Nova Terra e la sua missione: LIBERI DI EDUCARE PER EDUCARE ALLA LIBERTÀ

Città Ideale vuol bene a Nova Terra. Non è una novità; un amore che è nato in condizioni che potevano vedersi precarie, addirittura difficili. Venendo a conoscere dall’interno le persone che allora la conducevano e coloro che stavano intorno, l’amore per il lavoro e la loro missione, l’estrema disarmante onestà e apertura verso gli altri anche quando, a chi aveva esperienza, la prudenza avrebbe consigliato comportamenti più rigidi.

La notizia di oggi è una  manifestazione di festa, l’immobile della scuola nella quale Nova Terra aveva di suo investito  per le realizzazioni di completamento e finitura, è stato definitivamente acquistato, superando le criticità che si erano nel tempo manifestate; una per una risolte e appianate, fino al traguardo raggiunto.

Il complimento va a tutta la scuola, alle famiglie che con le rette la finanziano ma su tutti al corpo complessivo dell’insieme che compone Nova Terra: i docenti, il corpo amministrativo e tecnico, gli amministratori. Non facciamo nomi perché sarebbe giusto elencarli tutti e magari mancherebbe qualcuno. In questo giorno felice il comunicato stampa (VEDI) invita a guardare avanti, al futuro che aspetta, agli impegni rinnovati che richiede.

Città Ideale per il vissuto che ci coinvolge, torna a rivedere l’origine del legame, virtuale ma più forte di un cavo d’acciaio, che ci unisce a Nova Terra (VEDI). Un’analisi dall’esterno che è stata un inizio, risale al 22 Gennaio 2011. Ne sono seguiti incontri proficui e crediamo positivi; senz’altro utili nell’affrontare le criticità del periodo. Non sono state poche ne brevi, queste criticità.

Si rischiò perfino una  “sistemazione” che passava per il comune: il sindaco Cereda disponibile ad acquistare dalla proprietà (i valori che giravano non è il caso di ripeterli) per poi concedere la scuola in affitto a Nova Terra a valori compatibili.  Far pagare alla Comunità le pretese della proprietà che poi il seguito ha dimostrato non realistiche. Non si concluse per un evento imprevisto che portò al commissariamento.

Va ricordata l’analisi che in quel periodo ne fece un Maiorano allora politico di minoranza, citando nel sito del PD una sentenza in modo “improprio” (VEDI) nella quale arriva a definire il comportamento di Nova Terra …. come se ti trovassi di fronte ad un ben congegnato furto con destrezza” riportando la motivazione nella quale il giudice riferisce le posizioni dell’accusa, che lui “confonde” con la sentenza propriamente detta.

Ne seguì l’esecuzione di un sequestro dei locali durata una decina di giorni, con l’evangelico comportamento delle parrocchie e l’accresciuto impegno di tutta Nova Terra perché la scuola continuasse senza soluzioni di continuità. Solo a ripassare il film di queste vicende si può capire e apprezzare il lavoro svolto da tutti perché alla fine le ragioni di Nova Terra trovassero la conclusione che finalmente oggi è venuta.

Ricordare la propria storia è importante: indispensabile. Nova Terra ha quarant’anni di vita e tanti altri futuri la attendono. Siamo convinti che tutti coloro che queste vicende hanno vissuto  le abbiano ben presenti ma è anche bene che, senza acrimonia ma senza nulla nascondere, dei propri limiti e delle altrui responsabilità, rimanga traccia, memoria.

La misura della qualità, della ragion d’essere di Nova Terra (come di altre realtà, perché  certamente non è unica) sta nelle manifestazioni concrete di chi a Nova Terra si avvicina e impara a conoscerla, come questa, pervenuta al dirigente scolastico in questo mese di Giugno (nomi velati per  riservatezza).

Caro xxxxx, spero tu stia bene. Sono vari giorni che cerco di prendere in mano “la penna virtuale” per scriverti.

Ginevra sta facendo un’esperienza unica, si diverte, sta imparando tantissime cose…e’ molto felice.

Queste settimane con voi le hanno aperto il cuore. Ginevra, come ti puoi immaginare, e’ sempre stata coraggiosa… e noi diciamo… “nata con la valigia” e il vostro calore e la vostra accoglienza le hanno consolidato quel senso di appartenenza che pensava perduto.

Sai, in fondo questi miei figli hanno vissuto in tre mondi diversi e noi a volte, presi da altro, ci siamo dimenticati che per poter fiorire, fare frutti buoni e anche poter essere trapiantata, la pianta ha anche bisogno di un po’ di radici. Ecco questo e’ il regalo che avete fatto a Ginevra… un pezzo delle sue radici che l’aiuteranno a fiorire e ad esprimere tutto quello che di speciale e unico ha dentro di se’. Non so come potervi dire ancora grazie di tutto a te e a tutto il team. Un caro saluto, Carolina

Sono questi segni la remunerazione concreta che riempie e soddisfa il senso della missione che impegna la struttura Nova Terra. Loro come di tutti i genitori e i Cittadini che per quarant’anni, oltre a dover versare le tasse come tutti per finanziare la scuola pubblica, sono costretti a versare la sovrattassa per dare senso concreto alla formazione dei loro figli:

LIBERI DI EDUCARE PER EDUCARE ALLA LIBERTÀ

LUNGA VITA A NOVA TERRA

PARITÀ CONCRETA ALLA SCUOLA PUBBLICA PARIFICATA

  1. #1 scritto da Bruno Di Franco il 20 giugno 2016 09:46

    Memore delle battaglie precedenti e seguenti la confisca,
    gioisco del grande successo avvenuto attraverso l’acquisto dei locali.
    Il percorso effettuato dagli attuali amministratori,
    con l’aumento del numero degli studenti e la creazione della scuola di musica,
    è di grande spessore.
    Un bravo a tutti.
    Bruno Di Franco

    RE Q
  2. #2 scritto da Città Ideale il 20 giugno 2016 10:01

    Davvero Bruno,
    un risultato che ci deve soddisfare,
    Di cui tutti i costruttori, ciascuno nel loro ruolo,
    devono andare orgogliosi…

    tu sei fra questi e i complimenti vanno anche a te…

    Pensare una cosa riguardo a questo immobile e ai pro tempore che ci amministrano:
    Ai Cittadini di Buccinasco questo immobile non è costato un euro…
    A differenza di tutte le scuole che sono state costruite con i nostri soldi,
    Che ancora adesso ci stanno costando milioni per le manutenzioni (che chiamano straordinarie)
    …..
    mentre l’immobile Nova Terra serve 300 ragazzi e su questo bene il comune ha incassato 450mila euro!
    Invece di spendere ci ha guadagnato, il nostro comune…

    Che lezione….

    buona giornata

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth