Maiorano accusa a vanvera le Liste Civiche: il gruppo consiliare Coalizione Civica applaude

Sulla chiusura delle indagini a Sindaco e Vicesindaco attenderemo con interesse le motivazioni che risponderanno ai fatti, alle prove, alle testimonianze: e conosceremo le ragioni del GIP che l’hanno portato a determinare l’estraneità o la non corrispondenza con i dettami del codice penale.  Di ciò che il sindaco ha dichiarato abbiamo già parlato.

Dobbiamo riportarlo di nuovo. Per comprendere di che si parla, per farlo comprendere ai consiglieri di Coalizione Civica, che forse non sono stati attenti o non hanno colto la illogicità e la gravità delle affermazioni. Rimandiamo all’articolo precedente (VEDI). In sostanza il sindaco ha lanciato accuse inesistenti ai blog in generale ma da altro contesto si riferiva a noi.

Il sindaco ha dichiarato di non disporre degli atti e non ha risposto all’invito della Consigliera Cortinovi di renderli pubblici, di distribuirli ai Consiglieri. S’è gettato su improperi e accuse verso giornalisti e tutti coloro che della vicenda di un sindaco e vicesindaco indagati hanno parlato. Accusati tutti di disonestà intellettuale e morale.

A cominciare dal “Il Fatto quotidiano”, quindi aiutato molto dal quotidiano “Il Giorno”, attraverso la signora Francesca Santorini, non parliamo delle situazioni che si sono verificate a livello locale su quello strano congegno delle liste civiche. Tutta questa gente dovrebbe avere l’onestà intellettuale e morale quantomeno di dire: “Ci siamo sbagliati”. Non so se chiederanno scusa. Non lo faranno mai, Perché intellettualmente disonesti.

Vedremo gli esiti e valuteremo; giusto valutare prima di decidere come reagire a queste parole ufficiali.  L’unico Consigliere di Coalizione Civica presente, che dichiara di esprimersi anche a nome dell’altro, interviene per dichiarare quanto segue (come risulta dalla trascrizione):

Domenico De Palo. ….. Siccome prima avevi fatto cenno alle liste civiche, sono d’accordissimo. Senza nessuna remora. Io personalmente e Fiorello vogliamo congratularci con te. Le scuse possono essere le nostre, ma non ce ne sono, perché non ti abbiamo mai accusato. Come ha detto Iocca, di elementi ci possono essere. Io una soddisfazione me la toglierei. Poi magari se vince la causa, se vinco il coso la darai in beneficenza, sarà un problema tuo. Anzi, ti farà solamente onore questo tipo di discorso. Tutto qui.

Proprio alle liste civiche si richiama De Palo… il rappresentante in comune della coalizione di liste civiche! Che per esprimere un giudizio in questi terminidobbiamo ritenere si sia consultato con il suo capogruppo… D’accordo che sbagliare è umano, e che, magari per effetti post prandiali, può succedere di equivocare e ritenersi parte della maggioranza. Anche questo può essere.

Passiamo pure che, se il gruppo consiliare Coalizione Civica, ha in questi anni avuto un supporto assiduo, continuo, leale e disinteressato, lo deve a Città Ideale. Che il supporto operativo dato con continuità al gruppo consiliare è stato molto forte (spesso vanificato, a nostro parere, da una rappresentazione da mestiere della politica,).

Ciò che è davvero decisamente stona sono quelle frasi. Mai noi ci siamo espressi nei termini di cui ci ha accusato il sindaco, mai!  Credere sulla parola a un sindaco così inattendibile e confuso: guardate la trascrizione del periodo che chiude questo sui intervento sulla materia:

Ovvio che a me serve (la sentenza), sperando oltretutto che la firma non sia ovviamente nell’anonimo, ma chi ha avuto il coraggio di fare questo tipo di denuncia, aveva fatto con nome e cognome, perché purtroppo c’è anche il problema dell’anonimato. L’anonimato, attenzione, è arrivato… Meglio, lo pseudonimo anche attraverso quel sito che prima nominavo, con nomi molte volte Napoleone Bonaparte, Fiordaliso, che ritengo che il soggetto invece conosca benissimo, perché sono redattore del suo giornale. Conosce molto bene, io no, ma lui sì.

La trascrizione conterrà qualche errore, ce lo auguriamo per il sindaco. ma che un esprimersi così diventi prevalente e più credibile rispetto ai cinque anni di lavoro comune… proprio lo riteniamo una infelice caduta dalla veridicità.  Questo si è  il caso che il gruppo consiliare Coalizione Civica precisi e ci faccia avere le sue scuse. Non che ci importi molto: noi restiamo e siamo le Liste Civiche: quelle che li hanno eletti.

Tag: ,

  1. #1 scritto da domenico de palo il 23 luglio 2016 15:50

    Cara Citta Ideale e carissimo Luigi nessun effetto post prandiale stai sereno, come ti ho più volte detto e ti ribadisco nessun inciucio con la
    maggioranza, solo un po di buon senso
    CIVICO.
    Questa è la democrazia del libero pensiero
    a chi dovrei chiedere scusa?
    chi ho offeso o denigratori? ogni uno si faccia il suo bel esame di coscienza
    cordialmente domenico

    RE Q
  2. #2 scritto da Città Ideale il 23 luglio 2016 16:51

    Mi spiace perché siamo amici.
    Devo riportare qui quanto hai detto in risposta al sindaco che, senza citarle ha denunciato e il fenomeno strano delle liste civiche.

    rivolto al sindaco: Siccome prima avevi fatto cenno alle liste civiche, sono d’accordissimo. …..

    Tu sei nella tua funzione certo per fare e dire liberamente e assumere le posizioni che ritieni giuste.
    Ma non sei li per caso…
    Sei stato eletto da una Coalizione di liste civiche: rappresenti Coalizione Civica.

    Per cortesia allora, spiega quali sono le qualifiche che il sindaco ha adottato verso le liste civiche, qualifiche sulle quali:
    “sei d’accordissimo”.

    Ancora meglio: descrivi cosa mai le liste civiche da te in consiglio rappresentate hanno mai espresso, riguardo alla vicenda,
    che possa concordare con ciò che il sindaco ha indicato.
    le cose su cui Città Ideale (e altri, dovrebbero farsi il “bell’esame di coscienza”)

    Mai hai avuto a che dire in precedenza, su quanto esposto e come è stato esposto.

    Prendiamo atto, e consideriamo di avere in Consiglio rappresentanti che non ci rappresentano e vanno a ruota libera.
    Libera ruota senza rispetto della funzione ricoperta nei confronti di chi ha partecipato e votato.

    Il termine inciucio non piace; diciamo che in questa fase andate a braccetto con la maggioranza….
    Basta dirlo: non trovarselo davanti
    ancor meno cercando di fare chi non capisce di che si sta parlando…

    auguri e buon fine settimana

    RE Q
  3. #3 scritto da domenico de palo il 23 luglio 2016 17:16

    Luigi carissimo sei un abile manipolatore del pensiero altrui, ho solo ribadito la mia totale estraneità a qualsiasi voce di corridoio, esprimere un plauso a una persona che viene prosciolto, anche se un mio avversario politico, per te e come andare a braccetto, per me è solo avere un senso civico.
    Se questa è
    la politica che vuoi falla pure, a me non appartiene lo sai che sono un uomo del fare e non delle chiacchiere che personalmente mi annoiano.
    Buon fine settimana anche a te

    RE Q
  4. #4 scritto da Città Ideale il 23 luglio 2016 18:49

    Annoiati pure:

    il gruppo Coalizione Civica, il gruppo, non personalmente chi l’ha rappresentata in Consiglio il 13 scorso,

    che si compone di quattro liste civiche,
    ha espresso totale condivisione con quanto,
    sulle liste civiche …. il sindaco ha dichiarato.

    Buon pro ti faccia, se ne sei soddisfatto.

    Città ideale (e non solo) la ritiene una contraddizione in compatibile con la rappreentanza

    buona serata

    RE Q
  5. #5 scritto da Domenico de palo il 23 luglio 2016 19:26

    Caro Luigi le contraddizioni sono altre e lo sai bene, comunque continua pure a fare polemica che non costruisce nulla.
    Buona serata a te

    RE Q
  6. #6 scritto da Città Ideale il 23 luglio 2016 21:46

    MAIORANO ACCUSA A VANVERA LE LISTE CIVICHE – IL GRUPPO COALIZIONE CIVICA APPLAUDE

    e condivide…

    questione di contraddizioni

    buona serata

    RE Q
  7. #7 scritto da Andrea D. il 24 luglio 2016 13:51

    Mi spiace assistere a questo battibecco pubblico all’interno di Coalizione Civica, tra due persone che, oltretutto, considero dei cari amici.
    Purtroppo, a volte, il discorso, il contesto, l’uso infelice di una parola piuttosto che un’altra, possono far sì che una posizione assuma un valore diametralmente opposto a quello desiderato.
    Credo sia questo il caso.

    Normale, giusto e lodevole esprimere la propria vicinanza e il proprio rallegramento per la conclusione positiva di una vicenda giudiziaria al quale qui pubblicamente mi unisco in piena sincerità (checché ne dica quel beota di manolete), anche quando la stessa riguarda un avversario politico (noi, ribadisco noi, non siamo forcaioli),
    meno condivisibile plaudire un’invettiva come quella riportata (un distinguo sarebbe stato quantomai opportuno).

    Vorrei capire, in maniera precisa, a cosa fa riferimento il Sindaco con la sua invettiva contro i blog (i blog? uno direi) e addirittura contro la stampa, con tanto di nome del giornalista neanche fosse una lista di proscrizione!
    Al fatto che, nonostante gli sforzi per “insabbiare” la notizia (“perquisizione e sequestri in Comune, ma riguardano fatti privati”, “nessun avviso di garanzia a Sindaco e Vicesidnaco”) la stessa sia venuta fuori?
    E’ questa l’accusa?

    L’aver riportato una notizia vera? Di cos’altro si lamenta il Sindaco?

    Di qualche commentato sugli sviluppi (pochi e oscuri) che piano piano venivano fuori?
    Francamente non ne ho contezza.
    Quando si lancia in simili invettive dovrebbe avere il coraggio di essere preciso, circostanziato e di descrivere nel dettaglio nomi e fatti, assumendosi la piena responsabilità di quel che dice e non fare un minestrone a puro uso della propaganda politica di parte: è il Sindaco, il sindaco di tutti, se lo ricordi!

    Quale sarebbe l’accusa nei confronti della Santolini, l’unico nome che ha fatto?
    Vorrei capire, perché non mi è chiaro: mi pare che o dice il fatto e non dice chi, o dice chi e non dice il fatto, senza provare vergogna, evidentemente.

    Si tranquillizzi il Sindaco, la vicenda non è partita da una denuncia anonima che, per quanto possa in taluni casi trovare un seguito (VEDI), non è notizia di reato e non può dar luogo a verifiche invasive quali perquisizioni, sequestri o intercettazioni.

    Leggeremo gli atti a tempo debito.

    RE Q
  8. #8 scritto da Città Ideale il 24 luglio 2016 15:18

    Interamente da condividere il contributo di Andrea.

    Dovremmo tutti sapere i contenuti e le strumentalizzazioni del sindaco in chiave comunicativa,
    giocando sull’equivoco,
    anche sul falso:
    Non più tardi di qualche mese addietro affermò che quanto sosteneva Città Ideale lui avesse scritto,
    non era vero, era un falso “sapendo di mentire”:
    peccato che il giorno dopo Città Ideale pubblicò dimostrandolo, ciò che il sindaco in Consiglio, in forma ufficiale, dichiarava falso.

    Abbiamo a che fare con un persona del genere e bisogna tenerne conto, quanto meno per prudenza.
    Mentre la chiusura della vicenda senza risvolti penali per il sindaco (ma il vicesindaco? nessuno ne ha parlato) è sicuramente un evento positivo per l’ente Comune oltre che per la persona,

    I giudizi espressi al riguardo (come anche quelli relativi ai giornali e alla giornalista citata), oltre che ai blog (che poi è Città Ideale)…
    dovrebbero essere distinti dalla notizia, nella valutazione di Coalizione Civica.

    Non fa piacere lavorare con impegno e coerenza per una lista da cui poi,
    concordo con Andrea, trattarsi di un’espressione non meditata, riteniamo non voluta.

    Ci sarà modo e tempo per proseguire insieme, verso una prossima tornata elettorale che ci veda alternativi a questa maggioranza.
    Basta volerlo.

    buona domenica

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth