Evento musicale a Buccinasco apre la stagione teatrale: da ripetere!

Riceviamo una relazione che ben volentieri pubblichiamo. Un successo di pubblico quasi straordinario, considerato il programma. Evidentemente il bisogno della buona musica era ed è sentito. L’organizzazione registica ha dato i giusti spazi e contribuito non poco all’interesse, al successo della manifestazione.

Auguriamoci che questa bella riuscita sia da viatico a una maggiore considerazione per queste serate, che dia ai  docenti e profesionisti di casa nostra occasioni nuove che arricchisono la cultura musicale. Magari anche allargandola alla musica strumentale. Ai tanti giovani che si iscrivono ai corsi, devono essere date occasioni di farsi conoscere, per crescere, per affrontare i brividi del primo incontro con un pubblico di casa, che aiuti a rompere il ghiaccio.

Pubblico in visibilio sabato 14 ottobre in Auditorium Fagnana per il Gran Galà di apertura della stagione culturale 2017-2018 del nostro comune

Quattro bravissimi cantanti lirici hanno tenuto incollato alle sedie per oltre due ore il calorosissimo pubblico accorso per l’occasione tra cui il nostro sindaco Rino Pruiti e molti rappresentanti della giunta comunale.

Si sono esibiti sul palco il celebre baritono Orazio Mori, che da oltre cinquant’anni allieta le platee dei teatri d’opera di tutto il mondo, il bravissimo e simpaticissimo mezzosoprano Elena Serra e due buccinaschesi d.o.c., il soprano Barbara Fasol e suo marito, il tenore Andrea Bragiotto che sono attivi sul nostro territorio anche come docenti di canto lirico e moderno presso la Scuola Musicale NovaMusica Buccinasco.

La serata è stata organizzata dalla Compagnia Teatrale Gli Adulti, il cui regista ed autore Mario Pozzoli insieme a sua figlia Chiara hanno ideato una formula che è risultata vincente.

Infatti sul palco si alternavano le esibizioni dei cantanti a brevi interventi da parte dei rappresentanti delle diverse associazioni culturali presenti in sala e protagoniste per tutta la durata della stagione: Compagnia Gli Adulti, Messinscena, Accademia dei Poeti Erranti, Creiamo, Coderdojo Miso, Proloco Buccinasco, Università della terza età e Banca del Tempo

Presentavano la serata le brillantissime Chiara Pozzoli e Maria Ferrucci che con la loro simpatia, spigliatezza e teatralità hanno saputo collegare magistralmente i brani cantati e gli interventi parlati.

L’atmosfera si è subito scaldata con il primo brano, un medley di celebri canzoni popolari italiane interpretato in quartetto dagli artisti e che comprendeva “Parlami d’amore Mariù”, “Non ti scordar di me” e “Voglio vivere così”.

Si è passati subito dopo all’opera lirica con il delizioso duetto “Un dì felice eterea” da La Traviata di Verdi, seguito dalla celebre “Habanera” dalla Carmen di Bizet e da due brani tratti da La Bohème di Puccini: l’intenso brano “Mi chiamano Mimì” ed il brillante duetto “O Mimì tu più non torni”.

Non poteva mancare l’intramontabile canzone napoletana, rappresentata dall’esecuzione di “I’ te vurria vasà” e “ ‘A vucchella”.

Altro momento entusiasmante quello in cui i quattro cantanti hanno eseguito insieme un medley d’operetta con le famose “Fox della luna” da Il Paese dei campanelli, “O Cin Ci Là” dalla medesima operetta, chiudendo con “E’ scabroso le donne studiar” da La Vedova allegra.

Tanta emozione hanno saputo regalare al pubblico il toccante “Lamento di Federico” da L’Arlesiana di Cilea, il famosissimo duetto “Là ci darem la mano” da Don Giovanni di Mozart, l’immortale “Musica proibita” di Gastaldon e la bellissima “Tu che m’hai preso il cuor” dall’operetta Il Paese del sorriso di Lehar.

Una strepitosa esecuzione della difficilissima “Sempre libera” da La Traviata ha condotto un pubblico ormai in estasi alla conclusione del concerto che ha visto i quattro interpreti eseguire magistralmente il celebre quartetto “Bella figlia dell’amore” dal Rigoletto di Verdi.

Non poteva mancare il “Brindisi” di Traviata come bis di chiusura.

Tripudio di applausi per tutti. La nuova stagione teatrale non poteva iniziare meglio di così!

Tag:

  1. #1 scritto da giulia il 21 ottobre 2017 17:04

    buongiorno per un’amante sia dell’opera che della musica classica mi trova perfettamente d’accordo
    solo una lievissima stonatura del tenore,
    peraltro molto bravo quindi la concedo…..

    e purtroppo una grande stonatura dei vari rappresentati della giunta…..
    mi chiedo ma era proprio il caso?

    ….buona serata

    RE Q
  2. #2 scritto da Elisa Giulia il 23 ottobre 2017 19:57

    perdonate la domanda…a chi ha scritto l’articolo…ma

    i cantanti cantavano “a cappella”
    oppure vi era qualche povero cristo che li accompagnava al pianoforte per tutta la durata del concerto?

    Magari menzionarlo nel suddetto articolo non sarebbe stata brutta cosa…

    pace amen

    RE Q
  3. #3 scritto da socrate lusacca il 23 ottobre 2017 20:52

    Buona sera giulia…
    Personalmente non ho potuto essere presente alla bella serata, impegnato da eventi all’estero.

    Ho ricevuto una relazione che mi è sembrata interessante da proporre alla lettura.
    Non avevo notato l’assenza nella citazione, che mi sembra più che giusto integrare.

    Al pianoforte accompagnerà DEBORA MORI, fresca reduce da un personalissimo trionfo in Giappone, a Settembre, come direttore d’orchestra. Qui ha diretto la Traviata di Giuseppe Verdi.

    Questo era quanto presentato nell’articolo che annunciava l’evento, il 13 ottobre.

    Al piano si è espressa un’artista di indiscussa qualità, non solo italiana…
    e questo a Buccinasco!

    buona serata

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth