Il livello che dimostra il demerito ex sindaco, merita di essere descritto

Un ex sindaco che, a quanto se ne sa, non è chiaro a che debba la attribuzione del titolo “sindaco emerito”, tanto che sembra esserselo dato da solo (di questo parleremo in seguito),sulla questione del viale alberato via Di Vittorio, ha davvero esorbitato dal suo “non ruolo” e dovrà risponderne nelle sedi appropriate.

Miserabile di Montecristo e entrato nel merito della sua performance (VEDI), mettendo alcuni non banali puntini sulle “i”. Noi abbiamo aggiunto qualcosina pure non banale, quando ci è sembrato utile chiarire. Abbiamo ritenuto utile porre a confronto le affermazioni del “sindaco emerito” con i punti che ha messo a fuoco Miserabile di Montecristo….  Ecco la ricostruzione che ce ne da il nostro commentatore (le frasi del “sindaco emerito” sono distinte in corsivo):

CI SONO DELLE QUESTIONI NON CHIARE, A MIO AVVISO

Sindaco non emerito “Il signor Bicocchi è il medesimo che ha richiesto e prodotto nel novembre dello stesso anno 2009 (per intesa contrattuale dopo aver vinto l’appalto del verde) l’ulteriore analisi sul resto delle piante di via Di Vittorio e non solo”…. “Oppure piuttosto potrebbe invece essersi verificata una sottovalutazione da parte del funzionario a capo dell’Ufficio tecnico, una mancata sollecitazione in maniera ferma e determinata di un intervento urgente da iscrivere e prevedere in bilancio? E se fosse che il documento sia insomma rimasto sepolto in un cassetto e qualcuno, il proprietario del Cassetto nell’ufficio tecnico, lo abbai dimenticato? È non è banale il fatto che la responsabilità dell’intero Settore Tecnico sia stato di uno stesso tecnico sino al marzo 2014”

MM 1) Ammesso e non concesso che, come sostiene Maiorano, il documento sia stato “occultato” – dolosamente?, per quale motivo? con quali vantaggi? – dal tecnico responsabile fino al marzo 2014, quando lo stesso è stato sostituito: dalla data della scoperta ad oggi sono passati oltre tre anni! Non male come tempo di reazione a fronte di un pericolo immediato e concreto con possibili risvolti civili e penali, non Le pare Saccavini? Ma il tecnico che ha “occultato” il documento è stato denunciato per questa sua omissione? O forse è il tecnico che dovrebbe denunciare (il sindaco emerito ndr)per diffamazione?

MM 2) Non è chiaro quando la legge sulla larghezza delle carreggiate sia cambiata. Il nuovo Codice della Strada ha qualcosa come 25 anni! Anche quello è stato “occultato” dal tecnico responsabile?

Sindaco non emerito “E, per ultimo, il signor Bicocchi è lo stesso operatore, guarda caso, che ha realizzato la pista ciclabile lungo la strada che porta a Gudo Gambaredo giudicata dal tecnico responsabile dell’epoca del nostro Comune regolarmente eseguita.”

MM 3) Maiorano sembra che sostenga che il collaudo della pista ciclabile sia un falso, o sbaglio? Se così fosse ha provveduto a denunciare il tecnico responsabile del falso chiedendogli i danni? Perché se non l’avesse fatto, e l’affermazione fosse vera, sarebbe danno erariale; se invece l’affermazione non corrispondesse al vero, allora credo si tratterebbe di diffamazione. (tanto più che la certificazione dell’ente finanziatore, la regione, è stata in precedenza regolarmente certificata e approvata, ndr). (Ancora di più adesso che gli esecutori della risistemazione della pista ciclabile affermano nella loro “perizia di variante”: “tale manto stradale si presenta in alcuni tratti estremamente degradato mentre in altri punti presenta discontinuità e gradini determinata dalla posa di sottoservizi (fognatura, ndr)… in posizione pressocchè confinante con il limite della pista, che nel tempo hanno manifestato un marcato assestamento…” ndr)

MM 4) Il problema, caro Maiorano, è che col vostro progetto, da implementare urgentemente per la serie presto che è tardi, forse si preservano i parcheggi e le ciclabili, ma non si preservano gli alberi che vengono tutti abbattuti e solo parzialmente sostituiti con alberi molto più piccoli. Lo capisce questo, vero?

Sindaco non emerito “A queste preoccupazioni hanno cercato di rispondere i due tecnici del Comune che hanno preso la parola durante l’assemblea.”

MM 5) Un’ultima curiosità: il progetto è stato affidato all’esterno, spendendo circa venticinquemila euro, perché all’interno le risorse erano troppo impegnate per seguirlo personalmente; chissà poi cosa avessero da fare in tre anni dal marzo 2014 ad oggi? Perché nella serata non c’era il progettista, ma i tecnici del Comune? Dopo che sono stati spesi tutti quei soldi per un progettista esterno, i tecnici del Comune lo hanno trovato il tempo per valutare il progetto e stabilire che “non si poteva fare altro”, quindi esaminando tutte le possibili varianti? In tal caso mi chiedo: ma non potevano trovare il tempo un paio di mesi prima e far risparmiare la collettività? Oppure il tempo  per esaminare il progetto e valutare le alternative non lo hanno avuto e quindi non dovrebbero poter dire, loro o gli amministratori presenti da loro non smentiti, “non si poteva fare altro”?

Caro ex-sindaco, non emerito, Maiorano, si scrolli di dosso quel vittimismo stile Calimero: non ce l’hanno tutti con Lei perché “è piccolo e nero”! Si discute nel merito delle questioni e non è che tutti quelli che non sono d’accordo col vostro punto di vista siano dei populisti fomentatori di folle. Mi rendo conto che per chi non vede che un’unica realtà, “non si poteva fare altro”, le critiche appaiano tutte infondate e immotivate, ma si rassegni, si poteva e si può fare altro, basta avere la volontà di mettere in discussione il proprio punto di vista. Se nel frattempo volesse rispondere a questi miei interrogativi, gliene sarei estremamente grato, ma non ci conto più di tanto.

Leggendo qua e là, soprattutto sui vari gruppi social, sembra che certa gente sia affezionata al vizio di attaccare le persone invece di entrare nel merito delle questioni. Che tristezza vedere Buccinasco in queste condizioni!

Tag: ,

  1. #1 scritto da Miserabile di Montecristo il 30 ottobre 2017 21:30

    Ringrazio Saccavini per aver promosso a post, che onore, il mio umile commento.
    Temo ci sia un refuso: subito dopo il primo paragrafo riferito al “sindaco emerito” ve ne è un secondo sempre dello stesso soggetto non mio, ma viene marcato MM.

    Una precisazione, per evitare fraintendimenti, nel punto 5. L’ultimo paragrafo è da leggersi:
    Oppure il tempo per esaminare il progetto e valutare le alternative non lo hanno avuto e quindi non dovrebbero poter dire, loro o gli amministratori presenti da loro non smentiti, “non si poteva fare altro”?

    RE Q
  2. #2 scritto da socrate lusacca il 30 ottobre 2017 22:59

    Intanto non ci sono meriti nel rendere spazio quando la chiarezza lo merita…
    lo scopo è sempre dare strumenti di chiarimento per i lettori.

    in mezzo a tanto modo di stortare le vicende, rendere conto dei fatti e delle loro conseguenze è questo sì un valore.
    grazie quindi MM…
    e grazie ancora per le osservazioni correttive.

    buona serata

    RE Q
  3. #3 scritto da Andrea D. il 30 ottobre 2017 23:12

    Si rassegni Miserabile di Montecristo,

    non riceverà risposta alcuna, almeno non nel merito delle questioni.
    Qualche attacco personale forse sì.
    Magari arriverà anche una filippica in diretta streaming nel prossimo Consiglio comunale con l’eroico vice, ora sindaco,
    che ci ricorderà che esiste un giudice a Berlino.

    E pensare che più della metà dei cittadini di Buccinasco non ha votato.
    Che peccato!

    RE Q
 
 

sottoscrivi il feed dei commenti

SetPageWidth