Associazione Orti Ecologici: chiusa e vuota… dopo trent’anni

La volontà pervicace del sindaco è diventata realtà. Dopo che i gestori hanno messo a disposizione i luoghi per le elezioni, cosa di cui si è avvalsa la lista Nicolò Licata, rifiutata dalla lista Pruiti, contrarissima a questa operazione, tanto che arrivo a minacciare verbalmente l’invio dei carabinieri. Un punto di non ritorno?

Puntuale la “vendetta” è arrivata, pochi giorni dopo l’insediamento: un’intimazione immediata, poi dilazionata, fino alla conclusione. Obbligo a lasciare i locali vuoti e chiusi. Per chi? ancora non si sa, deciderà il podestà, a suo piacere.

Ora i locali, presenti su luogo da sempre, 150 soci, una media di 30 presenze al giorno, è finito e chiuso con Lunedì 9 Ottobre. Ricordiamoci noi Cittadini che fino ad ora la gestione, manutenzione, sviluppo dell’area è stata realizzata a cura dei soci. Vedremo quanto ci costerà questa decisione, che chiude un punto di ritrovo consolidato, lascia a casa 150 soci.

“una questione sociale, o di chi vuole essere socialmente utile, non trova spiraglio a Buccinasco nella vicenda degli orti di via degli Alpini. Niente da fare per chi per un ventennio è stato protagonista di luogo di tentata e vissuta solidarietà. Muore l’associazione, con i suoi più di duecento associati e una storia di compagnia sociale che può vantare orgoglio di avere fatto cosa gradita al paese. La convenzione scaduta da tempo ha vissuto per tutto il periodo della Giunta Maiorano con rimandi per il suo rinnovo. Forse per finta… Il potere può fare questo e altro quando utilizza i “guanti della legalità”. Tutti coloro che negli ultimi venti e più anni hanno vissuto quel luogo associativo, con le numerose iniziative sociali, assessori e sindaci, consiglieri e funzionari comunali, ortisti e non, per tutti un luogo da preservare, promuovere e sostenere, gente, dove siete? Risposta non c’è o forse chi lo sa… Qualcuno siede silenziosamente nel Consiglio comunale di oggi. Gli interessi di un tempo passano per lasciare spazio ai nuovi interessi, non certo per demerito di chi, per quel luogo ha speso tempo, energia e cuore. Renato Caporale.

Riportiamo perché condividiamo il commento di SIoNO, cui dobbiamo aggiungere una osservazione, per quanto ci riguarda. BucciRinasco non è fra coloro che silenziosamente siede in Consiglio. L’ingegner Caterina Romanello ha presentato un’interrogazione scritta, puntuale, che propone una prosecuzione adeguata fino al rinnovo della nuova concessione.

Il sindaco ha risposto in Consiglio alla analoga interrogazione posta da Nicolò Licata. Risposto? No, assolutamente.  Facendo finta di non capire ha sostenuto la volontà della chiusura, giustificandola con una condizione di irregolarità (mancato rinnovo della convenzione) di cui ha responsabilità lui e il suo predecessore: Pruiti e Maiorano. Più volte sollecitati a rinnovare, a stenderne una nuova, si sono sostanzialmente rifiutati.

Resta una domanda misteriosa: il PD nel comune ha una rappresentanza in grado di condizionare in modo pesante il sindaco. Come si spiega questa acquiescenza  illogica, preodinata in precedenza dal solo Maiorano? Quando si farà sentire l’autonoma voce dei “progressisti” più o meno PD, che fra i Consiglieri sono dominanti?

Un atto nella sostanza qualificabile come scippo, furto con destrezza, provocatorio abuso di potere. Risponde non rispondendo all’interrogazione. Non è questione di legittimità ma siamo davanti a un abuso che chiude un luogo di aggregazione consolidato e stabile, benemerito e ben accolto da tutti. Si leggano i lettori l’interrogazione dell’ing. Caterina Romanello; aiuta a capire.

PREMESSO CHE:

  1. L’Associazione Orti Ecologici è operante nell’attuale sede in via degli Alpini da oltre vent’anni;
  2. Che in questo periodo ha agito in totale autonomia economica e gestionale senza nessun aggravio economico per l’amministrazione;
  3. Che ha realizzato e mantenuto la struttura associativa in perfetta efficienza, effettuando in proprio migliorie diverse, con il contributo dei soci;
  4. Che mantiene una viva partecipazione associativa con oltre 150 associati attivi e partecipi;
  5. Che ha svolto in uqesto periodo un’intensa funzione sociale rivolta alle strutture più deboli, divenendo un punto di incontro riconosciuto per associazioni, scuole, bimbi e ragazzi anche minorati, anche in forma individuale e dedicata;
  6. Che ha mantenuto nel tempo un rapporto corretto e partecipe verso le diverse amministrazioni compresa la presente, anche facendosi parte diligente nel richiedere le dovute convenzioni;
  7. Che l’attuale condizione di vacatio nella convenzione è dovuta interamente a problematiche degli uffici municipali;

TUTTO CIO’ PREMESSO  SI RICHIEDE

  • 1. Quali sono gli intendimenti di questa amministrazione nei confronti della benemerita associazione;
  • 2. Quali sono gli ostacoli che impediscono una proroga adeguata (almeno annuale), al fine di un meditato ripensamento della convenzione che preservi la continuità di efficacia e efficienza finora dimostrate,  superando l’interruzione così bruscamente deliberata dagli Uffici competenti
    1. #1 scritto da Uno che sa (falso) il 8 ottobre 2017 19:41

      si pruiti non è un mafioso.
      dura condizionarlo ragazzi

      RE Q
    2. #2 scritto da socrate lusacca il 8 ottobre 2017 22:03

      Dobbiamo precisare per i lettori.
      Questo Uno che sa, è un poco nobile e scorretto usurpatore di alias altrui.
      Quindi questo suo commento, come il precedente, non è attribuibile al nostro lettore che in precedenza qui è apparso
      (ce ne scusiamo con l’originale, per non aver individuato prontamente, come avremmo potuto, questa sporcizia)

      Dobbiamo a suo modo ringraziare il medesimo anonimo sifaperdire, scorretto.
      Con questo commento esaltante del sindaco,
      viene automatico il parallelo con il conosciutissimo manolete… anche lui sifaperdire

      Abbiamo quindi provveduto a correggere l’alias aggiungendo il termine che lo distingue

      buona serata ai lettori

      RE Q
    3. #3 scritto da giulia il 9 ottobre 2017 11:37

      buongiorno……
      Buccinasco non è un Paese per vecchi ma per giovani ignoranti (voce del verbo ignorare).
      In effetti ignorano parecchio del vissuto di Buccinasco tipo il fiore all’occhiello degli orti di via degli Alpini,
      creato e voluto dagli anziani tenuto sempre in ordine dagli stessi,
      luogo di incontri in alternativa alla classica osteria
      negli anni hanno dato a molti l’opportunità di imparare e di far imparare il valore della terra.

      Pruiti non è un mafioso?
      può essere ma è dura e ci vuole molto fegato per contrapporsi alla mafia
      però sa molto bene come contrapporsi agli eletti del consiglio comunale (anche se della minoranza)
      zero rispetto ma tanta arroganza….
      vedremo cosa succederà nell’area orti….
      magari data in gestione ad amici degli amici
      che si inventeranno una nuova associazione.
      Buona giornata

      RE Q
    4. #4 scritto da socrate lusacca il 9 ottobre 2017 12:03

      Buon giorno giulia,

      quanto alla procedura, è semplicemente “punitiva”, non altro, almeno che si vede per ora.
      Un’attività benemerita che si è autofinanziata, quindi senza oneri per il comune, viene letteralmente sbattuta fuori.
      Locali chiusi chissà per quanto tempo.
      Responsabilità unica del Sindaco, questa chiusura: non vi sono giustificazioni di legittimità che tengano.
      Chi ha condotto dall’origine fino a questo periodo è conosciuto, stimato e ha ben operato…
      benissimo in grado di procedere e tenere aperto fino alla prossima assegnazione.

      Questi sono i fatti ad oggi….

      Poi vedremo: vedremo chi “vincerà”, ma prima ancora vedremo quando spenderà il comune, dei nostri soldi,
      per compiere le inevitabili opere di messa a regime (tipo imbiancatura e che altro, che l’associazione uscita ha sempre fatto in economia)
      Soldi nostri e nostri costi…

      vedremo….. e misureremo anche in termini di risultati sociali
      quanto e come i nuovi gestori sapranno proseguire tutte le attività rivolte alle scuole, alle categorie svantaggiate, ecc.

      restiamo seduti sulla riva del fiume, sereni
      sperando in un tempo clemente

      buona giornata

      RE Q
    5. #5 scritto da Uno che sa – quello vero il 9 ottobre 2017 12:41

      Caro Socrate, infatti non ho scritto io il commento #1.

      Comunque lo condivido: Pruiti non è un mafioso.
      E’ solo, secondo me, una persona di scarso valore professionale.

      Io non avrei messo il Comune in mano a uno che, professionalmente,
      può vantare solo decenni di permanenza ai livelli base di un ex carrozzone pubblico.

      Naturale che ora la gestione segua i criteri tipici degli impiegati rancorosi: la vendetta prima di tutto.

      Nelle ultime settimane sono stato anche io agli orti, con la famiglia a vedere gli animali.
      Ho parlato con varie persone, sempre cortesi. So della petizione.

      Ora il servizio verrà chiuso a tempo indeterminato.
      La solità incapacità di pianificare.
      Arriverà un nuovo gestore.
      E Buccinasco inizierà a pagare quel lavoro che finora veniva fatto gratis.

      Il buccinaschese medio (55% astenuti) non merita nient’altro.

      Mi spiace che ci vadano di mezzo anche quelli che si impegnano, come Voi.

      RE Q
    6. #6 scritto da Miserabile di Montecristo il 9 ottobre 2017 13:40

      Risultati sociali o ritorno elettorale?
      A proposito del sedicente Uno che sa, è bene ricordare che i latini, che la sapevano lunga, erano soliti dire: “Excusatio non petita, accusatio manifesta”.

      RE Q
    7. #7 scritto da socrate lusacca il 9 ottobre 2017 18:09

      Mi scuso ancora per non aver prestato attenzione all’indirizzo email…
      Ma i lettori avranno capito.
      anche la metodologia e lo stile sifaperdire di un alias falso..

      Informare aiuta a capire, dobbiamo comunque impegnarci perché l’esperienza possa proseguire
      facendo valere l’avviamento importante dell’Associazione
      (150 soci, che si autofinanziano con un piccolissima quota annua e tanto impegno personale)

      A comportamenti di stile podestarile, occorre rispondere con generosità e mirare all’obiettivo utile..
      credo convenga anche a questa amministrazione

      buona serata

      RE Q
    8. #8 scritto da socrate lusacca il 9 ottobre 2017 18:14

      Certo, Miserabile di Montecristo,
      riflettendo, anche a noi era venuta in mente la massima “chi si scusa si accusa”

      nel caso però, l’autore è un alias che fa uso del falso, del tipo sifaperdire, è vero, ma non si può automaticamente far discendere e applicare la massima latina…

      Rimane uno spunto investigativo (come è d’uso dire chi bazzica investigazioni)

      buona serata

      RE Q
     
     

    sottoscrivi il feed dei commenti

    SetPageWidth