Cittadini vicini al Movimento Cinque Stelle al bivio: la scelta giusta del voto

Buccinasco ha registrato un successo importante dei nuovi arrivati. Oltre a BucciRinasco,  M5S con il candidato Alberto Schiavone, che ha ottenuto un riscontro importante: 2.000 voti. Nelle previsioni siamo stati tutti condizionati dai numeri nazionali. Qui M5S ha ottenuto e conferma, posizioni di primo movimento per i temi alternativi che vengono posti rispetto al sistema dei partiti. Trasporre i consensi locali sui temi nazionali (che restano elevati)   si è dimostrato miope.  Lo siamo stati tutti, compresi i sondaggisti.

Senza occhiali il miope non riesce a vedere con chiarezza le cose che gli stanno intorno, entro la Comunità. Chi si identifica nelle posizioni M5S, lo voterà per eleggere Cittadini nuovi, che rinunciano alla gran parte dei compensi e delle spese elettorali, che sostengono questioni che toccano da vicino i Cittadini e in particolare le fasce più deboli. Localmente però non ne percepisce facilmente l’effetto entro i temi locali.

I Cittadini “nuovi”  catapultati in parlamento,  all’inizio sconosciuti, si sono dimostrati validi. Come si è rivelato sul gruppo eletto nel 2013, che ha superato le mille difficoltà di praticantato, la conoscenza dei diversi meccanismi parlamentari, le commissioni ecc. Ma qui siamo al gioco nazionale, che certamente è di gran lunga più importante anche per il paese. Le elezioni locali in cittadine o paesi sono un’altra cosa. Per un movimento nuovo molto dipende da questioni  specifiche.

A Buccinasco M5S si è mosso bene. Ha dato vita a iniziative positive, che hanno impattato sui Cittadini. iniziative che sono operanti e proseguono tuttora. Il risultato è consistente in termini di adesioni. Localmente la collocazione di alternativa al sistema di M5S non consente di mettere a frutto questi consensi con un sostegno diretto all’uno o l’altro dei candidati al ballottaggio.

L’esperienza nel mandato Maiorano ha rappresentato una scalata a mani nude, di fronte all’ostracismo che in tutti i modi è stato profuso quasi fossero un nemico da sconfiggere a prescindere. Non è il caso di ripeterne le storie, le conosciamo tutti. Una riflessione però merita di essere fatta, sul dopo.

I Cittadini vicini al M5S impegnati a Buccinasco si trovano davanti a un bivio da percorrere. Restare fuori, le mani pulite, lasciando che tutto vada come andrà, tanto non cambia nulla, è una scelta. Oppure vedere se su alcuni punti del programma di una delle coalizioni vi siano posizioni condivise, apertura e sviluppo per le iniziative portate avanti, che ne fanno loro merito. Rendere possibile un radicamento sul territorio: questo si può fare.

La coalizione che si identifica in Nicolò Licata, dopo l’apparentamento effettuato con BucciRinasco, ha registrato il rafforzamento non solo numerico, ma ha portato alla condivisione di un programma che riguarda punti fra i più importanti a livello di Buccinasco:

  • La attenzione verso l’associazione dei Cittadini sul tema sicurezza: la Sorveglianza di Quartiere che può  vedersi integrabile in un sistema coordinato che partendo dai Cittadini si affianchi alle forze dell’ordine, municipali e del territorio;
  • Un progetto di sostegno organico alle situazioni di difficoltà nel lavoro, che fornisca supporti positivi di formazione e avvio al lavoro. In rapporto con le imprese locali, che non lasci a se stessi, fornendo risorse e indirizzi; l’impegno verso la dignità e l’atunomia della persona e della famiglia.
  • L’attenzione verso il sistema scolastico locale, indirizzato verso la parificazione delle famiglie consentendo loro la libertà di scelta, eliminando le limitazioni quantitative oggi esistenti.

Ci sentiamo di porre in evidenza  l’importanza che può avere per Buccinasco un comportamento positivo verso  queste iniziative e altre che verranno, di una coalizione aperta all’esigenze che vengono dai Cittadini, da chiunque proposte.  Una amministrazione amica e comprensiva, nel totale rispetto delle scelte politiche di respiro nazionale.i Cittadini di M5S su questi temi devono trovare una risposta da condividere. Dai Cittadini, per i Cittadini.

IL VOTO E L’UNICO NOSTRO POTERE

VOTATE PER NICOLÒ  LICATA SINDACO
SCEGLIETE BUCCIRINASCO SE IN NOI RIPONETE FIDUCIA
CI AIUTERETE AD AIUTARVI

  1. #1 scritto da Uno che sa il 20 giugno 2017 10:19

    Se mi è permesso un ultimo intervento,
    volevo scriverlo nell’altra discussione,
    ma è meglio qui.

    Sa cosa le dico Socrate? Vi voto io.

    Al primo turno ho votato proprio per i 5 Stelle, terza e forse ultima volta.
    Non mi piaceva che fossero rimasti ancora soli, per i motivi già esposti.

    Ma sembravano così sicuri di andare al ballottaggio,
    che mi sono detto: sapranno ciò che fanno.
    E invece avevo ragione.

    Se ora infilano nuovamente il mio voto in frigo per cinque anni, non lo avranno più.

    Della parte civica di Buccinasco, siete rimasti in pista voi.
    Anche se non condivido proprio tutto ciò che dite, avete due cose che rispetto:
    coraggio e voglia di fare.

    Se ho capito bene quanto mi ha scritto nell’altra discussione,
    in caso di vittoria di Licata avrete 3 seggi in consiglio comunale.
    Quindi, sarete decisivi per OGNI delibera:
    se e quando voterete con l’opposizione, le delibere non passeranno.

    Dovendo scegliere per forza tra Pruiti e Licata,
    scelgo quello che ha accettato di avere dei “controllori” nella maggioranza.
    Da cittadino, vi assegno questa responsabilità.

    NB Per inciso, Pruiti invece si ciuccia i voti della sinistra rossa lasciandoli fuori.
    Siamo uniti, siamo fratelli ma… le poltrone servono a me.
    Chissà se le pecorelle che mettono sempre la X sul simbolo, stavolta avranno qualcosa da ridire.

    RE Q
  2. #2 scritto da Socrate Lusacca il 20 giugno 2017 13:40

    Insieme a molte cose condivise,
    c’è una precisazione che credo doverosa…

    Nell’articolo ho cercato di descrivere la diversa pesatura locale e nazionale del M5S.
    Non tutto quello che viene sostenuto entro M5S ci convince… ma
    L’unica alternativa seria per una ripartenza del Paese passa da lì, almeno finora.

    Localmente le scelte non sono facili,
    certamente è dubbio un accordo di sistema con sistemi politici nazionali.
    Si è alternativi e con i partiti un accordo può essere strumentalizzato.

    Quanto a BucciRinasco:
    forse si sarebbe potuto impostare un accordo allora,
    o forse i tempi non erano ancora maturi…
    guardarsi indietro però non è utile:
    si devono prendere scelte per la comunità quasi ogni giorno, caso per caso.

    Uno che sa, descrive bene le nostre scelte, si vede che ha capito le intenzioni
    e la responsabilità che ne deriva per noi
    Non siamo in un fortino: stiamo conoscendoci ogni giorno di più e c’è una sintonia che riguarda il che fare,
    che cresce ogni giorno… Sta nascendo una Buccinasco moderata nuova che si ancora sulle origini di ciascuno,
    senza rinnegarle, ma guardando avanti, a Buccinasco.
    Ne siamo coscienti delle responsabilità e abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti.

    Grazie e tutti a votare, da Cittadini per i Cittadini.

    RE Q
  3. #3 scritto da Joe & friends il 21 giugno 2017 23:13

    caspita pero’ solo ora mi rendo conto di aver sovrastimato il potenziale di Schiavone…

    vantava oltre 9500 iscritti al suo profilo e su quello ha contato i suoi voti…salvo poi…prenderne solo 2000…

    di contro
    il profilo di buccirinasco alla data della prima tornata aveva malcontati 3000 iscritti e ha preso i suoi
    1200 voti (non vorrei sbagliarmi)

    in termini di percentuale 1987/9500= 21% degli “amici” vs 1229/3000=41% degli “amici” facebucchiani…

    questo deve insegnare che i doppi e i tripli fake sui profili fb non servono a nulla se non incasinare le carte…
    poi arriva il setaccio
    e i dati diventano impietosi.
    solo uno stolto non impara dai propri errori…
    uno astuto impara anche dagli errori altrui…ed evita di replicarli inutilmente sulla propria pelle…

    un abbraccio e il miei voti!
    joe & friends

    RE Q
  4. #4 scritto da Saccavini il 21 giugno 2017 23:22

    Per una spiegazione delle differenze credo si debba comunque considerare alcuni fattori specifici:

    > un paio d’anni di attività in più
    > iniziative come SdQ che hanno riverbero non solo locale
    > la vicinanza con il M5S che per alcune fattori genera amicizie non solo territoriali

    Poi può esserci anche una maggiore dimestichezza nell’uso di fb che consente maggiore visibilità ecc.

    Riguardo a BucciRinasco, in positivo crediamo possa considerarsi una serie di post informativi sulle questioni locali superiore al puro gossip,
    questa caratteristica genera un numero di amicizie che più si avvicinano alla condivisione sui contenuti…
    siamo a stime generiche, che qualche indicazione dovrebbero dare per le prossime elezioni…..

    buona serata Joe…

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth