Pruiti candidato PD: i fatti del suo mandato trascorso

L’elenco minuto porterebbe a un lungo articolo che poi stancherebbe i lettori. Scopo nostro è farsi leggere, per trasmettere i concetti di fondo e argomentare con ordine.  Quindi parecchie cosette poste in essere o sostenute dal candidato sindaco (oggi vicesindaco) verranno a galla dai lettori. Probabile che verranno loro in mente e  non ne mancheranno.

Lavori in casa senza il rispetto delle norme: 2012 il signorino è appena eletto che presenta un lavoro nella sua abitazione cui fanno seguito una serie di note dagli uffici e mancati controlli dalla P.L. finché la situazione esplode. Alla fine la questione si conclude con una SANZIONE  che sistema pagando una sanzione (senza iscrizione; così il certificato penale è lindo). Comportamento che per uno che si candida a sindaco rappresenta un serio handicap.

Contratto ATM: anche questa è una operazione fatta subito dopo le elezioni. Si tratta di una ipotesi di contratto impostata in corso di mandato Cereda: qualche mezzo a Buccinasco in cambio di un corrispettivo enorme che si somma ai biglietti extraurbani. Non perfezionato da Cereda, e neppure dal commissario Iacontini. Il vicesindaco lo firma, senza alcuna discussione; non solo. Aumenta di qualche frequenza i bus con un aumento del canone (arrivando a 500mila euro l’anno).

Operazione che il vicesindaco fa senza alcun preavviso: il contratto i Cittadini se lo trovano firmato e da pagare. Non contento, per agevolare i trasporti, mette in atto un gioco delle tre carte. Anziché ottenere un trattamento analogo ai milanesi, per gli studenti subisce un contratto da strozzini e lo compensa con un rimborso agli studenti (altri 100mila euro l’anno).

Smantellamento della scuola civica di musica. Da trent’anni operante a Buccinasco, gestita in forma autonoma da Cittadini sotto la guida di una maestra capace. E’ un’istituzione; associazione che si autofinanzia con le quote dei frequentanti. Nessun costo per i Cittadini o quasi: viene smantellata e assegnata a un gestore. L’operazione  in quattro anni ha generato un costo che supera i 250mila euro (contro i quasi nulla precedenti).

La gara del verde famigerata: nella qualità di Assessore alla partita conduce questa gara in modo strumentale. Nel corso di gara avvengono pasticci diversi; perfino lo spostamento del presidente della commissione di gara, evidentemente ritenuto non affidabile. L’operazione si conclude con un conduttore del verde che definire mediocre è lieve. Un disastro nel sistema parchi, i cui costi potranno essere messi a fuoco con la nuova amministrazione (solo gli impianti di irrigazione dei parchi valgono milionate).

Le scuole e le manutenzioni: messe a bilancio fin dal primo anno, sono state rimandate da un anno all’altro, provocando una serie infinita di danni e scompensi nella normale gestione scolastica. Solo al quinto anno si è riusciti a combinare qualcosa, ma l’intero impianto delle scuole comunali rimane approssimativo; da rivedere complessivamente.

Il PGT e la strategia punitiva per l’edilizia e la Comunità. Un disastro annunciato a causa di un piano punitivo per lo sviluppo, l’assenza sostanziale di un progetto di riqualificazione urbana, ecc. Pensavano, il vicesindaco ha pensato, di ottenere egualmente oneri di urbanizzazione per finanziare le opere straordinarie su scuole e quant’altro, che infatti non sono venute. Un flop davvero totale: l’unica lottizzazione riguarda, guarda caso, un terreno “nuovo suolo” con una cubatura quasi tripla rispetto allo standard previsto per tutti gli altri.

Il sistema dei rifiuti. Il vicesindaco è riuscito nell’impresa di non risparmiare nulla su una spesa esagerata di 3milioni l’anno. Dappertutto si riesce a ridurre gli oneri, il costo; aumenta il riciclo: dai comportamenti più ecologici diffusi è riuscito a lasciare tutto il risparmiato all’AMSA. I Cittadini che continuano a pagare come se il risultato della raccolta differenziata non ci fosse!

L’opposizione alla Sorveglianza di Quartiere. Dicono i promotori che vi è stato un intervento diretto del vicesindaco nei confronti dell’ente Controllo del Vicinato perché non desse il suo patrocinio alla neonata organizzazione: il comune era contrario. Contrastato in ogni modo, hanno perfino cercato di costruire una organizzazione concorrente (che ha fatto flop). Idem con la caserma dei carabinieri, ove il medesimo prometteva di trovare soluzioni di ripiego per una sistemazione degli alloggi: ha dovuto rimangiasi il tutto, consentendo finalmente la realizzazione di una caserma.

Finiamola qui, per ora: del resto in positivo non ha fatto nulla di significativo.  Il deperimento delle strade, dei marciapiedi; il taglio non sempre dovuto di decennali piante d’alto fusto;  il deperimento pesante del sistema di illuminazione; l’acquisto inconsulto dei pali della luce, che si dovranno sistemare, senza ottenere alcun risparmio…. e si ripresenta! davvero coraggioso (o ritiene i cittadini degli smemorati).

  1. #1 scritto da Saccavini il 11 aprile 2017 10:24

    Riceviamo dal candidato sindaco uscito dalle primarie PD:

    Con la presente si chiede immediata rettifica in merito all’articolo odierno che mi riguarda.
    In particolare, oltre ad altre menzogne minori, per il paragrafo:
    “Lavori in casa senza il rispetto delle norme: 2012 il signorino è appena eletto che presenta un lavoro nella sua abitazione cui fanno seguito una serie di note dagli uffici e mancati controlli dalla P.L.
    finché la situazione esplode. Alla fine la questione si conclude con un reato che sistema pagando una sanzione (senza iscrizione; così il certificato penale è lindo). Comportamento che per uno che si candida a sindaco rappresenta un serio handicap.”

    nessun reato è stato da me commesso come risulta agli atti del comune. Nessun mancato controllo da parte di nessuno, infatti la mia è stata l’unica abitazione privata controllata negli ultimi 14 anni.
    La presente assolve gli obblighi di legge.
    Distinti saluti

    RE Q
  2. #2 scritto da Socrate Lusacca il 11 aprile 2017 10:31

    Il termine “reato” forse non è appropriato?
    Possibile: non siamo proprio dei legali, e se al candidato sindaco piace un altro termine, lo accontentiamo.

    Andremo a riprendere le vicende, che hanno riguardato l’abitazione del Candidato sindaco;
    già ne abbiamo rilevate, ma vogliamo essere precisi…

    la situazione si è protratta per oltre un anno… ma racconteremo e documenteremo tutto per bene.

    Come è giusto per la verità

    e per che i cittadini siano informati

    buona giornata e tanti auguri

    RE Q
  3. #3 scritto da Andrea D. il 11 aprile 2017 12:32

    Convengo con l’eroico vice e ora candidato del CSX, la parola reato risulta inappropriata in quanto nessun reato è stato effettivamente commesso.

    Tuttavia Pruiti, che al tempo dei fatto non ha esitato a definirci su un social network “diffamatori di professione” (epiteto chiaramente diffamatorio nei nostri confronti che è stato poi prontamente rimosso, ma gli screenshot restano), ha pubblicamente dichiarato (al magazine Sì o No, intervista poi riportata sul suo blog) che la sua intenzione sarebbe stata quella di trasformare lo scantinato in ufficio/studio (postazione per il telelavoro).

    Orbene, come risulta dagli atti del comune:

    sottolineare nuovamente che il locale “cantina” non può essere destinato ad alcun utilizzo che preveda la presenza, seppur saltuaria, di persone, sia ai sensi del vigente Regolamento Locale di Igiene che delle norme urbanistiche nazionali e locali.
    Qualsiasi uso diverso da quello per il quale tale locale è stato concessionato, se non autorizzato/consentito con regolare pratica edilizia, risulta soggetto alle sanzioni amministrative e/o penali previste dal D.P.R. 380/2001 e s.m.i.

    Sbaglio?
    Ne dubito visto che ho citato testualmente i documenti.
    Mi chieda la rettifica se ritiene che sbagli, caro vice!

    RE Q
  4. #4 scritto da Socrate Lusacca il 11 aprile 2017 20:37

    Le spiegazioni che ci fornisce Andrea sono chiare…

    da parte nostra ripetiamo il contenuto di un FLASH pubblicato in Città Ideale il 29 Novembre 2013…

    Alla presenza di due funzionari tecnici e un rappresentante della polizia locale è avvenuto stamani il sopralluogo, dopo una settimana (168 ore anziché le 36 richieste) presso il luogo del vicesindaco di cui alla sua denuncia di inizio attività.

    I funzionari hanno repertato e fotografato i locali, avrebbero rilevato condizioni di possibile ripristino da opere im precedenza eseguite.

    Predisporranno la relazione di rito e i successivi adempimenti.

    Va indicato che ove fosse rilevata una condizione di abuso edilizio, questo è reato penale che, ove ripristinata,
    crediamo si possa sanare con una sanzione pecuniaria
    (la normativa è specialistica e particolarmente complessa).

    Non crediamo utili ulteriori commenti:
    il totale realizzato dal candidato sindaco emerso dalle scelte degli elettori PD
    rimane da considerare quale viatico…

    RE Q
  5. #5 scritto da Cesare il 13 aprile 2017 16:06

    Se invece di chiedere rettifiche solo a parole, il vice del sindaco ed attuale candidato sindaco per il centro-sinistra, invii tutta la documentazione in suo possesso e con le carte, e le persone normali leggono e si fanno un idea (potrebbe anche prendere alcuni voti dimostrando che lui dice la verità) e poi chiede la rettifica.
    P.S.: Se ha pagato una sanzione un motivo ci sarà, oppure essendo vice del sindaco contribusce a rifornire le casse del comune!!!
    Buona giornata
    Cesare

    RE Q
  6. #6 scritto da Socrate Lusacca il 14 aprile 2017 15:11

    Cesare sappiamo che il vero sta nel tuo PS:
    il signorino ha pagato una sanzione che gli ha consentito di evitare procedure giudiziarie più severe.

    Quindi non ha nulla con cui scusarsi :
    perfino riguardo alla vittimismo che vuole lasciar intendere parlando del suo caso come l’unico che sia stato oggetto di verifiche da parte degli uffici del comune.

    Non è così; … potremmo parlare d’altro
    (e magari che i nuovi amministratori chiedano agli uffici tecnici di procedere a una verifica sullo stato attuale dei box che intendeva trasformare in ufficio)

    buona giornata e buona Pasqua, Cesare

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth