Scuola Civica di Musica: con due mesi di ritardo, la conferma (scontata)

Cominciamo con i soldi (nostri): l’amministrazione si è impegnata con 120mila euro (in tre anni), per la Scuola Civica di Musica. Comportamento statalista e di spreco, che altera pesantemente il mercato locale, nel quale sono operative diverse scuole private:  queste devono competere senza avere vantaggi di partenza,. Una alterazione del libero gioco del mercato per favorire attività considerate “vicine”.

Che questo sia o meno da considerare impiego dannoso di risorse pubbliche, lo stabiliranno i Consiglieri, se vorranno porre la questione. Sul piano strettamente economico è ingiusto; altera la libera competizione impiegando male le risorse (sempre le nostre).

Perché un Cittadino che iscrive i figli a una scuola di musica diversa
deve contribuire,  a finanziarne un’altra, mentre lui resta all’asciutto?

Non sarà danno erariale? Forse no, forse. È  certamente comportamento ingiusto, che denuncia una vetera concezione statalista. Chiariti gli effetti di questa decisione : una scelta sbagliata e un impiego illogico di risorse,  andiamo a vedere come  la associazione risultata vincente alla gara, ha ottenuto il premio di 120mila euro.

Assegnazione che è successiva all’esito nullo del primo bando, perché a base di gara era richiesto un fatturato minimo risultato di poco superiore a quanto documentato dal’unico concorrente. Concorrente che si vide assegnata la prima committenza in un concorso che non richiedeva precedenti esperienze specifiche,  neppure fatturati minimi (che non aveva) mentre ora è richiesto un triennio di scuola “civica” (escluse le scuole prive di esperienza civica).

Il rifacimento della gara ha comportato un ritardo di un paio di mesi. Oltre al concorrente naturale per cui è stata ritagliata la gara, in seconda battuta, si è vista la presenza di un’altra scuola. Ben strutturata e affermata (25 anni di vita), collegata a una struttura inglese  di livello universitario, con due sedi a Milano (VEDI). Come per la prima gara, la vincitrice, è risultata qualitativamente migliore di questo competitor. Prima è stata Ricordi, adesso loro.

Come sia riuscita vincitrice lo si può vedere, e rifletterci sopra: lo dice il verbale che ha firmato la commissione di gara (Presidente un funzionario comunale, due membri docenti  di musica in scuole milanesi). In sintesi, la differenza la fa la cosiddetta “offerta tecnica”: o meglio, nel caso,  la descrizione che ne viene fatta.

All’interno dell’offerta tecnica ottiene maggior rilievo (otto punti di differenza) la componente di “Interventi nelle scuole”. Basterebbe che questa tipologia formativa fosse prevista nel capitolato del corso, perché fosse cosa dovuta cui l’aggiudicatario si deve attenere, in una modalità che è prevista e riscontrabile. Lasciata libera, diventa un’autodichiarazione, che sarà arduo poi riuscire a monitorare e valutare (VEDI).

Quanto sia professionale questo modo di strutturare la gara, ce lo spiegherà, se lo vorrà, il tecnico che la ha così impostata. Così come i meccanismi che poi andranno a valutare e validare la qualità del servizio promesso nell’offerta tecnica. Formalmente, lo sappiamo e ce lo ricordano ogni volta i nostri amministratori, loro sono totalmente estranei  alla gestione della gara e alla sua aggiudicazione…

Come diceva quel tale: “provare per credere” ? qui però non è pubblicità di arredamenti, ma impiego di 120mila euro, nostri denari, in modo così distorto e tecnicamente astruso.  Noi saremo prevenuti ma non possiamo che attribuire questa penosa vicenda ai nostri amministratori. Una scelta sbagliata; cattivo impiego delle risorse, penalizzante per le altre simili scuole che operano a Buccinasco.

  1. #1 scritto da citta ideale il 5 novembre 2016 13:30

    Allarme rosso per la Scuola Comunale di Musica?

    Forse no, o forse sì?
    Non è un referendum, ma girano voci attendibili che la scuola risultata “perdente” avrebbe fatto ricorso….

    Qui si innestano una serie di problemi.
    L’assegnazione formale dell’incarico deve avvenire dopo 30 giorni per dar modo di esaminare la corrispondenza di tutti gli aspetti e permettere il ricorso eventuale.

    La fretta ha portato a rendere nota l’assegnazione ufficiale con un comunicato dell’ufficio stampa e un articolo su Buccinasco Informazioni….

    Fibrillazioni virtuali, di tutte le corde degli strumenti…non solo musicali

    Pasticci quasi abituali con questa amministrazione che non manca occasione per dimostrarsi pressapochista…
    o forse peggio?

    RE Q
  2. #2 scritto da ISLERO il 5 novembre 2016 14:47

    “UNA GARA STONATA”
    Più che anomalo, quasi indifendibile il decorso della prima gara,

    nella seconda si rimane attoniti dalla lettura dei fatti e delle dichiarazioni,
    che lasciano più che intravedere gli indirizzi politici che intervengono sui processi decisionali,
    così da provocare una escalation di fattori ed eventi che chiaramente fanno identificare le anomalie…..

    Sempre sul rasoio tra legale e non, si può parlare di “fuorilegge”?
    Non so, ma gli eventi sembrano portare il tutto
    al di fuori della regola.

    Oramai si trovano tracce e segnali di avvenimenti e dichiarazioni che

    documentano una gara “inquinata” e che

    va analizzata sicuramente dagli inquirenti,
    sempre che questi siano finalmente onesti con se stessi.

    RE Q
  3. #3 scritto da Miserabile di Montecristo il 5 novembre 2016 14:59

    Ben difficilmente il ricorso potrà avere successo.

    Le decisioni sulla parte “qualitativa” sono discrezionali e quindi ardue da contestare.

    E’ il “bello” della burocrazia e delle gare.

    RE Q
  4. #4 scritto da Floriana il 5 novembre 2016 16:11

    Ma scusate, ma come mai stanno raccogliendo i soldi per le iscrizioni già adesso,

    ma se dovesse capitolare per un rincorso, cosa fanno?
    ridanno indietro i soldi??

    E come mai già prima della pubblicazione all’Albo Pretorio già andavano in giro a dire che avevano vinto?

    Non esistono dei tempi minimi prima di iniziare,
    proprio a tutela di eventuali ricorsi?

    RE Q
  5. #5 scritto da citta ideale il 5 novembre 2016 18:08

    Basta la lettura del verbale che individua il “merito”, Islero,

    per farsi venire dubbi di regolarità…

    Che poi possano intervenire documentalmente situazioni che la confermano,
    sul piano dell’immagine e autorevolezza di questa amministrazione non crediamo che cambi molto…
    (diranno senz’altro che loro non c’entrano e metteranno in mezzo i funzionari..; peggiorando la considerazione presso i cittadini)

    Il passaggio successivo (ove i trucchetti fossero patenti e dimostrati):
    Attendersi una conseguenza per questa nostra compagnia…
    dobbiamo purtroppo, in base alla nostra esperienza, è da ritenersi improbabile.

    Ricordiamoci sempre che nella compagnia che ci amministra:
    > c’è un assessore che ha infilato sotto traccia un’alterazione della relazione al bilancio
    > che il sindaco ha difeso la scelta in Consiglio
    > che sono state presentate denunce alla Corte dei conti) e sono trascorsi due anni
    > senza nessun effetto finora…

    Questo tipo di amministratori abbiamo,
    in una condizione di pratica estraneità rispetto alle leggi…

    Città Ideale racconterà sempre, per i cittadini d’oggi e per i posteri

    buona serata

    RE Q
  6. #6 scritto da citta ideale il 5 novembre 2016 18:12

    Può essere che Miserabile di Montecristo abbia ragione,

    se però, ed è solo una ipotesi,
    le regole applicate dai commissari di gara,
    fossero diverse rispetto ai criteri presenti nel disciplinare…
    è solo un’ipotesi, lo ripetiamo,

    Potrà pure succedere che tutto riescano a metterlo a posto,
    (valgono le stesse considerazioni espresse a Islero)

    Diventa doveroso far conoscere, rendere palese la situazione.
    I Cittadini devono essere attivi e per esserlo con efficacia,
    devono essere messi in condizione di conoscere.

    buona serata

    RE Q
  7. #7 scritto da citta ideale il 5 novembre 2016 18:15

    Buona serata Floriana,

    Proprio le considerazioni che sono venute fuori,
    a seguire dall’articolo…

    Attendiamo con pazienza e seguiremo gli sviluppi

    buona serata

    RE Q
  8. #8 scritto da Miserabile di Montecristo il 5 novembre 2016 20:54

    Ma non lo sono,
    i punteggi corrispondono.

    Sul metro di giudizio, soggettivo, difficilmente si può sindacare.

    RE Q
  9. #9 scritto da citta ideale il 5 novembre 2016 22:14

    Se è così, Miserabile di Montecristo,

    il governo della nostra Comunità,
    è gestito da persone che camminano sul filo del rasoio e
    non sono cadute, finora,

    Rimane una più che discutibile scelta
    nell’impiego di denari pubblici (nostre tasse) 120mila euro
    a favore di alcuni,

    Che viene assegnato l’incarico un mese prima che il contratto sia sottoscritto,
    che in queste condizioni si pubblica l’assegnazione sul sito e sul mensile del comune

    a danno di tutti gli altri Cittadini

    Che i nostri lettori e i Cittadini ne tengano conto…
    ne terranno conto

    buona serata

    RE Q
  10. #10 scritto da citta ideale il 7 novembre 2016 21:20

    Ecco che, cinque giorni dopo, a regolarizzare un procedere per lo meno approssimativo, arriva

    AVVISO DI AGGIUDICAZIONE DI CONCESSIONE
    Amministrazione aggiudicatrice: Comune di Buccinasco – Via Roma, 2 –
    20090 Buccinasco (MI) tel. 02.457972.331 – fax 02.45797.329 – PEC:
    protocollo@cert.legalmail.it
    Procedura aperta per l’affidamento in concessione della scuola civica di
    musica. Annualità 2016/2017 2017/2018 2017/2018. Determinazione di
    aggiudicazione n. 585 del 02/11/2016
    Aggiudicatario: Accademia dei Poeti Erranti con sede in Buccinasco via
    Vivaldi 9 per l’importo di € 33.210,00
    Il Responsabile Unico del Procedimento – dott. Christian Dragà

    Parlarne e segnalare le cose che mancano di logica,
    quanto meno obbliga a rispettare le regole (solo formalmente, come in questo caso)

    RE Q
  11. #11 scritto da citta ideale il 8 novembre 2016 20:28

    Te pareva, direbbero a Roma…

    Nata male questa storia, proseguita sempre con soluzioni discutibili, ecco che arriva il noto assessore che:

    UNO dice che lui e i suoi colleghi non hanno interferito nell’iter della gara, che la colpa eventuale è solo dei tecnici (già previsto);

    DUE dice che la prima gara è andata deserta, che non è proprio vero: il candidato dato “favorito” da molti, si è presentato ma non aveva le caratteristiche per poter avere la assegnazione;

    TRE con sei giorni di ritardo spiega l’adozione della procedura d’urgenza, che forse dovrebbe essere determinata e pubblicata PRIMA che l’assegnatario della convenzione iniziasse a operare…

    QUATTRO: naturale che la colpa è assegnata chi informa, e, in un comunicato ufficiale del comune, viene accusato di
    propaganda elettorale,
    macchina del fango,
    disinforma la cittadinanza

    …..

    Questo politicante da… quattro soldi (verrebbe bene altro termine, che evitiamo) lui sì,
    > fa propaganda elettorale per giustificarsi di un gara cucita su misura e la sua evoluzione,
    > fa uso del discredito verso chi informa e chiede il rispetto delle regole,
    > disinforma con comunicati comunali provocando al Municipio
    una figura disdicevole e di parte.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth