Si decidono cambiamenti di incarichi, poi si spendono nostri soldi

Buccinasco è stata dotata in passato di una professionista di vaglia nello svolgere la direzione e la gestione del complesso settore urbanistica e lavori pubblici. Quando nella gestione nel 2011 subentro il Commissario Francesca Iacontini, questa  ci mise poco a capire la struttura interna e nominare questa persona in una funzione di coordinamento di tutti gli uffici in qualche modo soggetti a decisioni delicate o riconducibili alla funzione chiave di lavori pubblici e urbanistica.

Una persona che per il Commissario era un sicurezza, garanzia di efficienza ma anche di regolarità e serietà nelle procedure. Riconosciuta da tutti, anche dalla amministrazione subentrata. Il neo sindaco Maiorano, esprimendo apprezzamento,  aveva dichiarato che questo personaggio era ingombrante, che lo avrebbe sostuito nell’incarico perché non si suo gradimento.

Nonostante questo, la gestione dell’epoca (non senza mal di pancia), si avvalse delle competenze e capacità del funzionario il quale in tempi brevi e con l’efficienza riconosciutagli anche dallo stesso Maiorano (lo dichiarò in seguito in Consiglio), riuscì a portare a compimento entro un anno la procedura del PGT. La competenza e la serietà viene sempre fuori, anche con chi non se la merita.

Approvato il PGT l’amministrazione ha dato il via all’”operazione Sigfrido”, estromettere il funzionario, con l’invenzione di tre successive “riorganizzazioni” del personale, al termine delle quali questi si trovò isolato, senza alcun collaboratore (ne aveva 15), finché venne chiamato da un ente ministeriale presso gli uffici del capoluogo.

Partiti gli avvicendamenti, non ci soffermiamo a descrivere le conseguenze, la ricaduta non positiva in termini di efficienza, tempestività, capacità.  Arriva il nuovo sindaco (ex vicesindaco) e il problema rimane. Insomma non sono messi bene in Municipio, e devono metterci una pezza. Della materia non è che sono degli esperti, ne ce ne sono, nonostante la nomina di un Assessore che viene da fuori.

Ecco che devono compiere alcuni di lavori pubblici e operazioni immobiliari, che si stanno trascinando da tempo. La soluzione che trovano, impiegando 300mila euro circa di nostre tasse per assumere un nuovo dirigente (a tempo, fino a scadenza del sindaco). Un dirigente in più che viene da fuori, che sarà capace ma che di Buccinasco forse non conosce nulla (questo magari qualcuno lo considera una qualità perché diventa più facile convincerlo sulle scelte).

Si veda la deliberazione di Giunta (VEDI) con cui si delibera di assumere il dirigente per i lavori pubblici. al di fuori del legalese e degli infiniti richiami a norme, leggi articoli, ecc. si riesce anche a capire come motivano questa spesa:

ATTESO che è altrettanto prioritario per l’Amministrazione portare celermente a conclusione tutte le opere pubbliche avviate e ancora in fase di realizzazione, curando i relativi collaudi al fine di assicurare l’effettiva funzionalità delle opere attuate e la loro rispondenza ai progetti approvati, in linea con quanto previsto negli indirizzi generali di governo determinati in consiglio comunale con deliberazione n. 31 del 12/7/2017;

RITENUTO che l’attuazione del nuovo programma triennale dei lavori pubblici 2018-2020 e l’attività gestionale e di coordinamento occorrente per il completamento delle opere in corso necessitino, in tutte le fasi di esecuzione, di una competenza e di una conoscenza tecnica altamente qualificata in materia di lavori pubblici, accompagnata, altresì, da una comprovata esperienza professionale almeno quinquennale nello svolgimento di funzioni dirigenziali o equiparate, maturata nel medesimo ambito;

Certificano che la struttura attuale da loro nominata non è all’altezza del compito! Per non smentirsi introducono un concetto temporale: un’esperienza almeno quinquennale …. Che ovviamente manca perché sono di nomina inferiore a cinque anni. Un agire di questo genere è francamente indecoroso.

Hanno pervicacemente programmato l’allontanamento di un funzionario di assoluto rispetto e competenza; hanno compiuto scelte rivelatesi inadeguate. Adesso presentano il conto a noi Cittadini facendoci pagare 60.000 euro l’anno per tutta la durata del sindaco nell’incarico. Non risolvono il problema, mantengono nell’incarico persone  da loro nominate delle quali non si fidano e le lasciano alla amministrazione successiva che verrà.

Sta costando caro a noi Cittadini  l’esito elettorale, le assenze dal voto, i giochini nel “convincere” gruppetti o elettori a cambiare casacca, a lavorare per il “nemico”. Questo sperpero di risorse nostre, di nostre tasse, sulla cui regolarità abbiamo qualche dubbio, ci piacerebbe davvero che i mestatori fossero costretti a risponderne: davvero se lo meritano. Quanto a questa maggioranza: che strazio. CHE DANNI PER NOI!

Tag: ,

  1. Non vi è ancora nessun commento.
 
 

sottoscrivi il feed dei commenti

SetPageWidth