioti noi abituati nel privato a negoziare prima di firmare).
    Il risultato è che per portare a casa uno straccio di risultato ha dovuto mettere pesantemente mano al portafoglio, ma tanto non erano soldi suoi.

    Ora, dopo che Buccinasco ha premiato la sua straordinaria abilità promuovendolo sindaco, può, giustamente, vantarsi di tanta generosità verso giovani e anziani,
    tanto, come sempre, mica sono soldi suoi!

    Mi spiace dirlo, ma Buccinasco l’ha voluto, che se lo goda.

    RE Q
  4. #4 scritto da socrate lusacca il 30 gennaio 2018 14:48

    Nostro compito è ricordare, Andrea,
    fare memoria e esperienza,

    nostro compito è che gli errori non si ripetano
    (come sembra purtroppo essere una costante, con questi incompetenti)

    Potrebbero trarne lezione anche loro:
    comincino a chiedere preventivi su soluzioni alternative,
    ne facciano quattro o cinque;

    costano poco o nulla.

    Con queste carte vadano a discutere con ATM…

    senza timori reverenziali
    (che invece sembrano avere, trattandosi di politici della stessa area)

    buona giornata

    RE Q
  5. #5 scritto da Giulia il 31 gennaio 2018 14:56

    buongiorno nota dolente i mezzi pubblici di Buccinasco
    3 mezzi che messi insieme non ne fanno uno buono.

    Ho avuto modo di avere qualche scontro con l’ex sindaco,
    non ho patente pertanto sono una grande consumatrice di mezzi pubblici:

    dal momento che ora c’è “questa bella trovata” e
    dal momento le tasse le pago
    mi vedrò costretta a fare ciò che feci anni fa

    …..girare senza biglietto…..

    ci sono riuscita x tre mesi poi ovviamente una mattina i controllori mi hanno “beccata”
    ma non mi fecero pagare la multa.

    Vorrà dire che se anche ora succederà dirò loro di rivolgersi all’emerito sindaco

    RE Q
  6. #6 scritto da socrate lusacca il 31 gennaio 2018 17:51

    Nonostante i nostri amministratori facciano del loro meglio per consumare male i soldi delle nostre tasse
    (riuscendoci quasi sempre)

    Giulia, per favore non si faccia giustizia da sola;
    anche se ne ha tutte le ragioni…

    Impegniamoci a convincere i nostri concittadini a cambiare le loro scelte….

    saluti e buona giornata

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth