Buccinasco: relazioni privilegiate per le persone che “contano”

Il familismo amorale ha una regola non scritta ma ferrea. Quanto si tratta di questioni che possono interessare l’antistato (la ‘ndrangheta), non si deve mai scriverne. Non si deve su di essere porre interrogazioni in Consiglio. Nulla sui giornali, sui blog, meno che mai su Buccinasco Informazioni. In cambio se ne deve parlare, se ne deve dire a parole.

Se ne parla in modo chiaro fra quelli che al momento contano, in modo generico e amplificato fra i comuni mortali (non considerati Cittadini ma massa di manovra). Su una questione di questo genere, che ha interessato il nostro PGT, che probabilmente ha coinvolto anche i nostri amministratori nelle inchieste poi conclusesi con l’archiviazione (i fatti non costituiscono reato).

Diversamente che la parola, che può cambiare, si può correggere, smentire, negare, ricordare parzialmente o in modo confuso, lo scritto ha il pregio di rimanere lì, inchiodato, quasi certificato. Ecco allora i nostri scritti (del 23 04 14 VEDI); (del 15 02 15 VEDI). Sono lì da leggere ma si possono riepilogare in due parole.

Nel PGT a una società particolare è stata accordata una variazione che ha generato una plusvalenza milionaria al beneficiario. Riguarda la bretella che dovrebbe unire le vie Lomellina e Meucci. Finora non fatta,… guarda un po’. Le storie sono lì, comprese le pretese dell’imprenditore (non andate a buon fine a quanto pare, ma indicative di un modo di trattare con autorità, pretendendo, dalla nostra amministrazione).

Cosa che ormai sarà sepolta perché questa congiunzione finora non è iniziata e siamo ormai a fine mandato. Ne parliamo perché, a quanto se ne sa, il Cittadino interessato in questione è oggetto di notizie che lo riguardano, non proprio felici per lui (VEDI): non ancora definitive, per carità, ma anni di reclusione per reati pesanti con la P.A., che coinvolgono AMSA e MM. Queste vicende va subito precisato che non coinvolgono Buccinasco e la sua amministrazione.

Tuttavia, l’imprenditore “favorito” esageratamente entro il PGT, trattato con i guanti dai nostri responsabili entro il PGT, rimane e si “qualifica”. Non è familismo amorale, non sono parole ventilate all’orecchio o citate con apparente indifferenza  al bar (ma sostanziale deferenza).

Sono fatti documentati: vi sono profili di reato in questo agire dei nostri rappresentanti? Probabilmente non ve ne sono. Tuttavia in una azienda privata, il manager che risultasse aver rappresentato un’azienda comportandosi così superficialmente, sarebbe invitato a lasciare l’incarico e dovrebbe trovarsi  altra occupazione. Nella pubblica amministrazione no! Basta che arrivi una chiusura delle indagini e li vedi fare gli eroi! Anche offesi per aver fatto conoscere di queste Liaisons Dangereuses

Tag: , ,

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth