Linee generali del programma di maggioranza: il trasporto pubblico

Il neo sindaco è direttamente responsabile, nella qualità di Vicesindaco e Assessore alla partita, della sottoscrizione di un contatto con ATM, predisposto dal Comune di Milano (che ha la delega degli incassi di ATM, perché ogni anno sborsa 160 milioni a ATM, al netto degli incassi). Contratto proposto da ATM nel 2010, non firmato da Cereda; non firmato dal Commissario Iacontini.

Lui lo firmò senza neppure ottenere un centesimo di ristorno: un contratto di sette anni, che prevede un pagamento annuo di 300mila euro. Oltre 2 milioni nel totale, perché ha saldato a occhi chiusi i “debiti pregressi”. Non contento per ottenere qualche altra corsa ha sborsato altri 100mila euro (l’anno).

Sempre benevolo, per venire incontro ai costi stratosferici per gli abbonamenti annui degli studenti superiori, invece di contrattare uno sconto data l’entita dei richiedenti, spende ulteirori 100mila euro l’anno del comune perché gli studenti ottengano il pagamento urbano. Noi siamo più vicini di Corsico al capoluogo, ma il nostro allora Vicesindaco se ne vanta, di aver speso 100mila euro di nostre tasse. Questa la situazione del trasporto urbano, a Buccinasco.

Altro che aiuto alla famiglia, quello di ATM. Buccinasco trattata come pecora nera,  da sottoporre a vessazioni rispetto a tutte le città dell’hinterland. Sottoporsi a questa autentica violenza  è un errore del passato. Stiamo parlando del nuovo programma del trasporto: si dovrebbe pensare a una correzione di rotta, ma il neosindaco nulla dice, siccome il contratto non è lontano dal dover essere rinnovato, la preoccupazione per noi cittadini diventa forte. Che a tutti si facciano pagare qualcosa come 300mila biglietti (diciamo 10/12 biglietti a testa) oltre al biglietto extraurbano per chi ne fa uso, è illogico. Il sindaco nel suo programma  non ne dice nulla!

Il suo programma di questo contratto non parla (VEDI pag 4): si spreca sulla fermata M4… invitiamo il neo sindaco   a lasciar perdere il giochino elettorale su M4 e la fermata a Buccinasco. Buccinasco e la sua amministrazione hanno perso il treno quando si sarebbe potuto partecipare alle decisioni programmatiche, per poi svegliarsi rivendicando la proposta di un non progetto.

Sostiene ora un progetto qualche che sia,  che prosegua per Corsico o per Trezzano, per lui va bene… su questioni che sono di una complessità assoluta ma, visto il trascorso non ci vedono seduti ai tavoli che decidono. Francamente, con quanto guadagna Milano col contratto del vicesindaco, proprio non gli conviene rendere operante un trasporto che glielo fa perdere, nella gran parte.

M4 arriverà  nel 2024 se va bene, completando il progetto attuale. Se va bene. In questo periodo ci si deve impegnare per il dopo ed è cosa da compiere con serietà e metodo, dobbiamo dimostrarci seri, affidabili e far valere le nostra ragioni.  Con buona pace della sua enfasi, M4 a Buccinasco farà parte del futuro, del dopo il suo mandato. Non ci tormenti per cinque anni con questo miraggio.

Bisognerà lavorarci seriamente e dovremo tutti partecipare e sostenere un progetto credibile: oggi non c’è nulla, solo propaganda… I rapporti con ATM, i percorsi e quanto annesso. Avere i servizi che abbiamo ci costa una fortuna signor sindaco e lei lo sa bene.  Decisione presa  senza consultare il Consiglio, 600mila euro l’anno oggi ci costa avere qui ATM!

Oltre il costo extraurbano dei biglietti! Per un pecorso urbano insufficiente. Per BucciRinasco, ATM deve fermarsi in due o tre punti all’ingresso di Buccinasco con adeguati spazi di sosta per auto, moto e cicli. Il trasporto interno va risolto in casa, con mezzi meno ingombranti, frequenza molto più intensa,  percorsi più dedicati alle residenze. Il costo complessivo (biglietti e fisso annuo pagato dal comune) sarebbe probabilmente inferiore, realizzando risparmi.

L’enfasi su un’articolazione sovracomunale del trasporto pubblico proprio non ci convince. Temiamo seriamente che costi di più e sia meno rispondente alle esigenze dei Cittadini. Coinvolga il Consiglio aprendo un dibattito approfondito, prima di andare a discutere o sottoscrive un rinnovo… Questo è il problema di adesso, urgente! M4 è altra cosa, ha altri tempi: riguarda il futuro

  1. Non vi è ancora nessun commento.
 
 

sottoscrivi il feed dei commenti

SetPageWidth