Cosa succede a Pruiti: dal PD di Milano arriva l’ordine e lui s’adegua? può essere

La vicenda dei migranti a Buccinasco: i 74 che forse possono essere 68 perché 6 li abbiamo già, presi in eredità da Maiorano. Quelli che Maiorano non ha firmato sotto elezioni ma che Pruiti appena eletto se ne esce con un articolo su ilgiorno, fotografato in piedi con dietro la bandiera, in cui, scrive il giornale:

“Pruiti … dichiarando di voler gestire i processi e non subirli ha confermato la sottoscrizione del protocollo”

Il giorno seguente silenzio. L’articolo è commentato sui social network. Nessuna reazione dell’interessato, difesa della scelta da parte dei suoi aficionados: cosa giusta, non se ne può fare a meno, non firmare sarebbe peggio. Nel silenzio del sindaco esce sul blog del comune un comunicato stampa che conferma:

“..firmare significa prendere parte a un piano istituzionale necessario.”

Nel frattempo è uscito il nostro articolo che denuncia la pretesa ducesca del sindaco di impegnare la Comunità su cose di così enorme peso (74 Cittadini in più, se va bene) senza neppure informare prima Cittadini e Consiglio. Reazioni del sindaco? Nessuna sul blog per 24 ore…. Finché arriva il commento di uno dei soliti alias nel quale si mette in dubbio che il sindaco abbia firmato.

Lo stesso giorno il Cittadino Pruiti (non è un omonimo ma non è il sindaco) sul suo blog, in un commento, afferma di non aver firmato. Immediatamente tutti i politici locali si allineano: il sindaco non ha firmato! Che ha firmato lo ha scritto il sito istituzionale, lo ha scritto ilgiorno: come si fa a prendere sul serio un personaggio così? Anche politici della minoranza ritengono più credibile il Cittadino Pruiti sul suo blog che il sindaco che dichiara cose diverse al giornale e sul sito istituzionale.

Misteri del far politica a Buccinasco. La modifica del sindaco, che avviene nel silenzio di tutti. Senza commenti da parte del circolo PD locale, una spiegazione la dovrà avere. Nessuno la chiede, mentre qualche “bene informato” afferma, da fonte sicura,  che il tema sarà trattato in Consiglio nel prossimo turno (sembrerebbe  il 26 di questo mese).

Questa giravolta non ci convince e non siamo così semplici da prendere per buona un’inversione di marcia, il tornare indietro,  nel volgere di un paio di giorni. Poi si va sui giornali di Milano e forse qualcosa si capisce: il PD per sue ragioni vuole fare pressione sul sindaco Sala e fra i temi che pone in discussione vi sono le periferie metropolitane (anche noi) e i migranti… guarda caso.

In sostanza, a Milano si devono essere accorti che l’argomento migranti distribuiti ai comuni del milanese è un micidiale autogol in vista delle prossime politiche e hanno messo la sordina, in attesa di tempi migliori. Il sindaco di Buccinasco in silenzio esegue. Forse adesso un chiacchiericcio sul tema in Consiglio gli può venir buono, ma i lettori stiano tranquilli: fino alle prossime elezioni non se ne farà nulla.

Coop e enti “specializzati” in materia dovranno aspettare momenti migliori per andare alla cassa. Che vi siano proposte più serie per affrontare il tema primario dell’inclusione dei futuri Cittadini, qualificati, informati, inseriti davvero, sembra da escludersi… Pensate forse che qualcuno della nostra maggioranza su questa vicenda abbia qualcosa da dire? dimenticatelo. Per cinque anni il far politica sarà così.

  1. #1 scritto da Uno che sa il 13 luglio 2017 12:37

    Caro Socrate, complimenti, ennesima tacca sulla lama di questo sito.
    Ancora una volta ha fatto ingranare la retromarcia.

    Se non sbaglio hanno appena nominato un assessore alla Comunicazione, Rosa Palone.

    Già protagonista di svariati incidenti comunicativi, giusto che venga messa a occuparsi proprio di questo.

    E’ quasi ovvio proseguire alla grande: il Comune annuncia l’accordo, un quotidiano annuncia l’accordo… e il sindaco smentisce.

    Caro Socrate, Lei ne fa una questione di serietà.
    Io noto che i buccinaschesi non la meritano.

    Nel 2012 la metà dei cittadini non andò a votare: erano disgustati eccetera.
    Divenne sindaco un politico locale di lungo corso.
    Da allora, i buccinaschesi hanno passato cinque anni a lamentarsi: del verde, della sicurezza, dei problemi organizzativi, di Buccinasco Più, del declino evidente di questo territorio.
    E quando finalmente si vota… stanno a casa più di prima?

    E allora, che rifacciano la stessa esperienza.
    Con un altro politicante locale di lungo corso. Dopo decenni di tentativi,
    Pruiti è finalmente riuscito a trasformare la politica in mestiere.
    Almeno qualcuno ha coronato il suo sogno.

    “Ognuno merita il regime che sopporta”… Mi perdonerà se ripeto alcuni concetti chiave.
    Tendo a inquadrare le situazioni abbastanza rapidamente.

    RE Q
  2. #2 scritto da Socrate Lusacca il 13 luglio 2017 13:37

    Vero tutto, Uno che sa…
    con due precisazioni… che credo utili:

    la prima riguarda il sindaco (che non ha smentito un bel nulla)
    Chi dice di non aver firmato è il cittadino Pruiti sul suo blog

    (quale sia l’attendibilità di un sindaco che si comporta così, lo lasciamo valutare ai lettori)

    L’altra ci riguarda:
    Se la nostra ipotesi regge (intervento del PD di MIlano a mettere la sordina sulla faccenda migranti)
    La giravolta non è dovuta a noi, ma a ordini “superiori…” (sifaperdire)

    Il nostro argomentare in questo caso gli farebbe comodo…

    quanto al resto: questo passa il convento a Buccinasco

    buon pomeriggio

    RE Q
  3. #3 scritto da Cesare il 13 luglio 2017 13:43

    Annuncio del sindaco, smentita del cittadino pruiti,
    chi dei due è autonomo,
    chi dei due è quello che strillava ai quattro venti che lui non dipende da nessuno,

    lui è un civico “di lungo corso”
    Buona giornata
    Cesare
    P.S. il cognome in minuscolo non è un errore

    RE Q
  4. #4 scritto da Socrate Lusacca il 13 luglio 2017 14:03

    Centrato il problema, Cesare…

    così è…

    Chi ricopre un incarico istituzionale può essere smentito solo da se stesso,
    che spiega le ragioni, che giustifica, se gli è possibile

    Chi fa uso di giochini mettendo alla berlina l’istituzione sindaco,
    non è degno del ruolo,
    non merita considerazione

    buona giornata

    RE Q
  5. #5 scritto da Miserabile di Montecristo il 14 luglio 2017 00:23

    Credevo fosse uno scherzo,
    invece è tutto vero.

    Sono senza parole …

    RE Q
  6. #6 scritto da Uno che sa il 14 luglio 2017 11:41

    Caro Socrate, è sicuramente possibile che sia stato il PD milanese a ordinare il silenzio. Che poi significa fare di nascosto. Ancora peggio che andare contro la volontà popolare.

    Pruiti, essendosi preso in Giunta la Palone, eletta in quota PD, di fatto è totalmente nelle mani del partito: 7 consiglieri su 10, mi corregga se sbaglio.

    In realtà non credo che vivrà male questa situazione. Si chiamano PD, Sinistra Italiana, lista Pruiti, ma in realtà sono un unico gruppo che dal 2000 si sostiene nelle varie sventure (in alcune c’è andata di mezzo la città).

    Consideri un’altra cosa. Renzi, nell’ultima versione dei suoi slogan elettorali, ha messo la parola periferie: mamme, periferie e qualcos’altro.

    Nel nostro quadrante prevedono di intervenire al Giambellino e hanno sistemato piazzale Negrelli. Sala non ha neanche fatto in tempo a tagliare il nastro, che già le persone leggono di centinaia di migranti in arrivo nei comuni…

    Non sarebbe strano un ordine dal’alto di fare silenzio.

    RE Q
  7. #7 scritto da Socrate Lusacca il 14 luglio 2017 12:28

    Infatti Uno che sa,
    una volta si chiamava: “contr’ordine compagni” … e tutto doveva filare perché prevalesse il “pensiero unico”
    che poi altro non era che la volontà del segretario del partito.

    Qui siamo a livelli meno totalizzanti:
    pura cucina elettorale, questione di convenienza.

    I beneficati potenziali, destinatari delle risorse che il piano Sprar del ministero mette a disposizione se ne faranno una ragione..
    verranno i tempi.
    Mentre la questione sostanziale e reale: un piano di accoglimento e integrazione di cittadini italiani di domani
    è bellamente assente dal dibattito politico…
    Una questione del genere, affrontata seriamente, non ha strutture intermedie che ricevono i flussi finanziari…
    quindi non ha interessati, non ha patrocinatori che scambiano soldi con consenso,
    può attendere.. (anzi meglio non affrontare il problema: vuoi vedere che le risorse del ministero non arrivino più ai destinatari oggi previsti?)

    buona giornata

    RE Q
  8. #8 scritto da Giulia il 14 luglio 2017 15:20

    …..u signur…..

    vuoi vedere che ci troviamo di fronte a un novello dr. Jekkil & mr. Hayde?

    personaggio notoriamente “disturbato”

    RE Q
  9. #9 scritto da Miserabile di Montecristo il 15 luglio 2017 13:03

    Più che Dr. Jekyll e Mr Hyde a me sembra di aver a che fare con Mr Bean, ma sarà solo la mia impressione.

    RE Q
  10. #10 scritto da Socrate Lusacca il 15 luglio 2017 19:20

    Non solo sua Miserabile di Montecristo..

    tuttavia la qualità della persona, quando mette insieme responsabilità apicale e carenze rispetto alle doti necessarie,
    è fonte di problemi, nel caso di una gestione,
    i problemi diventano danni economici
    … e si tratta di nostre tasse

    questa è la dmeocrazia,,

    RE Q
  11. #11 scritto da Socrate Lusacca il 24 luglio 2017 22:53

    L’imbarazzo del sindaco continua con un va e vieni, da un capolinea all’altro…
    Non più tardi di qualche giorno fa su Buccinasco Informazioni ove sostiene che si deve firmare, che dobbiamo accogliere.
    Dopo aver detto a qualche Consigliere, che gli ha creduto sulla parola, che lui non ha firmato.

    Oggi è successo un evento inusuale: un giovane di colore sdraiato stamattina sul parco, forse dormiente, forse colto da malore.

    Ecco che ha l’esigenza di prendere le distanze e se ne esce su il giorno con una dichiarazione del genere:
    “Ribadisco, e ne parlerò anche in occasione del consiglio comunale di domani sera: attualmente non abbiamo ancora siglato alcun accordo con la Prefettura e nessuno ci ha contattato per dirci che domani arriveranno 10 o 70 profughi – precisa Pruiti -. La nostra intenzione, certo, è sottoscrivere un protocollo con la Prefettura in modo da poter condividere e concordare un percorso di accoglienza, controllato e mediato.”
    (probabilmente un refuso: anziché mediato si intende meditato?)

    Questo discorso, in questi termini, il sindaco doveva raccontarlo sul medesimo giornale venti giorni fa…
    Adesso ha tutte le caratteristiche di una marcia indietro…

    Con chi deve condividere e concordate un percorso di accoglienza, se non con i Cittadini e i loro rappresentanti?
    (Esattamente ciò che in questo articolo si sostiene!)

    Non doveva dirlo prima di un’intervista ove parla del completamento di un percorso già portato avanti da Maiorano e da lui condiviso?

    Piacerebbe sapere il modo di comunicare che gli avrebbe suggerito il Portavoce, di prossima nomina….

    buona notte, buia (cielo plumbeo e luna nuova)

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth