Sindaco candidato. Idee confuse? No! mancano: è il nulla

Rimane improbabile che l’inopinato coniglio estratto dal cilindro nelle primarie del PD, riesca ad attraversare i perigliosi ponti di corda sospesi sul canyon per giungere al primo posto del Municipio. Non c’è empatia fra il personaggio e il PD: fin troppo evidente.  A quanto si sta vedendo, dovrà correre da solo con i “compagni” di cordata restano fermi in riva al fiume…

La speranza che gli rimane è che si arrivi a un ballottaggio fra lui e M5S con il centro destra che lui spera lo appoggi. Dovrà però arrivare al ballottaggio: ipotesi subordinata alla tenuta del PD asciugato da uscite diverse. Una quota non marginale di scontenti che andrà a rimpolpare M5S; un’altra che tirerà a sinistra verso la lista Benedetti, invogliata anche dalla candidatura indigesta emersa dalle primarie.

Neppure si può escludere una quota di ex che diventano per le stesse ragioni non votanti. Quanto rimarrà della “gioiosa macchina da guerra” che nel 2012 fortunosamente si trovò a vincere? Sarà uno dei temi su cui riflettere in questi due mesi scarsi che ci distanziano dall’11 Giugno. Ma lasciamo le ipotesi, altre se ne potrebbero aggiungere (un’ala PD che si accorda con M5S ad esempio). Ipotesi che tali restano, perché alla fine contano i numeri.

Meglio diffondere, far conoscere i programmi, su cui poi i Cittadini giustamente decideranno di assegnare il loro voto.  Nel caso del vicesindaco per decidere il NO pesa e dovrebbe bastare come un macigno il nulla realizzato nei cinque ani trascorsi; il deperimento accusato dalla città. Lui è fra i principali responsabili: visto e non piaciuto.

Tuttavia quanto comincia a trapelare è interessante, per il nulla che si continua a proporre (VEDI, da un volantino fattoci pervenire, di cui ringraziamo il lettore). Prima osservazione: si tratta del programma del candidato, non della coalizione (per lo meno. Non esiste alcun riferimento che possa far risalire ad altri oltre all’autore), neppure in simbolo.

Il contenuto è lì da leggere:  appropriarsi del progetto M4 è funambolico. Non dipende da lui. Toccherà ai Cittadini dopo che avremo conoscenza dei progetti di massima di M4, con i costi previsti, i finanziamenti regionali e quanto verrà accollato a noi. Adesso non si possono ipotizzare cifre. Ma neppure i tempi, che saranno decisi da M4 dopo aver terminato l’attuale progetto (nel 2023…, sotto una ulteriore e diversa amministrazione).

In poche parole non è un argomento, stiamo parlando del futuro e non c’è volontà che possa modificare le scelte (si tratta di centinaia di milioni che altri saranno disposti a immettere nell’operazione). La cosa ancor più risibile, che conferma il nulla programmatico, sono i due punti che seguono: ristrutturazione delle scuole e rifacimento di marciapiedi e strade. Questa è ordinaria amministrazione!!… lo deve fare anche se non volesse.

Seguono almeno 60 orti, la polizia privata (!!!  La paga lui??) per la sicurezza.  Nido gratis fino a reddito familiare di 30mila (ora se non erriamo sono 25mila). La proposta di una palestra palazzetto… (con tutto quello che c’è da fare, di più importante).

Conclude cinque anni di programma con la pulizia stradale che vorrebbe possibile senza divieto di sosta e infine, ancor più penoso o risibile: “piccolo impianto per trattamento rifiuti ingombranti” al fine di abbassare la tassa rifiuti. Meno che briciole per lasciare tutto, proprio tutto, come sta ora. I Cittadini possono già adesso avere l’immagine di Buccinasco nel 2024 se avessimo la sfortuna di trovarci un gestore con questi obiettivi: non cambierà nulla.

Rimaranno i capannoni nel centro di Buccinasco, con industrie e altro; tutto fermo, spendendo i soliti 27 milioni l’anno; 135 milioni in un mandato…  una discesa che lentamente, quasi inavvertitamente, sarebbe destinata a portare indietro Buccinasco. Unici cambiamenti  i passaggi di proprietà immobiliari diverse, a entità dalle larghe disponibilità, che man mano occupano una città rimasta a metà, incompiuta, impoverita.

Tag:

  1. #1 scritto da manolete il 23 aprile 2017 09:21

    Ma egregi signori ,
    l’Onestà inossidabile della Persona non la considerate??

    Vale molto di più di tutti i vostri inconsistenti programmi!
    Conpermesso

    RE Q
  2. #2 scritto da Socrate Lusacca il 23 aprile 2017 11:52

    Arriva manolete…
    si rivede a tutela del suo mentore (simigliante nel modo e contenuti)

    Non ci permettiamo di esprimere considerazioni sull’acciaio inox.

    Amministrare richiede progetto e programma….
    Uscente da un nulla durato cinque anni,
    lo sta riproponendo…
    e chiede che noi cittadini gli si dia altri 135 milioni di nostre tasse…
    per rifare il nulla.

    proprio non è presentabile quale amministratore

    RE Q
  3. #3 scritto da Andrea D. il 24 aprile 2017 20:38

    Che dire?
    - MM4: considerando come ha gestito la vicenda ATM direi che c’è poco da stare allegri.
    - La ristrutturazione di tutte le scuole? E in questi 5 anni che hanno fatto? Rinvii su rinvii? Perché dovremmo credere che cambi qualcosa ora?
    - Marciapiedi e asfalti: mancano 15 KM da che? Perché gli altri hanno in programma di non fare MANUTENZIONE ORDINARIA? Sarebbe questo il programma?
    - Sicurezza: ancora coi progetti avventurosi di sorveglianza privata? Ne parla di 5 anni e il risultato è il nulla! Però aveva messo in piedi le ronde padane, con le quali è andato sui giornali; solo quello, però, risultati ZERO assoluto.
    - Nuova caserma dei Carabinieri? Con tutto quel che ha detto contro chi l’ha proposta? Nel frattempo sarebbe così gentile da dirci quanto è stato speso (possiamo duri buttato dalla finestra?) per la vecchia dalle due amministrazioni delle quali è stato parte?
    - Pulizia strade: con quel che hanno speso per l’appalto rifiuti perché non l’abbiamo avuta prima?
    - Rifiuti, altri progetti fantasiosi da chi, nella passata campagna, prometteva di abbassare la tassa rifiuti! E’ diminuita? No! Credo basti questo per valutare le promesse elettorali.

    PS: Povero manolete l’ammazzasette di verde vestito: mi saprebbe dire qual è il candidato che va sbandierando la propria disonestà? Tutti onesti e integerrimi, anzi lindi, fino a prova contraria. La capacità, invece, è già stata messa alla prova e su quella il giudizio mi sembra chiaro e netto.

    RE Q
  4. #4 scritto da Socrate Lusacca il 24 aprile 2017 23:59

    Sull’elenco di Andrea basta un argomento:

    i rifiuti con la gestione Cereda avevano un costo di 3 milioni con una azienda di area PD (contratto probabilmente risalente alla gestione Carbonera).
    Il contratto fatto dall’ineffabile vicesindaco ha sbandierato una riduzione di 200mila, stabilendo l’importo a 2.800.000

    Il risultato?
    nel bilancio consuntivo 2016, appena presentato, discusso il prossimo consiglio nell’8 maggio,
    il consuntivo del settore rifiuti indica la cifra di 3.400.000

    Mentre il settore vede ogni giorno aumentare le possibilità di recupero e sfruttamento economico del giacimento Rifiuti e riciclaggio…

    e lui propone l’investimento in un sistema che tratta i rifiuti ingombranti?
    che non saranno neppure il 5% del totale in termini di peso?

    credo che questo basti per dimostrare la politica del nulla, come scopo

    a casa, a casa, a casa…. per un riposo (immeritato, ma lasciamolo lì, lui e i suoi compari)

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth