Il buco nero di Buccinasco? Buccinasco più e Riciclaggio

Finisce così, a pagina 3 di Buccinasco (dis)Informazioni, con una descrizione di parole in libertà, un lavoro che ha impegnato l’ormai defunta Coalizione Civica, l’istituzione della Commissione sulle evidenze della Commissione Parlamentare (presidente Fiorello Cortiana) con esposti, denuncia al TAR (dormiente da due anni) su una procedura fasulla dell’Assessore al bilancio per “sanare” lo sconcio della discarica a cielo aperto, per finire con l’esposto alla Commissione Parlamentare antimafia.

In questo articolo  emerge l’esito infelice dell’iniziativa di Fiorello Cortiana nell’accettare la presa in giro di una “adozione” in Consiglio del Protocollo della Legalità subordinato a una commissione speciale, di cui nulla più si è saputo dopo Maggio, salvo quanto scritto nell’articolo: “….a conclusione dei lavori, ha elaborato la proposta di un protocollo con la Prefettura di Milano… ” non fatta conoscere, non resa pubblica, se non con questo inciso: due righe nell’articolo.

L’articolo prefigura l’accordo di tutti in commissione nel mettere una pietra tombale sullo sconcio della discarica a cielo aperto: per ora si da notizia dei contenuti. Un’anticipazione di “assaggio” per vedere le reazioni? Stiano sereni i nostri: Città Ideale osserva e informa, svolge i lsuo compito, perché lo sconcio resti  imperitura memoria e testimonianza di amministratori da cui sempre si dovranno prendere le distanze.

Non manca anche la presa in giro: dopo che la giunta è stata costretta a un’imprevista e improvvisa delibera che accogliesse principi di legge antiriciclaggio, in ritardo di un decennio, non si è data alcuna notizia che renda efficace la legge richiamata (2015). Nell’articolo se la cava in questo modo (che i lettori e i Cittadini avvertiti riterranno sconcio del pari):

Si rileva in modo netto la presenza della criminalità organizzata e in particolare della ‘ndrangheta sia nel territorio di Buccinasco che nei Comuni limitrofi, in particolare nel settore del movimento terra e nel settore immobiliare (riciclaggio di denaro).

Dopo aver proceduto come sappiamo in un’operazione immobiliare ove il sospetto degli estremi del riciclaggio è per lo meno ragionevole, e bellamente aver tutti i commissari girato la testa dall’altra parte, si può pensare anche indotti da non creare problemi a qualcuno della maggioranza.  Ma tutto l’articolo parla di formazione la personale per illustrare ai responsabili di settore ….

……. il segretario comunale ha …….  analizzato insieme ai colleghi un caso specifico, l’inchiesta “Mondi di mezzo”, anche definita Mafia Capitale che a partire da dicembre 2014 ha portato a Roma a decine di arresti.

Riguardo al marcio, sembra superata l’occasione di richiamare la Danimarca di Shakespeare, visto  che a questi signori mancano riferimenti locali cui riferirsi. Ci permettiamo allora di sottoporre a costoro e ai lettori la proposta di delibera dell’Assessore all’Urbanistica e Edilizia Privata sulla vicenda madre che ci riguarda (VEDI). La giunta non ritenne di procedere e l’Assessore poco dopo rassegnò l’incarico.

….. Preso atto che a detta violazione è conseguita la grave conseguenza che gli edifici e le aree di stretta pertinenza, debordando dalle linee di delimitazione delle aree edificabili ai sensi della richiamata Convenzione, hanno invaso superfici territoriali che la medesima Convenzione aveva prenotato per l’obbligatoria cessione al Comune a titolo di standard.  La consistenza di tali superfici, quanto all’ambito di via Guido Rossa, cui precipuamente ed esclusivamente si riferisce il presente procedimento, risulta ridotta da mq 91.420, come previsto dall’art. 5 della Convenzione, a mq 81.405;

Rilevato che, in particolare, ove detta variante…. non poteva che essere deliberata dal Consiglio Comunale ai sensi dell’art. 42 del t.u. 267/2001 oltre che sulla base del contrarius actus. Viceversa risulta fatta propria dalla G.C. con delibera di presa d’atto n. 29 del 15 febbraio 2005;

DELIBERA….4) di contestare concorrente responsabilità ai componenti della cessata Giunta Comunale nonché al Dirigente pro-tempore del Servizio Urbanistica per grave negligenza ed incuranza nella gestione dell’atto convenzionale; 5) di riservare a disponendo atto peritale la valutazione del danno patrimoniale sotto i profili esposti in premesse, una volta che la presente contestazione sia divenuta definitiva ed inoppugnabile;

6) di dare mandato al Responsabile del procedimento di inviare tale contestazione alla Procura Generale della Corte dei Conti…….

Tag:

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth