Maiorano eroe vilipeso inutilmente dalla giustizia?

Pubblicato il 17 luglio, dopo il Consiglio nel quale non spiegava nulla. Trascorsi due mesi, potrebbe pubblicare le motivazioni della chiusura indagini (per lui positiva). Invece replica, pesantemente, facendo uso personale del periodico Buccinasco Informazioni (che non è suo ma della Comunità, che lo paga). Le motivazioni non ci sono ancora? ecco, allora poteva attendere. Nel riprendere quanto qui scritto, aggiungiamo che:

> tre anni di indagini non nascono sul nulla; situazioni nelle quali mettere occhi e approfondire ve ne sono state senz’altro. Che il GIP non rilevi fatti penalmente responsabili, non è un’assoluzione per il suo operato di amministratore. Se lo metta bene in testa: lui e i suoi sodali di partito.

> i Cittadini di Buccinasco non sono così fessi, e non si lasciano incantare da sprechi di soldi in eventi che possono essere in se anche gradevoli ma che sottraggono risorse per la manutenzione ordinaria dei beni, dell’ambiente, della città.  Ai lettori il contenuto di due mesi addietro, che interamente confermiamo.

Nel Consiglio del 13 Luglio il sindaco ha chiesto la parola per informare il Consiglio su un provvedimento di chiusura delle indagini preliminari che lo hanno riguardato, di cui i lettori già sapranno, almeno in larga massima. Comprensibile che voglia informare formalmente il Consiglio, magari entrando finalmente nei termini specifici che le indagini hanno riguardato.

Il sindaco rimane nel vago  così come quando, su richiesta di Consiglieri per le notizie di stampa che riguardano le indagini, a fine 2013,  (allora asserì che non erano pervenuti avvisi di garanzia, giocando sul fatto che la comunicazione ricevuta riguardava la notifica di prosecuzione delle indagini).

Indagini durate quasi quattro anni; ora chiuse, a quel che afferma in Consiglio. Se la soddisfazione personale per lo scampato pericolo è umanamente comprensibile, il fatto che si atteggi ora a inamidato vergine pubblico amministratore, non lo riteniamo elegante. La magistratura ha indagato e approfondito su fatti e comportamenti che meritavano la loro attenzione. La chiusura significa che non ha ravvisato estremi di natura penale.

Non significa, ovviamente, che abbia agito bene. Comportamenti lineari dei quali vantarsi, come fa nel suo intervento (VEDI si può sentire in streaming). Ancor meno elegante, ma il personaggio è quello che è, prendersela con i giornalisti, che le informazioni raccolgono e fanno conoscere. È la loro funzione. I termini utilizzati poi  …. Beh, ecco cosa abbiamo trascritto di fretta della sua oratoria:

Sulla questione delle indagini preliminari, come ho avuto prima nei confronti del consiglio una posizione di estrema franchezza…. Informo con soddisfazione personale per la chiusura del primo provvedimento, che mi vedevano coinvolto con altre tre persone fra cui il vicesindaco.

… i cui reati per la verità sarebbero risaliti già a Ottobre 2012. I due PM hanno chiesto la chiusura e il GIP (giudice per le indagini preliminari, ndr) ha accolto la richiesta e disposto la chiusura la settimana scorsa.

Tutti ricorderete la campagna diffamatoria immediatamente scatenatasi anche nei blog locali con qualcuno che in maniera del tutto inavvertita e politicamente squalificata ha chiesto le mie dimissioni per precauzione o per ragioni di opportunità.

Siamo alla conclusione di tre vicende vergognose trattate sui giornali a cominciare da ilfattoquotidiano, aiutato molto da  ilgiorno con Francesca Santolini. …. si ricorderà la situazione che si è verificata a livello locale su quello strano congegno delle liste civiche… tutta questa gente dovrebbe avere l’onestà morale e intellettuale di chiedere scusa.  Non lo faranno  mai perché intellettualmente disonesti….

Pur senza nominarci il sindaco, in questo modo generale cerca di tirarci in ballo. Ricordiamo a lui, come ai lettori, che Città Ideale ha svolto sempre e con chiarezza e rispetto dei ruoli la sua funzione informativa. Non ha nulla di cui pentirsi per quanto espresso, sul piano etico, morale e intellettuale; meno che mai politico.

È invece il caso di ricordare un comunicato di sindaco e suo vice (13 Novembre 2013 VEDI) nel quale smentiscono di aver ricevuto avvisi di garanzia. Smentiti a loro volta da un comunicato del coordinamento PD che, esprimendo solidarietà, conferma l’avviso di garanzia.  Allora “l’estrema franchezza” del sindaco fu questa. Ciò obbligò tutti i mezzi d’informazione locale a compensare le cortine fumogene poste in atto. È storia, sono documenti.

Non è il caso quindi che si debbano porgere scuse di alcun genere, mentre rigettiamo ogni illazione circa i nostri comportamenti. Le spiegazioni sui contenuti, che non ha mai dato, le deve il sindaco. Le deve ancora raccontare; se vuole, documentando. Senza ulteriori qualificazioni: basta ciò che dice in Consiglio, con la distanza dal vero oltre che l’enfasi esagerata, a dare lo spessore dell’uomo. Per chiarezza tanto dovevamo ai nostri lettori.

Tag:

  1. #1 scritto da Andrea D. il 17 luglio 2016 15:20

    Il Sindaco sembra mostrare la coda di paglia e cerca di portarsi avanti per la prossima campagna elettorale tentando,
    non è la prima volta, di delegittimare gli avversari
    (e la stampa che ha osato riportare la notizia relativa alle indagini che lo riguardavano nonostante il suo sibillino comunicato stampa – nessun avviso di garanzia – volto a coprire la notizia per il quale non mi pare si sia mai scusato, sbaglio?).

    Personalmente non ho nulla di cui chiedere scusa e io (potrei direi noi che siamo garantisti a tempo pieno e non a corrente alternata
    come qualcun altro che si erge a paladino della legalità (salvo poi fare precipitose inversioni ad U e stucchevoli distinguo quando le vicende lo toccano personalmente)
    non ho mai chiesto le dimissioni del Sindaco per una banale indagine
    (il Sindaco faccia un esame di coscienza e si chieda se in passato in situazioni analoghe ha tenuto la medesima linea di rigore).

    Ho più volte lamentato come la lunghezza eccessiva della vicenda che si è protratta per oltre tre anni nuocesse a Buccinasco, questo sì,
    ma senza mai sbilanciarmi in un senso o nell’altro.
    I miei commenti sono qui sul sito, nero su bianco.

    PS Nel comunicato si parla di chiusura delle indagini in maniera impropria
    (le indagini si erano chiuse, per legge, molto tempo fa).

    Quello che probabilmente è avvenuto,
    a meno dell’ennesimo comunicato sibillino, è che, concluse le indagini che non potevano più essere reiterate,
    il PM ha ritenuto di proporre l’archiviazione del procedimento.
    Forse nei prossimi giorni avremo maggiori dettagli a riguardo.

    RE Q
  2. #2 scritto da Città Ideale il 17 luglio 2016 17:41

    Come sempre, su ogni questione che li riguarda,
    costoro lasciano dietro di sé ombre se non oscurità.

    Un esempio?
    Il sindaco ha parlato della chiusura solo per sé,
    ha detto che era coinvolto il vicesindaco,
    ma non ha accennato che le indagini sono concluse anche per il suo sodale vice.
    Vice che di suo, ha ritenuto di non aver nulla da dire…

    Mentre su una voce, insulsa, di due appartamenti ricevuti in regalo dalle coop immobiliari di Bucci più,
    ha riferito che non lo riguardano, ma che riguardavano altri…

    Insomma, l’ambiguità impera in via Roma…

    ma noi “siamo intellettualmente disonesti”, Andrea….

    parola di sindaco in Consiglio…
    (forse si è confuso e sperava di trovarsi al bar sport dopo aver assunto la quarta pinta di birra)

    buona serata

    RE Q
  3. #3 scritto da Città Ideale il 18 luglio 2016 11:15

    Il “porte parole” del vicesindaco,
    o ciò che ne assume la funzione,
    parliamo dell’anonimo manolete (sifaperdire)

    Manda a Città Ideale un commento offensivo contenente minacce,
    neppure tanto velate,
    di cause per calunnia, neppure tanto velate.

    Non ne faranno:
    > non vi sono elementi, neppure i più lontani,
    > una iniziativa del genere provocherebbe loro danni piuttosto seri.

    Perché lo segnaliamo allora?

    la minaccia di cause a ogni piè sospinto
    fatte dai nostri politici locali
    Fanno parte del peggiore armamentario possibile,
    per intimorire i Cittadini,
    per lasciar fare alla politica che gestisce come propri
    i danari delle nostre tasse….
    ……..

    Che si vergogni l’anonimo (e il suo ispiratore)

    buona giornata ai lettori

    RE Q
  4. #4 scritto da Andrea D. il 18 luglio 2016 22:58

    Se il povero manolete l’ammazzasette di verde vestito è così convinto di arricchirsi con astruse cause
    (che non faranno mai, concordo con Saccavini, perché a mio avviso non sarebbero solo temerarie ma proprio fuori dal mondo e poi dovrebbero assumersene la responsabilità)

    che subordini (allora, ndr) il progetto dello studio di fattibilità al risarcimento che,
    secondo il nostro strampalato amico,

    otterrà dalle cause che promette di intentare
    (le ennesime, ormai non si contano le più o meno velate minacce di causa che, ad oggi, non hanno lasciato traccia).

    Accetto volentieri al sfida: per Buccinasco sarebbe un bel risparmio e io dormo sonni tranquilli.

    RE Q
  5. #5 scritto da Andrea D. il 19 luglio 2016 12:25

    Ebbene sì, povero manolete l’ammazzasette di verde vestito,

    noi ci facciamo delle grasse risate alla faccia tua in un modo che
    omuncoli codardi e con la coscienza sporca non potranno mai comprendere.

    Sono circa quattro anni che da più parti vengono ventilate,
    con cadenza regolare, denunce, querele e anatemi vari.
    Fidati, noi siamo quanto mai sereni.

    Vedi, noi non siamo omuncoli codardi che, più o meno protetti dall’anonimato,
    si lanciano in intemerate invettive diffamatorie
    per poi correre a rimuovere quanto scritto per paura delle conseguenze,
    ovviamente senza scusarsi, perché mancano di spina dorsale.

    Perché un errore lo possono commettere tutti, ma ci vuole carattere per ammetterlo e chiedere scusa.
    I mezzi uomini e i quaquaraquà non ne sono capaci.
    Stammi bene e fatti qualche tisana rilassante;rodersi il fegato nuoce alla salute.

    PS
    Tu che sembri ben introdotto nella stanza dei bottoni,
    faglielo prendere, pubblicamente,
    l’impegno vincolante a subordinare lo studio di fattibilità ai risarcimenti che arriveranno dalla querele che hanno sporto nei nostri confronti.
    Non sarai mica uno che parla a vanvera e poi non riesce a fare nulla di quel che dice, vero?

    RE Q
  6. #6 scritto da Città Ideale il 22 luglio 2016 14:11

    Pervenuta la trascrizione (pessima) del Consiglio su quanto il sindaco ha dichiarato, ci sembra utile farla conoscere ai lettori:

    ho sempre avuto un atteggiamento di estrema franchezza nei confronti del Consiglio, oggi voglio essere altrettanto estremamente franco per comunicarvi la mia soddisfazione personale per la chiusura definitiva di quel primo procedimento, che mi è stato notificato in data 6 novembre 2013. Mi vedevano coinvolto con altre tre persone, tra le quali il Vicesindaco, i cui reati per la verità – secondo quanto c’è scritto sulle carte – addirittura sarebbero risaliti dall’ottobre 2012, neppure quattro mesi dall’insediamento. Non era ancora neanche stato avviato il procedimento per quanto riguardava il PGT, se tutti ricordati, però stranamente siamo stati coinvolti in vicende di PGT. La questione si è chiusa. I due Pubblici Ministeri avevano chiesto la chiusura punto il GIP Gittani – se non erro – la settimana scorsa ha definitivamente chiuso e accolto chiaramente le motivazioni, che hanno dotto i due Pubblici Ministeri. Perché dico che sono soddisfatto? Sono soddisfatto per più motivi.
    Tutti ricorderete la campagna diffamatoria, immediatamente scatenatesi, anche nei blog locali. Con qualcuno – che in maniera del tutto inavvertita oltretutto e politicamente squalificata – ha chiesto le mie dimissioni, quanto meno per una questione di precauzione, l’opportunità… Non c’è due senza tre, perché sta arrivando, o meglio già mi è arrivata una terza, siamo alla conclusione di tre vicende vergognose, trattate su giornali, tanto per mettere… A cominciare dal “Il Fatto quotidiano”, quindi aiutato molto dal quotidiano “Il Giorno”, attraverso la signora Francesca Santorini, non parliamo delle situazioni che si sono verificate a livello locale su quello strano congegno delle liste civiche.
    Tutta questa gente dovrebbe avere l’onestà intellettuale e morale quantomeno di dire: “Ci siamo sbagliati”. Non so se chiederanno scusa. Non lo faranno mai, Perché intellettualmente disonesti. Da questo punto di vista io trasudo ancora di più di personale soddisfazione. Ho sempre avuto – come ho sempre dichiarato – fiducia nella Magistratura. Alla fine le cose arrivano a conclusione.

    La conclusione è che di tutta la chiacchiera che si è fatta, a cominciare dai miei incontri con i componenti della ‘ndrangheta notturni, non so chi mai li ha fotografati, però questo si diceva. Dal fatto del regalo dei due appartamenti, poi abbiamo visto che probabilmente qualcun altro ha avuto dei regali, ma non certo i figli del sindaco Maiorano. Credo che sia veramente troppo.

    Anche dei politici di opposizione, che a me hanno chiesto – ripeto – per una questione di opportunità se non era il caso delle dimissioni, credo e varrebbe la pena – questo è il consiglio – che quando si tratta di queste cose, di andare molto più prudentemente con i piedi per terra!
    È facile denigrare!
    Molto meno facile e sicuramente più difficile chiedere scusa per tutto il fango che mi è stato sicuramente gettato e scagliato inutilmente in faccia.
    Sono quattro anni al di là di tutto, che io ho passato sicuramente in una situazione non serena. Tre anni che la stessa struttura comunale non ha certamente passato giorni sereni e direi che un anno e mezzo di completo blocco sostanzialmente, oggi ci sono finalmente le risposte.
    La risposta è: con loro tutti quanti hanno voluto denigrare, questa è di fatto la risposta della Magistratura.

    RE Q
  7. #7 scritto da Città Ideale il 22 luglio 2016 14:16

    Sempre per dovuta informazione, la Consigliera Cortinovi ha invitato il sindaco a pubblicare sul sito del comune le motivazioni del provvedimento (ci saranno quest’autunno).

    Ce lo auguriamo;
    ove non lo facessero, assicuriamo i lettori che sarà nostra cura (trattandosi di documento pubblico) renderle comunque disponibili.

    Non è solo curiosità. Quattro anni non passano senza, analisi, ricerche, interrogazioni e quanto altro.
    Giusto che i Cittadini conoscano….

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth