Acqua: sconto da 50 euro o più per chi si trova nel bisogno

Un esempio tipico, piccolo se si vuole, ma se sommato a centinaia d’altri in diverse sommette tolte ai Cittadini e alle imprese, poi somma l’insieme di tasse e prelievi che rende il Paese inefficiente, non competitivo. Parliamo di una regalia che, bontà sua, la società pubblica (nel senso che ha per azionisti comuni regioni e che altro), offre ai comuni della metropoli milanese, come sconto per i bisognosi.

Ricordiamo due principi di questa specie di imprese stataliste: agiscono in condizione monopolistica (di fatto non compatibile con le norme europe). Quindi danno per scontato che sono già al top di efficienza, venendo meno ogni parametro competitivo. Hanno bilanci tranquilli fra gli altri stipendiando amministratori, dirigenti e quanti altri che trovano posto “politico”. Il loro reddito è automatico e non sono pressati a migliorarsi.

Se un’azienda cosifatta ha margini di gestione, significa che dalle tariffe trae un beneficio troppo alto: dovrebbe ridurre i prezzi, con beneficio per imprese ad alto consumo d’acqua e abitazioni. Dato il condizionamento politico del controllo, chi gestisce cosa fa? Un’elemosina ai meno fortunati. Mossa che vorrebbe essere “nobile”, da cui traggono beneficio politici, locali e non, in termini di consenso.

“bonus idrico” viene chiamato. La società, di diritto privato ma pubblica, ci mette 2milioni, che sono trasformati in 40mila “bonus idrici” da 50 euro ciascuno. Se si va a leggere la delibera di giunta 197 del 16 Novembre 2016, è da vedere il lavoro burocratico amministrativo di cui si deve far carico il Municipio: raccolta delle domande, controllo di regolarità e completezza, redazione di una classifica, comunicazione agli interessati, ecc. 594 bonus (29.700 euro) sono accordati a Buccinasco. La classificazione della giunta:

• requisiti del richiedente: essere cittadino italiano o comunitario o extra comunitario con permesso di soggiorno CE, per soggiornanti di lungo periodo, con residenza anagrafica nel Comune di Buccinasco, titolare di un’utenza singola o residente in un condominio;

• requisiti economici: ISEE inferiore o uguale a € 20.000,00; a) per un ISEE da € 0 a € 8.000,00 saranno assegnati 80 punti; b) per un ISEE da € 8.000,01 a € 12.000,00 saranno assegnati 70 punti; c) per un ISEE da € 12.000,01 a € 16.000,00 saranno assegnati 60 punti; d) per un ISEE da € 16.000,01 a € 20.000,00 saranno assegnati 50 punti;

• requisiti familiari: sono favoriti i nuclei familiari con il maggior numero di figli minorenni e in cui sono presenti persone con disabilità grave o non autosufficienti; a) per la presenza nel nucleo familiare di almeno 3 figli minori saranno assegnati 10 punti; b) per la presenza nel nucleo familiare di una persona disabile o non autosufficiente saranno assegnati 10 punti.

Domande da presentare entro il 19 Dicembre, finora senza pubblicità! … mentre i bonus, delle dimensioni da 50 a 250 euro per famiglia, saranno distribuiti con questi punteggi:

• ai nuclei familiari che hanno ottenuto un punteggio fino a 60 sarà assegnato n. 1 bonus; 50 euro

• ai nuclei familiari che hanno ottenuto un punteggio pari a 70 saranno assegnati n. 2 bonus; 100 euro

• ai nuclei familiari che hanno ottenuto un punteggio pari a 80 saranno assegnati n. 3 bonus; 150 euro

• ai nuclei familiari che hanno ottenuto un punteggio pari a 90 saranno assegnati n. 4 bonus; 200 euro

• ai nuclei familiari che hanno ottenuto un punteggio pari a 100 saranno assegnati n. 5 bonus; 250 euro

Un dirigente d’azienda di fronte a queste complessità, questo spreco di risorse comunali per distribuire questi bonus, che chissà poi quando arriveranno ai destinatari, la cui organizzazione e gestione costa almeno altrettanto se non di più, darebbe di matto.

Tutta questa manfrina pre elettorale per raccogliere consenso facendo uso di nostri soldi, è cosa che fa pena. Le famiglie che ne hanno titolo comunque lo facciano! Siccome non è finora pubblicizzata, se questi soldi non vengono poi distribuiti, possiamo solo immaginare come saranno impiegati.

NON LASCIAMO DUE MILIONI
NELLE TASCHE DI UNA SOCIETA’ PRIVATA
IN CUI LE DECISIONI POLITICHE PESANO MOLTO

Tag:

  1. #1 scritto da Miserabile di Montecristo il 20 novembre 2016 13:33

    Proviamo un po’ ad immaginare dove finiranno i bonus.

    RE Q
  2. #2 scritto da citta ideale il 20 novembre 2016 14:23

    Certo, si stanno avvicinando le elezioni
    Se non sono pubblicizzate,
    le domande in prevalenza le fanno quelli che vengono “consigliati” e distribuiti ad hoc.

    Sui media in forma ricorrente viene qualche notizia,
    che naturalmente non riguarda Buccinasco
    I nostri sono al di sopra di ogni sospetto…. (o forse no)

    buona domenica Miserabile di Montecristo
    (con gli auguri che il tesoro trovato nell’isola, consenta le migliori prospettive)

    RE Q
  3. #3 scritto da citta ideale il 21 novembre 2016 11:58

    E’ con piacere che informiamo del comunicato che adesso è stato pubblicato sul sito del Comune:

    http://www.comune.buccinasco.mi.it/news/Bonus_idrico_per_le_famiglie_in_difficolta

    tutti gli interessati avranno le informazioni adeguate per poter partecipare al contributo

    (sono quasi 400 bonus idrici da 50 euro)

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth