L’ECONOMIA A SCUOLA: UN AIUTO PER L’ITALIA

Città Ideale riceve questo invito: si tratta di un voto da esprimere in favore dell’Istituto Bruno Leoni che realizza, senza spese per scuole o studenti, corsi di formazione in economia. “700 studenti ne hanno già avuto beneficio. Città Ideale aderisce e invita tutti, a sostenere questa meritevole iniziativa (VEDI anche IBL economia nelle scuole).

VOTA E FAI VOTARE PER IBL SU ilmiodono.it

Anche nel 2016 è possibile sostenere le idee per il libero mercato

Cara amica, caro amico, Con un piccolo gesto, con un semplice clic, puoi aiutare l’Istituto Bruno Leoni nel continuare a fornire il suo contributo al dibattito pubblico- Anche quest’anno, infatti, UniCredit mette in palio 200.000 euro per le organizzazioni del settore non profit aderenti a www.ilMioDono.it.   Votare IBL è semplice, basta cliccare QUI , poi su “Vota questa organizzazione” esprimere la preferenza in una delle modalità proposte, via social o via email.  Puoi votare e far votare fino al 16 gennaio 2017.

Dedicandoci qualche minuto del tuo tempo puoi aiutare “IBL nelle scuole”: L’iniziativa con cui l’Istituto Bruno Leoni porta alcune Micro-lezioni di economia nelle scuole. Come sai i quindicenni italiani hanno un risultato ben sotto la media OCSE, nei test PISA, per la “financial literary” (categoria nella quale rientra anche la capacità di maneggiare  nozioni economiche di carattere generale).  L’insegnamento dell’economia (in Italia, ndr) è limitato ad alcune tipologie di scuola superiore e, tradizionalmente, la cultura economica è poco diffusa nel nostro Paese.

Già Serbio Ricossa, addirittura nel 1996, notava che il diffuso analfabetismo economico è preoccupante più di altri analfabetismi, “perché siamo tutti operatori economici. Noi tutti quotidianamente disintegriamo l’atomo o scriviamo la Divina Commedia, ma quotidianamente comperiamo, vendiamo, lavoriamo, produciamo, guadagniamo, consumiamo, risparmiamo, investiamo, e forse è proprio la confidenza con le cose economiche che può indurre a considerare superflua la scienza economica” . “se però superflua non è, alora ignorarne perfino l’abbiccì vuol dire causare dei guai, a noi, agli altri coi quali siamo in collegamento, a tutta la collettività”.

“IBL nelle scuole” è una piccola cosa, ma su una traiettoria di crescita: se nel primo anno 2012/13 abbiamo tenuto lezioni in 28 classi, nell’ultimo anno scolastico (2015/16) sono diventate 123 per un totale di 2700 studenti.

Anche col tuo aiuto, possiamo rafforzare questa iniziativa: migliorare i materiali che mettiamo a disposizione degli studenti, aumentare le iniziative di formazione per gli insegnanti, che abbiamo inaugurato recentemente con un workshop su Homer Economicus. L’economia spiegata dai Simpson“.

Bastano pochi minuti del tuo tempo. Come piccolo ringraziamento per il tuo voto, potrai ricevere un eBook a scelta tra: “Le motivazioni del voto” di Gordon Tullock, “Luigi Einaudi contro i trivellatori di Stato” a cura di Roberto Ricciuti e “La crescita e le idee. Perché la storia dà torto a Piketty” di Deirdre McCloskey.

Inoltre, aggiungendo al voto una donazione personale di importo pari o superiore a 10 (dieci) euro, il tuo voto varrà quattro volte tanto! A tutti quelli che decideranno di fare una donazione, piccola o grande, verrà inviato un secondo eBook: “Sull’economia e gli economisti” del premio Nobel Ronald Coase.

Dopo avere votato, inoltra a info@brunoleoni.it l’email generata automaticamente da IlMioDono che certifica il voto e segnalaci quale eBook desideri ricevere. Grazie per il tuo aiuto.  Alberto Mingardi

  1. #1 scritto da Andrea D. il 6 dicembre 2016 15:13

    Bell’iniziativa, vi aderirei volentieri, ma è riservata ai residenti in Italia. Spero che gli altri lettori sostengano il progetto.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth