Buccinasco più: in Consiglio il sindaco la racconta a rovescio

Una cosa a Licata volevo ricordare, ma credo che sia solo frutto della sua non conoscenza, lo dico come critica. Lo dico con rispetto. Buccinasco Più, quando abbiamo consumato quel suolo, è proprio del centro-destra. Lo ha fatto il centro-destra. La giunta Lanati, che Iocca ha mandato a casa, aveva deliberato in regione Lombardia questa cosa qua. Iocca dice così da 15 anni, ma Nicolò, se mi vieni a trovare o sennò vengo io da te come atto di disponibilità, ti porto tutte le carte. Ti faccio vedere che cosa ha scritto la regione Lombardia. Noi nel 2002 ci siamo trovati con dei diritti acquisiti dell’operatore, che allora era il senatore Cantoni, Forza Italia, era il senatore Cantoni rispetto a quei terreni, con dei diritti acquisiti, con delle cubature più o meno acquisite, più o meno acquisite (il sindaco, verbale consiglio 12 luglio 2017).

Parole del sindaco in Consiglio. Mestiere;  polemica per fare della politica tutto un pantano, nel quale sono tutti eguali, a rimpallarsi le accuse. Esempio da spiegare: la discarica a cielo aperto che si è compiuta durante la gestione Carbonera (sindaco), Maiorano  e Pruiti (allora assessori) è l’argomento su cui la città si interroga, gli acquirenti subiscono le conseguenze, i Cittadini sono preoccupati per gli intendimenti di farci pagare costi che sono dei responsabili (cosa c’entri poi la Regione con i terreni di Buccinasco rientra nei misteri da svelare, un’altra puntata?)

Il progetto di Lanati su quell’area è stato  steso, con una cubatura in linea per tutta l’area vicina (Milano più); un insediamento residenziale di pregio, che non prevede riempimenti o innalzamenti di terreno. Progetto che il mandato Carbonera ha stravolto, aumentando la cubatura di un terzo, aumentando le costruzioni agevolate e… particolare essenziale, ha innalzato il “piano campagna” abolendo la zona centrale a parco dotato di accessi veicolari all’altezza dei box.

Lo stravolgimento Carbonera/Maiorano/Pruiti ha il termine burocratico di P.I.I. (Piano Intervento Integrato) così stravolgente che i sunnominati, dopo averlo reso operativo,  non se la sono sentita di approvarlo, votando la sola “presa d’atto”. Hanno assistito impotenti al riempimento (inventato dal P.I.I. ) senza interrompere i lavori, lasciando che andasse a compimento.

Tutta la porcheria, la discarica a cielo aperto,  si è compiuta a causa del loro P.I.I. .  Il PGT sarà stato approvato prima o dopo, annullato e ripreso poi (con le modifiche devastanti inserite). Il fatto che la prima lottizzazione abbia quel nome e sia di  amministrazione precedente proprio non c’entra con il disastro che reca le firme  (la “presa d’atto”) di costoro. Non l’hanno approvato: se lo sono trovato lì?

I lettori vadano a vedersi il progetto Lanati! Qui pubblicato tre anni fa (VEDI), piantina illustrativa allegata a un Buccinasco Informazioni del mandato Carbonera. Confrontino i lettori le palazzine immerse nel verde di Lanati con lo sconcio di casoni e palazzi affiancati, soprattutto la piazza: che fa pena, fatta su  una discarica! Lo pubblichiamo ricordandolo al sindaco Pruiti che cerca indecorosamente di voltare la frittata.

Presa d’atto: cosa rovesciata rispetto alle regole di una normale amministrazione. Sarebbe come dire che il sindaco prende atto che l’Ufficio Anagrafe stabilisce di fare un mese di ferie a Dicembre.  Ovvio che l’Ufficio Anagrafe non ha il potere di stabilirsi le ferie. La presa d’atto è adempimento del sottoposto nei confronti di una decisione di chi sta sopra. Qui la giunta ha preso atto di un piano proposto dall’Ufficio Tecnico! un’anomalia su cui il TAR dopo tanti anni non si è ancora pronunciato.

Mettere in cattiva luce un compianto e stimato senatore Cantoni, e l’ex sindaco Lanati, i quali, guarda caso, non hanno investito un euro. Le famiglie non hanno neppure un mattone  in Buccinasco più… Ma dai!  Non si vergogna a compiere di queste inversioni dei fatti, in Consiglio, sperando nell’effetto sorpresa? Un’operazione sconcia, che merita la condanna di tutti i Cittadini. Senza riserve. Abituato da tempo a giochetti del genere il personaggio; si ricordi che oggi è sindaco: non gli è consentito stravolgere la realtà in questo modo.

Tag: ,

  1. #1 scritto da Max il 9 agosto 2017 20:21

    Caro Luigi,
    questi qui fanno i paladini dell’anitmafia
    ma questo episodio molto significativo è lì a testimoniare che nulla fecero
    quando la ndrangheta ha sotterrato le schifezze nell’area Buccinasco Più negli anni 2005-2006,
    giunta Carbonera-Maiorano-Pruiti, oggi ancora presenti nella ns giunta.

    Le chiacchiere stanno a zero, i fatti e le carte sono lì a testimoniare quest’indecenza….

    A presto
    Max

    RE Q
 
 

sottoscrivi il feed dei commenti

SetPageWidth