Gara del verde: siamo al colmo, oltre ogni limite

I lettori ricorderanno che l’esimio vicesindaco, illustrando il bilancio preventivo 2017 illustrava l’orientamento di questa amministrazione di rinnovare l’appalto del verde suddividendolo in tre lotti. A motivazione illustrava proposte in materia del sindaco, illustrate anche su Buccinasco Informazioni.

Abbiamo controllato: ci sarà sfuggito ma non risulterebbe. Mente risulta in tempi antecedenti non sospetti che un articolo di Città Ideale d’allora, venne integralmente ripreso e riportato sul blog personale de vicesindaco (senza commenti, se non ricordiamo male, ma implicitamente assertivo sulla proposta): sarebbe stato imbarazzante per il vicesindaco ammettere che l’origine era una delle proposte di Città Ideale.

Con una non banale differenza: i lotti sono disomogenei. Se tutti i compiti di un determinato lotto sono assegnati a un’impresa, e così per gli altri, c’è una oggettiva situazione d icomparazione sulla qualità dell’opera. Sotto gli occhi di tutti i Cittadini. Se invece uno fa i parchi, l’altro le rotonde, il terzo gli alberi, ecc. si genera una ripartizione che non reca benefici significativi, mentre si ha la perdita di un’economia di scala essendo le dimensioni singole inferiori. Una scelta non logica, che genera maggiori costi.

Questa congrega di pro tempore in uscita anzi, già sulla porta per andarsene a casa, con la campagna elettorale già aperta, non ha senso del limite. Stabilisce la proroga dell’appalto in essere per tre mesi, quindi fino al 30 Giugno. Contestualmente viene deliberata l’approvazione del nuovo progetto della durata di 4 anni e mezzo… fino al 31 12 2021!!

Situazione che merita la citazione dei responsabili, entrambi per la medesima area:  AMBIENTE E CONTROLLO DEL TERRITORIO.  Il primo con la funzione di RESPONSABILE DI SETTORE: Diego Carlino. Il secondo con quella di RESPONSABILE DI SERVIZIO: Rossana Gnasso che, è scritto, ha curato la stesura della determinazione. Non chiedeteci quale differenza possa esserci, misteri dell’oscurità amministrativa (VEDI).

Il progetto, redatto il 23 (ben dopo la apertura del periodo elettorale), riguarda la stesura in quattro lotti (di cui l’ultimo è cumulabile con uno degli altri tre). Il dettaglio è descritto nel documento e meglio precisato nel capitolato(si vada all’allegato 1 della determina 183). Ciò che fa compiere un balzo dalla sedia è l’importo complessivo: la spesa che mettono in conto i progettisti (naturalmente unici responsabili, i pro tempore in uscita non c’entrano, dicono loro):

di dare atto che per l’esecuzione del servizio in oggetto, l’Amministrazione comunale dovrà mettere a disposizione, mediante ricorso a fondi propri di Bilancio, la somma complessiva di € 4.394.208,40 risultante dal Quadro Economico di appalto:  Importo servizio €  3.572.938,03 Oneri per la Sicurezza  € 22.950,00 Totale servizio €  3.595.888,03  Somme a disposizione dell’A.C. Spese tecniche, commissioni, compresa IVA e oneri  € € 7.225,00 I.V.A. 22% di totale servizio € 791.095,37 Totale appalto €    4.394.208,40

Questa naturalmente non può essere classificata come spesa per affari correnti, quindi dovrebbe trattarsi di una pura ipotesi di studio (si fa per dire) con la quale gli amministratori pro tempore in uscita impegnano la cifra di 4,4milioni di pertinenza della futura gestione. La renderanno operativa? Non lo sappiamo, ma non ci sorprenderemmo. Non siamo in una normale azienda privata ove mai un dirigente in uscita si permetterebbe si invadere decisioni e responsabilità di chi subentra.

Quanto all’importo complessivo a base d’asta: corrisponde a un valore mensile di 81.385 euro, contro una spesa attuale di 31.854; un aumento del 155%…. deciso dal progetto, naturalmente non dai pro tempore in uscita. Che adesso se lo ritengono potranno deliberare come spendere le nostre tasse per i futuri 4 anni e mezzo, nella manutenzione del verde.

I commenti di questo modo di procedere li lasciamo ai lettori. Ognuno avrà il suo giudizio. Il nostro parere di Cittadini è un agire assurdo, fuori da ogni responsabilità e misura. Il buon senso e la prudenza del buon padre di famiglia, che dovrebbe ispirare l’azione di ogni persona chiamata a gestire beni non propri, dove è andata a finire? Dio ce ne liberi… prendano il cappello e non si facciano più vedere in Municipio.

  1. #1 scritto da Miserabile di Montecristo il 25 marzo 2017 16:37

    Il solito modo di procedere, a mio modesto avviso a dir poco assurdo, della PA:

    si stabilisce un bando con prezzi stellari, che appaiono fuori da ogni logica, e poi

    ci si ritrova con ribassi del 50%, 60% o anche più.
    A me sembra pura follia.

    Per inciso, con un ribasso paragonabile a quello dell’ultima gara, l’importo si aggirerebbe su 35.000 euro al mese, non così distante dall’attuale.
    Certo che se qualcosa dovesse andare storto c’è il rischio di pagare molto, ma molto di più.

    Ma in fondo perché stupirsi quando si sa benissimo che alcuni appalti per 500.000 siringhe sono stati aggiudicati a un prezzo nettamente superiore a quello

    che spunterei io comprando una sola siringa nella farmacia sotto casa?
    L’Italia, il Bel Paese.

    RE Q
  2. #2 scritto da Socrate Lusacca il 25 marzo 2017 16:54

    La questione dei costi è uno dei problemi, certo fra i più importanti per le nostre tasche, Miserabile di Montecristo.

    Questi stanno decidendo una spesa che inizia DOPO il termine del loro mandato!
    Che si protrae per QUATTRO ANNI successivi: costi “regalati” agli amministratori nuovi!

    per non parlare della triplicazione dei lotti fatta in modo che non vi sia raffronto fra essi.
    Si perde l’economia di scala a causa delle diminuite dimensioni del singolo lotto
    mentre viene a mancare l’aspetto del confronto, della competizione sul mercato

    Un cambiamento che ha un risultato di maggiore onerosità!

    però l’hanno fatto i tecnici, i nostri pro tempore che stanno lasciando sedia e scrivania non sono responsabili!!

    poi in Italia finisce che un km di TAV costa 5 volte quanto succede in Spagna; tre volte quello che costa in Francia…

    buon fine settimana

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth