Relazione di chiusura di un’amministrazione senz’altro inadeguata

Inadeguata? I termini potrebbero essere ben più pesanti, ma vogliamo evitare una tenzone sulle offese, bandando ai fatti concreti. Quando gli amministratori presentano il rendiconto di un quinquennio di attività, come hanno fatto ieri notte, si dovrebbero mettere in fila le risorse impiegate, la destinazione, i risultati in termini di miglioramento e crescita della Comunità.

Magari anche i risparmi rispetto alle tornate precedenti sulle stesse categorie. Sui benefici sociali erogati rispetto ai precedenti. Dove si è riusciti e quanto, ad ottenere un migliore impiego delle risorse. Il rendiconto ha inopinatamente visto il forfait del sindaco e una recita della lunghissima descrizione, delegata al neo candidato sindaco (obbligato a difendere ed esaltare la gestione in uscita): VEDI il comunicato, per ora.

Un autogol clamoroso: si vantano di aver impiegato più risorse per sostenere i Cittadini in difficoltà, aumentandone i contributi e cose del genere. Compito di chi amminstra è migliorare le condizioni trovate, investendo le risorse disponibili per attenuare, ridurre, possibilmente risolvere le criticità (sempre possibili). Impiegare denari senza rendiconto (RENDER CONTO, significa) per fare elemosine in assenza di obiettivi, è sperpero.

Che siano aumentate nel periodo le risorse dedicate a sostenere le aumentate criticità dimostra una politica miope, sbagliata. Continuando così, se mai fossero ancora loro a gestire, fra cinque anni saranno aumentati i disoccupati, i senza lavoro, diminuirà il reddito medio dei cittadini, le attività commerciali e artigiane del territorio avranno più chiusure, ecc.

Neppure si rendono conto: se ne vantano…si gloriano di aver distribuito elemosine anziché averle ridotte, come è l’obiettivo assoluto. Descrivere le loro iniziative, al sostegno alle aziende del territorio, all’attrattiva per nuovi insediamenti, ecc. diminuzione delle aziende in difficoltà; di quanto incrementato il lavoro, come e di che tipo aumentati gli occupati.

Beninteso non forniscono in merito alcun dato… li hanno lì ma non li guardano, non fanno i controlli che dovrebbero presentare come primo dovere del loro operato. Viene da pensare che il loro obiettivo sia proprio appiattire, ridurre la capacità di reddito dei Cittadini, agire in modo che le botteghe chiudano, aumentare coloro che per vivere devono recarsi in municipio a chiedere un obolo.

Così pensano di aumentare il loro consenso, sperando che i Cittadini destinatari delle minuscole contribuzioni, siano loro grati e li ricompensino col voto. Ma davvero sono così miopi? Un po’ di vergogna non la provano nel rivoltare l’analisi del loro operato sostenendo di aver migliorato la situazione? Difficile evitare il giudizio severo: pensiero di gestione antiquato e inadatto al periodo che stiamo vivendo.

Costoro stanno portando Buccinasco verso la periferia di precari e inadattati, in difficoltà. Avendo preso in gestione una Comunità di taglio medio superiore, che ha possibilitàdi sviluppo in tutti i settori di attività, economica, produttiva, di servizi e dei servizi sociali, ancora da esprimere.

Una analisi fatta da costoro che si potrebbe catalogare “politicamente suicida”. Fuori, fuori dal Municipio questi intendimenti, questo modo d’agire e di gestire! Buccinasco può fare ben di meglio e ben di più. Occorre che Buccinasco riparta davvero, avendo alla guida persone di competenza, capaci di progettare lo sviluppo per la Comunità, che lo hanno dimostrato, nel lavoro; cresciuti per le loro qualità e capacità.

Persone civiche che, al di là del colore, al termine del mandato siano solo contenti di poter presentare un dare ed avere in termini di occupati, di reddito, di risparmi. Di investimenti sui beni patrimoniali con un oculato impiego delle risorse: presentando il RENDICONTO di una Buccinasco migliore, più bella, nella quale si vive meglio.

DIFENDIAMO LA DIGNITA’
DI CHI SI TROVA NEL BISOGNO
CONTRIBUTI E SOSTEGNO AI CITTADINI
DEVONO ESSERE L’ULTIMA ESTREMA RISORSA
OBIETTIVO PRIMO E’ LAVORARE
PERCHE’ BUCCINASCO TORNI A CRESCERE

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth