Sicurezza, Sorveglianza di Quartiere. Una storia di Buccinasco

Atto I – Proibito ridere! La questione è seria, serissima. Maiorano con il vicesindaco da tempo immemore sostengono che la sicurezza non è un problema, che la microcriminalità si riduce. Questo dopo che il vicesindaco si era inventato le ronde cittadine, finite dopo qualche giorno. Su iniziativa del M5S un centinaio di Cittadini organizano una sfilata per la sicurezza fino al municipio. Che viene ridicolizzata e si cerca di sminuirla.

Atto II – Il tema diventa un mantra sui social network finché si arriva ad organizzare un Controllo del Vicinato, sempre promosso da Cittadini, su iniziativa che concretizza M5S. Iniziativa ridicolizzata anche questa dai nostri amministratori, che in breve prende piede e, miracolo, funziona! Ha un successo  imprevisto,  travolgente. In breve aderiscono 600 Cittadini suddivisi in quattro gruppi territoriali. Velocemente superate le criticità di impianto, i risultati arrivano subito.

Atto III – La nostra amministrazione   che fa ? si complimenta e ringrazia i Cittadini e promotori, fornisce loro spazi di comunicazione e supporti logistici, ecc. ? Questo farebbero se fossero intelligenti; invece. Il vicesindaco si rivolge alla struttura nazionale del Controllo del Vicinato diffidandoli da dare adesione ai Cittadini di Buccinasco: manifesta la contrarietà dell’amministrazione verso questa iniziativa (si può immaginare come si saranno espressi).

Atto IV – Controllo del Vicinato con tutto il suo imbarazzo si trova costretto, si spera temporaneamente, a non accogliere entro la sua organizzazione nazionale il movimento nato a Buccinasco e in breve si trova una soluzione da “separti in casa”.  I Cittadini cambiano nome: si diventa Sorveglianza di Quartiere. Si da alla struttura un carattere dedicato alla situazine specifica di Buccinasco e si prosegue senza interruzioni. La crescita prosegue e i risultati pure.

Atto V – Cittadini e amministrazioni dei comuni vicini si interessano e fioccano le richieste di assistenza e aiuto, di suggerimenti per come organizzarsi e allestire organizzazioni locali di Cittadini che sorveglino e segnalino alle autorità preposte per un intervento tempestivo. Viene proposta e trova tempestiva attuazione una Assemblea Pubblica con Cittadini, ma anche amministratori, che vengono dal territorio dei comuni circostanti, che si terrà a Corsico, il primo Ottobre (ore 21.00 Antica Stazione di Posta – via Vitt. Emanuele 21)

Atto VI – la Buccinasco degli amministratori si sveglia ed esce con un comunicato che con la Sorveglianza di Quartiere non ha nulla a che fare: il 29 Settembre propone in Consiglio una gestione allargata della P.L. sovracomunale del Sud Ovest: non inutile ma burocratica e non alternativa. Nel comunicato il sindaco parla bene del Controllo del Vicinato (ce n’è voluto…) ma mantiene la separazione dalle “altre iniziative”. Il vicesindaco riesce a superarsi dicendo che esiste il 112 e ciascuno può cavarsela da solo (VEDI).

I CITTADINI A BUCCINASCO PROTAGONISTI DELLA SICUREZZA

DEMOCRAZIA E’ PARTECIPAZIONE INFORMATA

Tag: ,

  1. #1 scritto da Alberto Schiavone il 28 settembre 2015 07:14

    Perfetto.. Non avrei saputo sintetizzare meglio. Complimenti a Città Ideale e a Luigi Saccavini sempre attento e disponibile a supportare , incoraggiare e dare il suo contributo alle iniziative dei cittadini.

    Grazie di cuore.

    RE Q
  2. #2 scritto da Saccavini il 28 settembre 2015 08:50

    Città Ideale come il M5S sono impegnati nell’interesse dei Cittadini,

    ai Cittadini e con i Cittadini si agisce per la nostra Comunità, in questo caso per la sicurezza.

    Andiamo in parallelo,…

    buona giornata

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth