Finalmente un primo passo con il mondo delle imprese a Buccinasco

Sempre con l’effetto sorpresa (compreso l’improvviso articoletto encomiastico su ilgiorno, senza neppure un preavviso proposta, un’anticipazione sul blog comunale),veniamo a sapere che l’Assessore al Commercio con Il rappresentante sul territorio di Confcommercio, incontra i commercianti di Buccinasco (VEDI).

Naturalmente con soddisfazione anche di BucciRinasco che, per quanto ci consta, unica, nel suo programma si propone sviluppo e sostegno per il mondo delle imprese (commercianti ma anche artigiani e imprese) per conoscerle, per le criticità che tutti i giorni afforntato le imprese, per individuare ogni percorso di supporto indispensabile alla crescita.

Crescita delle imprese vuol dire anche nuova occupazione, lavoro, minor precarietà, meno disoccupazione, ecc. Iniziative che devono diventare organche e puntare a ogni forma di sviuppo, naturalmente non limitate al commercio. Indispensabile poi una anagrafe aggiornata sulle singole proprietà, individuando gestori e proprietari effettivi, per monitorare l’ambiente.

Bene quindi che il mandato Pruiti, dopo il discorso del nulla al suo insediamento, abbia colto qualche idea in questa direzione. Non può farci che piacere. Bisogna sostenere tutti, in tutti i modi lecitamente possibili.  Gli imprenditori devono sentirsi “in casa” entro Buccinasco e nella sua amministrazione. Presenza che da episodica deve divenire sistematica, arricchirsi di concrete forme di sostegno e supporto. Comune è l’interesse di una buona riuscita, dello sviluppo.

L’annuncio dell’articolo fa pensare a un primo passo, alla creazione di eventi che facciano conoscere gli operatori, soprattutto i piccoli commercianti. Comunque positivo, ma può considerarsi una specie di anteprima rispetto al nulla pratiato fino a ieri. Un punto di partenza a cui devono far seguito piani di sviluppo che sarebbe bene presentare e discutere pubblicamente.

TUTELA E SALVAGUARDIA DELLE IMPRESE
SONO UN’IMPEGNO PRIMARIO PER BUCCINASCO
CONTRASTO EFFICACE ALLE CRITICITÀ
ECONOMICHE MA ANCHE ALTRO
L’IMPRESA SANA E SOLIDA NON È CONDIZIONABILE

  1. Non vi è ancora nessun commento.
 
 

sottoscrivi il feed dei commenti

SetPageWidth