Bilancio preventivo: parliamo dei servizi alla persona

Il bilancio è la rappresentazione di come sono andate le cose: quanto si è speso per ciascuna di esse, quanti e che tipo di servizi sono stati erogati per ciascuna categoria.In una società privata con più soci, chi amministra sente come obbligo primario essere chiaro con gli azionisti.sono loro che investono, che rischiano, che hanno diritto di sapere delle scelte, della loro utilità, delle scelte meno felici e di come si intende mettevi mano.

Il bilancio pubblico comprende gli obblighi di legge. L’esame e le relazioni verso i Cittadini (quelli che ci mettono i soldi) possono essere diversi e vanno messi a disposizione di Cittadini e Consiglieri: un obbligo. Se questo è vero per una società privata, possiamo immaginare quanto sia importante per un Comune, il nostro Comune che ogni anno impiega 30 milioni di nostre tasse. Gli amministratori hanno il dovere di essere trasparenti, chiari. Devono consentire ai Cittadini di capire. Un impegno che deve essere punto d’onore rispettare: per chi amministra fondi altrui, in questo caso di tutti.

Non sarà molto diversa la prospettazione in altri comuni, ma ve ne sono anche, e non sono pochi, che al riguardo sono da prendere ad esempio. Certo è che Buccinasco non presenta un bilancio trasparente, tutt’altro. Sarà corrispondente a quanto previsto dallo Stato? Può anche essere, ma ciò non conclude gli obblighi dei pro tempore che amministrano nostri soldi.

Nel prendere in esame il settore Servizi alla Persona, trattiamo un argomento delicato, che merita grande attenzione, equilibrio. Anziani e disabili, criticità da lavoro o altro devono trovare la comprensione e l’assistenza da parte della Comunità. Ciò stabilito però non significa che tutto quanto viene speso sia sempre equo, sia ben speso o sprecato; chi comprende e chi esclude;  quali i tipi di assistenza e supporto adeguati, il loro costo individuale, la soddisfazione di color oche se ne servono, il livello di efficacia e la giusta risposta.

Stiamo parlando di spese rotonde, di oltre due milioni l’anno. Per capire cosa è necessario, ciò che proponiamo perché i Cittadini e i Consiglieri siano messi in grado di comprendere,del settore Servizi alla Persona, abbiamo preso alcune delle voci più importanti, con i dati che ci vengono fatti conoscere, in bianco le caselle che noi riteniamo indispensabili, con i commenti del caso (VEDI). (i dati dei bilanci precedenti in corsivo blu  non sono disponibili nella documentazione fornita, reperiti dai bilanci degli anni precedenti)

Crediamo in questo modo possa essere chiaro cosa intendiamo. Il bilancio con le cifre messe come oggi non consente di capire nulla. Come si fa a chiederne l’approvazione? Tanto vale che neppure si discuta: che i pro tempore dicano: abbiamo deciso così  e fatevene una ragione; noi riteniamo sia giusto, punto e basta.

Saremo ripetitivi, ma lo riteniamo troppo importante: si deve arrivare alla  gestione trasparente. Un esempio banale, rispetto alle cifre in gioco ma… lo sportello lavoro con due dipendenti part time in municipio, quali risultato ha avuto? Quanti posti di lavoro sono stati trovati direttamente? Oppure manteniamo il servizio per altre ragioni, per volontà politica, come dice l’Assessore al Bilancio ?

Insomma chi amministra deve informare sulle sue scelte, sulla efficacia dei servizi e delle quotazioni di ciascuno di essi, di come cambiano nel tempo. Delle alternative possibili, delle scelte fatte. fanno uso dei nostri danari, non è cosa loro!

Il totale delle cifre riportate nel periodo incrementa di quasi 200mila euro. Sarà giusto? Sono aumentati gli assistiti? oppure a parità di numeri i prezzi si sono incrementati? si sono cercate alternative? Si può far meglio? Sono obbligati a darcene dimostrazione,  i nostri amministratori.

Il modo di rendicontare le spese fatte con le nostre tasse non va bene. Non ci stancheremo, continueremo a ripeterlo. Finché i Cittadini non avranno mandato a casa i pro tempore che ritengono di farla da padroni, come fosse cosa loro. Una delle nostre battaglie per la trasparenza e la partecipazione. Concreta, nei fatti, non a parole.

Tag:

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth