BUCCIRINASCO: rendiconto di un’esperienza

Due anni è mezzo sono trascorsi da quando, in casa d’uno dei fondatori si decise la nascita di quella che sapevamo sarebbe diventata una lista civica. Una delle tante che si definiscono così, ma nell’intento dei fondatori le idee sulla necessità di un salto qualitativo per costruire il modo nuovo del fare una rappresentanza autentica di Cittadini per i Cittadini. Diversi, proponendoci d’essere la “cosa” davvero al servizio di Buccinasco.

Ieri sera si è concluso il ciclo operativo che ci ha portato a queste elezioni amministrative. La pausa di riflessione è occasione utile per guardarci dentro: per riflettere sul percorso avuto, le modifiche in corsa a superare le criticità, la volontà forte, mai mancata, di proseguire e superare gli intralci che il vecchio sistema  in tutti i modi ha disseminato sul cammino (lo sapevamo; cose prevedibili).

Tutto così fino a ieri, fino all’ultimo giorno: ce ne sarebbe da raccontare ma non è questo il momento, verrà il tempo. La squadra si è costituita e cresciuta. L’esperienza di questi due mesi elettorali, entusiasmante in un crescendo rossiniano (l’ouverture del Guglielmo Tell, per molti anni sigla di apertura e chiusura dei programmi di una RAI in b/n) possiamo dirlo ora: faticosa ma davvero degna d’essere vissuta… una bella esperienza per tutti noi.

Persone che si sono trovate per FARE, tutte che hanno messo da parte aspettative personali, tutte impegnate per il Bene Comune, messi in comune, per il nostro Comune. Fin qui si potrebbe dire: normale: questo era il proposito, così si è operato. Normale si, entro BucciRinasco, ma la cosa ci ha felicemente sorpreso davvero, rispetto all’immagine esterna, l’eccesso di protagonismo esposto a ogni occasione possibile da parte di altri (partiti o movimenti, civici finti o meno).

Non si ferma qui questa riflessione, perché ciò che è stata la nostra sorpresa è il vissuto diretto  con i  Cittadini:  coloro che, avvicinati da noi o venuti loro per conoscerci, una volta compreso il messaggio del modo davvero nuovo di far politica, hanno aderito con entusiasmo e convinzione. In qualche caso con comprensibile riserva iniziale,  venuta dalle tante esperienze rivelatesi deludenti.

Prendendolo dal linguaggio televisivo, abbiamo bucato lo schermo, siamo diventati protagonisti di queste elezioni locali. Presentando proposte, discutendo sui temi utili a tutti e alle diverse categorie di Cittadini. Evitato ogni polemica guardando all’interesse della Comunità. Straordinario il candidato sindaco Caterina Romanello negli incontri pubblici.  Abbiamo rappresentato la novità che suscita attenzione. Le adesioni crescono ogni giorno, sempre più convinte, fino all’entusiasmo in non pochi casi:

CE LA POSSIAMO FARE

Si, a bocce ferme, ne siamo confidenti: davvero CE LA POSSIAMO FARE. La parola ai Cittadini ora, che auspichiamo numerosi. Parteciperanno con il loro VOTO alla scelta del nuovo Sindaco con i suoi amministratori. Ogni voto pesa, pesa davvero ed è importante: si decide a chi assegnare la gestione di 135 milioni di nostre tasse, da spendere in cinque anni. Non lasciamo che scorrano nel tran tran: devono fruttare, devono farci crescere.

La notte di Domenica sarà lunga e farà conoscere la volontà dei cittadini. Almeno quella del primo turno. La nostra speranza, il nostro auspicio i lettori lo conoscono e non vogliamo aggiungere altro. Un buon fine settimana a tutti, una serena riflessione per una decisione che ciascuno di noi deve assumere, avendo in mente la cosa fondamentale:

IL VOTO DI TUTTI I CITTADINI
ABBIAMO IL POTERE DI DECIDERE
TUTTI
NELL’INTERESSE DELLA NOSTRA COMUNITÀ

ANDIAMO A VOTARE

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth