Ballottaggio e elezioni future: come migliorare Buccinasco?

Cittadino Stanco è un caro alias che saltuariamente ci propone riflessioni sempre utili. Succede anche in questo caso, che a botta calda, come è d’uso dire, affronta un tema di peso: le elezioni che ci aspettano al ballottaggio fra 10 giorni, e la possibilità di una svolta, di un cambiamento può ancora costruirsi.

Inseriremo in corsivo, argomento per argomento, le  puntualizzazioni che riteniamo opportune. Si tratta di materia opinabile e ulteriori contributi saranno utili ai lettori. Spazio ce ne sarà. Ciò che è importante riguarda il futuro della nostra Buccinasco, un tema non da poco, anche se la metà degli elettori hanno ritenuto di non esercitare il loro potere, il loro diritto.

Siamo prossimi a un cambiamento ancora possibile e cambiare l’esistente. Scettici e indifferenti possono compiere una scelta sperimentale se proprio BucciRinasco non riesce a essere convincente. Lasciando le cose così come il mandato appena finito non va bene… ci troveremo peggio gestiti e più poveri. Cittadini che siete stati a casa, dateci fiducia! Non solo non ve ne pentirete, ma vi sorprenderemo per come potrà ripartire la nostra Buccinasco!

1° Argomento: rapporti tra PD e Noi di Buccinasco

Credo che il calcolo dell’eventuale rapporto tra i consiglieri PD e “Noi di Buccinasco” (in caso di vittoria di Pruiti al balottaggio) debba tenere conto del ruolo della Consigliera Rosa Palone.  Fino a poche settimane fa la Consigliera Palone era Presidente del Consiglio Comunale e membro importante della lista “Noi di Buccinasco” (crediamo si tratti di per Buccinasco,  ma è la stessa cosa ndr), è passata poi improvvisamente (?) al PD, il PD la ha messa in lista, ed ha ottenuto un record di preferenze.

Come pensate che vada valutato il bilancio tra     1) le preferenze ed i voti guadagnati dal PD e persi dalla Lista Pruiti grazie a questo passaggio (la “dote” portata al PD dalla Consigliera)     2) gli eventuali voti persi da elettori PD che non hanno votato PD perché Lei era in lista (posso fare esempi di questa “dote negativa”)
3) gli eventuali voti guadagnati da “Noi di Buccinasco” proprio perché la consigliera Palone era in lista? Che ne dite?

Nessuna motivazione viene dagli intressati, Cittadino Stanco. Sono abituati a decidere le cose come loro pare. Noi Cittadini dobbiamo solo prendere atto e votare, non abbiamo diritto di conoscere (così considerano la politica di servizio, che interpretano come potere loro). Noi Cittadini teniamone conto e teniamoli lontani dalle nostre tasse. Ne farebbero ciò che interessa loro, per il loro consenso.

2° Argomento: le future Giunte ed il futuro Consiglio

Sarebbe bello che prima di Domenica, e subito dopo la ufficializzazione degli eventuali apparentamenti, venisse dichiarata la possibile composizione delle eventuali Giunte. Va bene il ruolo del Sindaco, va bene che gli Assessori sono nominabili e revocabili senza problemi dal Sindaco, ma per me cittadino elettore sarebbe importante sapere con che squadra hanno intenzione di governare i futuri Sindaci (più che le persone credo sia importante un programma, che abbia carattere impegnativo. L’impegno obbliga il sindaco e le liste a scegliere con cura ndr).

Come anche sapere quali eletti al Consiglio Comunale hanno intenzione di dimettersi prima ancora della prima seduta, oppure subito dopo (questa sarebbe buona cosa, mentre è pessima la decisione assunta da Carbonera nel 2012. Vi possono poi essere eventi non prevedibili che le motivano, oppure avvicendamenti per fare esperienza, ecc. ndr).
Credo di ricordare le dimissioni dell’ex Sindaco Maurizio Carbonera dopo UNA, ripeto UNA seduta del Consiglio Comunale nel quale era appena stato eletto. Quanti e quali dei neo Consiglieri recordman di preferenze lasceranno presto il Consiglio? Credo che in gergo si chiamino Candidature civetta. Che ne pensate? (è da sperare non ve ne siano, per il bene delle stesse liste, che danno cattiva mostra del proprio concetto di fare democrazia e rappresentanza dei Cittadini che hanno votato, ndr)

3° Argomento: ragioniamo sulle preferenze?

Come al solito c’è chi arriva Papa al Conclave ma ne esce ancora Cardinale. Visi che si sono spesi in campagna elettorale e che non faranno parte del Consiglio Comunale, per le poche preferenze raccolte rispetto ad altri membri delle stesse liste. Sarebbe bello che in futuro gli elettori riuscissero a confrontare le qualità richieste a un Consigliere Comunale (compreso un minimo di conoscenza delle regole del funzionamento di un Comune), con le doti per le quali hanno espresso le loro preferenze.
Non sono previsti esami di diritto, economia e scienze politiche agli elettori prima di concedere l’elettorato attivo…, forse sarebbe il caso di introdurre dei corsi di qualificazione per i candidati prima di permettere l’elettorato passivo, o prevederli almeno per gli eletti…? Che ne dite? (osservazione più che pertinente, conseguenza del suffragio universale come applicato quando la maggioranza dei Cittadini era analfabeta. La croce, anziché lobbligo di scrivere il nome, ne è ancora oggi la conseguenza. I Cittadini dovrebbero pretendere competenza e scegliere senza riserve, scartando coloro che non ne sono dotati. Istituire corsi di gestione locale, dal contenuto pratico e non burocratici potrebbe essere utile. Ndr)

Quali sono le doti di un “buon” candidato, capace di raccogliere decine o centinaia di preferenze, e quindi di venire eletto e di far vincere la propria lista? Siete in grado di individuare delle caratteristiche comuni, che magari possano aiutare BucciRiNasco (e le altre liste) ad una diversa selezione delle candidature alla prossima occasione? Perché alle elezioni non vale il presunto motto di De Coubertin secondo il quale l’importante è partecipare… Conta chi vince! Tre buoni petardi sul fuoco della discussione…

14 Giugno 2017 Cittadino stanco (preferisco mantenere il mio pseudonimo, credo che sapere chi sono non sarebbe interessante per nessuno)

  1. Non vi è ancora nessun commento.
 
 

sottoscrivi il feed dei commenti

SetPageWidth