Buccinasco: qualcuno degli amministratori a fare il coniglio non ci sta?

La notizia non è ancora ufficiale, ma viene da fonte così affidabile da poterla dare certa (o quasi). Da poche ore entro l’entourage del PD giravano voci legate alla non apprezzata posizione imbelle del sindaco sull’iniziativa dell’ANCI : “cento comuni contro le mafie”. L’imbarazzo a Milano (e non solo) è palpabile: d’accordo che i media sono asserviti e nessuno ne parla, ma la voce gira e i blog insistono.

Città Ideale è quasi l’unica voce di Buccinasco che tratta l’argomento, finite le improvvide interviste del giorno dopo fatte da Maiorano e Rosa Palone. Tuttavia la faccenda pesa: l’argomento è uno di quelli, dei pochi rimasti, che sono sventolati come valori indiscutibili: l’antimafia. Il PD di Buccinasco se ne infischia: nessuno della maggioranza neppure si permette di esprimere una posizione personale, che sia amministratore, consigliere o che altro.

Un silenzio che se dura qualche giorno è imbarazzo. Se il silenzio perdura assume sapori diversi, tutti poco simpatici. Un ordine ferreo di scuderia condito da avvertimenti sulle conseguenze di una presa di posizione autonoma, ad esempio. Oppure di  autonoma convinta  condivisione o connivenza, della decisione del primo cittadino. Tutti a Buccinasco, tutti gli amministratori che sono di Buccinasco perseguono in questo silenzio, che non è più imbarazzo!

Il PD di Milano, ci dicono che in merito abbia preso una posizione decisa: sarebbe arrivato a inoltrare una comunicazione formale al coordinatore locale del PD e a Maiorano, di condanna della presa di posizione, con l’invito a modificarla o a rassegnare le dimissioni. Si dice: a Buccinasco, anche entro il PD nessuno ne sa nulla, ma le voci girano. Chiusi, asserragliati entro il fortino del municipio.

Però qualcuno degli assessori è stato preso da fuori: quello dell’urbanistica venuto da Mediglia ove esercita la funzione di dirigente in quell’area: Architetto Odette Solarna. Poco più di un anno fa nominata assessore da noi.  Questa ci dicono essere di sicuro credo sinistro, di certa fede coincidente con la posizione del PD milanese. Sarà vero?

Non possiamo sapere, ma può essere ragionevole. Fatto sta che, trascorsi pochi giorni dalla uscita di Maiorano, l’assessore avrebbe rassegnato le dimissioni dall’incarico. Una coincidenza. Verremo a sapere dall’interessata le motivazioni, se vorrà darne. Certo è che questo secondo abbandono in due mesi, dopo il segretario (che continua a percepire un apprezzabile stipendio per un incarico che palesemente fatica a svolgere, date le sue rare presenze).

  1. #1 scritto da Saccavini il 24 settembre 2015 12:27

    Ecco che veniamo informati ufficialmente, con le dichiarazioni degli interessati, dall’ufficio stampa (inviato ai Consiglieri, per ora):

    Buccinasco (24 settembre 2015) – L’architetto Odette Solarna, titolare delle deleghe di Urbanistica ed Edilizia privata a Buccinasco, ieri ha rassegnato le dimissioni dalla carica di assessore.

    “A ottobre dello scorso anno – ha spiegato Solarna al sindaco Giambattista Maiorano – ho aderito con entusiasmo all’idea di collaborare con lei, e sono tuttora lusingata, oltre che grata per la fiducia accordatami. Nel corso di quest’anno ho dovuto constatare tuttavia crescenti difficoltà nel conciliare l’attività assessorile con i miei impegni familiari e lavorativi”.

    “Ringrazio l’architetto Solarna – dichiara il primo cittadino di Buccinasco – per l’impegno con cui fino ad oggi ha svolto il suo ruolo di assessore e per il contributo dato alla nostra città. Le sue dimissioni non sono un fulmine a ciel sereno, perché già conoscevo le sue difficoltà. Al più presto nominerò il nuovo assessore, valutando in primis la competenza per essere titolare di una delega delicata come l’Urbanistica, in modo che insieme si riesca a portare avanti e realizzare quanto previsto dal Piano di governo del territorio”.

    Quanto queste motivazioni siano attendibili ne lasciamo l’idea ai lettori.

    in due mesi è la seconda volta che apprendiamo le dimissioni:

    all’improvviso,
    senza alcun preavviso;
    senza che chi amministra possa predisporre il necessario turn over

    chiunque può capire che “baci e abbracci” fanno parte della recita… più che della realtà.

    ecco il Comunicato fotocopia:
    http://www.comune.buccinasco.mi.it/trasparenza/comunicati_stampa

    RE Q
  2. #2 scritto da Andrea D. il 24 settembre 2015 15:10

    La domanda che mi faccio è: cosa ha lasciato come ricordo di sé questo Assessore? Quali meraviglie ci ha regalato? Io manco da Buccinasco da parecchio e forse mi sono perso qualcosa, ma non ho alcun ricordo significativo. Per il resto, riprendo le domande che ho posto al Sindaco circa un anno fa, in occasione della nomina del nuovo assessore (VEDI:

    Un Assessore, che non sembra avere un’esperienza “politica” alle spalle, che ha sempre operato da tecnico, che non conosce il territorio, del quale non si sa se abbia o meno affrontato e risolto con successo criticità gravi come quelle che affliggono Buccinasco. Che viene da fuori (Mediglia), che, se si è ben compreso, continua a lavorare a Mediglia (benché abbia lasciato l’incarico dirigenziale) che si trova dall’altra parte della città (31 Km di cui la maggior parte in tangenziale!), è la persona giusta alla quale affidare l’incarico? Sulla base di cosa è stata fatta la scelta? Come si è arrivati a quel nominativo? Sono domande semplici, a mio avviso legittime, alle quali l’Amministrazione dovrebbe premurarsi di dare risposte chiare ed esaustive. Egregio Signor Sindaco, è chiedere troppo?

    Domande che, ovviamente, sono rimaste puntualmente senza risposta, se non le dimissioni attuali giustificate dal fatto che vivere e lavorare a Mediglia e fare l’Assessore a Buccinasco è risultato, nel tempo, troppo impegnativo!
    Ma va?

    E adesso cosa tirerà fuori dal cilindro il nostro benamato Sindaco?
    Un assessore che vive e lavora a Rimini o Catanzaro?
    Oppure ci riproporrà l’architetto Fregoni?

    E intanto uno dei settori più critici e vitali per Buccinasco rimane senza una guida,
    senza un progetto di ampio respiro,
    con un continuo avvicendarsi di Assessori e,
    soprattutto,
    con un tecnico venuto da fuori con, pare, qualche grattacapo personale sul groppone.

    RE Q
  3. #3 scritto da Flavio T. il 24 settembre 2015 15:23

    Siamo vicino a Milano !
    Più avanti arriverà la nebbia, fitta, ma fitta, la cosiddetta scighera, che si può tagliare col coltello …

    Son passato all’Urban Center in Galleria a comprare un souvenir per un’amica estera che mi verrà a trovare.

    Ho scelto quello in milanese:
    - scighera
    - cadrega
    - rebelot e
    - p ….

    Le cucinerò il coniglio, spero di essere all’altezza !!

    RE Q
  4. #4 scritto da Saccavini il 24 settembre 2015 15:45

    Bene, opportuno ritornare sui discorsi di un annetto fa… che trovano la loro conferma logica.

    Rimane inoltre una specie di porta sbattuta, con Maiorano che

    da un lato dice di essere a conoscenza da tempo dei problemi

    dall’altro dice che adesso si impegnerà a cercare il sostituto….

    anche qui ci vorranno mesi… per il bene di Buccinasco?

    saluti cordiali

    RE Q
  5. #5 scritto da Saccavini il 24 settembre 2015 15:48

    Quanto a conigli… caro Flavio, il problema non sussiste nel trovarne….

    qi da noi almeno….

    buona giornata

    RE Q
  6. #6 scritto da Napoleone Buonaparte il 24 settembre 2015 17:01

    In realtà la povera Odette probabilmente era venuta per cercare gli scheletri nell’armadio dell’architetto Stano che doveva di li a poco essere silurato e messo alla gogna con disonore.
    In realtà l’Architetto di Mediglia, donna capace e soprattutto di esperienza non ha trovato nulla di tutto ciò, anzi in cuor suo ha notato il buon lavoro fatto dalla precedente PO.

    Oggi dopo i comportamenti disastrosi di questa giunta, la fuga di Miss Bellagamba
    (che parava i colpi alle c…. fatte da jack & C. tanto da doverlo incontrare tutt’ora in modo carbonaro per dire ai vertici PD che lo ha scaricato),

    i mal di pancia interni all’amministrazione e soprattutto il probabile scaricamento avuto dal PD regionale, per evitare danni di immagine ed alla carriera (politica e professionale)
    L’arch. Odette ha deciso di gettare la spugna.

    Chissà chi sarà il prossimo ad avere “problemi familiari” nella banda di Jack.

    RE Q
  7. #7 scritto da Veronica il 24 settembre 2015 17:18

    Ma cosa significa quando dite “pd di milano” ?

    RE Q
  8. #8 scritto da Islero il 24 settembre 2015 17:35

    FREGONI,
    o poverino, sarebbe proprio inopportuno!!!

    Lo pseudo dirigente tecnico esterno scelto all’epoca di Carbonera, inserito come politico nell’attuale Giunta di Jack!

    Solo per ricordare ciò che si legge sui suoi trascrosi ad esempio in merito a Guido Rossa, e per ricordare a qualcuno un paio di cose, quali ad esempio:
    - l’approvazione con semplice determina dirigenziale di opere da realizzare senza farne il dovuto passaggio ne in giunta e neanche in consiglio;
    - 2.5 milioni di euro “distratti” per la realizzazione del rialzo della piazza (cara no?);
    - certe cene poco eleganti in sua compagnia con Carbonera e Barbaro;

    Forse spaventata …. per questo la Bellagamba è scappata via…

    Lì per lì avrebbe pure avuto ragione, viste tra l’altro anche le altre perle del noto ex dirigente di Buccinasco sono:
    - l’approvazione del campo sinti senza autorizzazione paesaggistica del Parco Sud;
    - il pagamento diretto di lavori a Barbaro, che magari prevedevano una gara, e senza la verifica dei requisiti;
    - è inoltre di quel periodo l’approvazione del PL “Pasin” della moglie di Arboit (in Consiglio).

    Jack, che all’epoca faceva parte di tutto questo come assessore al bilancio e al personale, …
    sono solo delle caratteristiche positive per fare l’assessore all’urbanistica a Buccinasco.

    DOPO I CARTELLI MANCATI CONTRO LA ‘NDRANGHETA, E’ PROPRIO LA STRADA GIUSTA, CONTINUA COSI’ JACK.

    RE Q
  9. #9 scritto da Veronica il 24 settembre 2015 18:24

    Cosa Significa quando scrivete “PD Milano” ? Chi ?

    RE Q
  10. #10 scritto da Napoleone Buonaparte il 24 settembre 2015 18:32

    Islero questa volta non la penso come lei!!!

    Io lo farei arrivare come anche Carbonera tutti in giunta,
    così da riaprire qualche piccolo sospeso e togliersi qualche sassolino dalle scarpe,

    sarei molto felice che i due tornassero si potrebbero tirare fuori molte verità ancora nascoste!!

    venghino signori venghino…..

    RE Q
  11. #11 scritto da Saccavini il 24 settembre 2015 18:52

    Una serie di note e numeri che forse sono orientativi, mentre gli eventi, quelli sono, Islero.

    Certo però che:
    05 02 2003 il dirigente autorizza l’impresa Barbaro Rosario a fare lavori di sistemazione e pulizia per i gg dal 5 all’11. con tassativa esclusione di apporto di materiale di qualsiasi natura.
    07 02 2003 un verbale di ispezione da atto che si stanno effettuando lavori di movimento terra;
    06 03 2003 raccomandata che denuncia. le recinzioni dal terreno sono abbattute e vengono effettuati sversamenti di materiali non autorizzati
    13 05 2003 determinazione di spianamento area circostante barriera antirumore Rovido, firmata Fregoni; inviata a Sindaco, Segretario e altri. Assegnata a Edilcompany di Barbaro Salvatore per una spesa di 16mila euro. L’impresa non sarebbe in questa data iscritta all’albo fornitori. Lo sarà il 17 10 2003… 5 mesi dopo.
    ….
    29 09 2003 pervengono in comune 2 preventivi di spesa Edilcompany srl per 20mila euro cadauno;
    13 10 2003 delibera Fregoni di pagamento di 20mila, a Edilcompany srl documento trasmesso a Sindaco, Segretario e altri
    16 10 2003 idem, secondo pagamento

    Lo citiamo perché fra le amenità del prossimo Consiglio la maggioranza intende sostenere che il sindaco non ha responsabilità perché la determina di pagamento l’ha fatta il funzionario.
    (naturalmente date e operazioni citate sono supportate da documenti in copia, relativi)

    Maiorano, naturalmente, ne sapeva ancora meno di Carbonera (il quale riceve i documenti di Fregoni e non li legge, o meglio così sembra sostenere, comunque ritiene la decisione regolare); Maiorano non ne viene informato….

    Brava gente questi, che se scrivi Comune vietato alla Ndrangheta, si rifiutano come un sol uomo.

    buona serata

    RE Q
  12. #12 scritto da Saccavini il 24 settembre 2015 18:55

    Signora Veronica #9 buona sera,

    ci dispiace non poter essere più precisi….
    Forse il PD di Buccinasco può saperne qualcosa, oppure smentire.

    buona serata

    RE Q
  13. #13 scritto da Saccavini il 24 settembre 2015 19:02

    Una cosa è certa:

    l’assessore ha dato le dimissioni dalla sera alla mattina (in modo e tempi molto stretti), lasciando Maiorano senza assessore, che se lo deve cercare adesso.
    Speriamo che non ci metta altri sei mesi….

    buona serata

    RE Q
  14. #14 scritto da Marco il 24 settembre 2015 19:21

    Quindi quando la determina dirigenziale di cui leggo è passata anche come presa d’atto in giunta, MAIORANO

    RE Q
  15. #15 scritto da Marco il 24 settembre 2015 19:24

    Quindi quando la determina dirigenziale di cui leggo è passata anche come presa d’atto in giunta, MAIORANO e CARBONERA non c’erano…

    Quindi nelle foto della cena di cui sopra si rammenta, CARBONERA non c’era, era un cartonato?

    MAIORANO era solo l’assessore al bilancio, come poteva accorgersi di una variante di 2,5 milioni di euro?

    A proposito chi era la segretaria, la BELLAGAMBA?

    RE Q
  16. #16 scritto da Saccavini il 24 settembre 2015 20:32

    Marco #14 noi abbiamo analizzato i documenti, dall’inizio delle opere, fino al pagamento.

    Cosa poi abbia detto o fatto la giunta al riguardo non sappiamo.
    Una volta deliberato il pagamento, sottoscritto per la regolarità contabile dal funzionario e quindi pagato … crediamo non ci sia altro da fare.

    Si può sostenere che di questi pagamenti nessuno abbia parlato a nessuno, che nessuno, dal sindaco all’usciere del municipio, dai Consiglieri tutti di maggioranza o minoranza, nessuno ne sapesse nulla.

    A noi questa faccenda appare incredibile, ma chi vuole fermarsi agli atti:
    > la delibera dei lavori,
    > l’invio del preventivo al comune
    > la delibera dei pagamenti

    B
    > le deliberazioni firmate sono del dirigente
    > copia delle deliberazioni sono state inviate al Sindaco, al Segretario, all’assessore competente, al coordinatore del settore, al coordinatore del settore economico finanziario.

    Costoro non possono sostenere che non ne sapessero nulla; l’inoltro da parte del dirigente ha un evidente significato di conoscenza/competenza, qualcosa di simile a dire: “io delibero ma è bene che voi lo sappiate e, eventualmente, se lo ritenere, potete decidere in modo difforme.

    Questione che non ha a che vedere con la faccenda recente relativa all’ANPi e alla sua iniziativa.

    Oppure si ?

    Bella domanda vero, Marco?

    buona serata

    RE Q
  17. #17 scritto da Saccavini il 24 settembre 2015 20:48

    Continuiamo Marco, perché alcune cose vanno precisate..

    questi sono gli atti di cui abbiamo disponibilità.

    1, non sappiamo se sulle deliberazioni del dirigente vi sia in seguito stata una presa d’atto della giunta; non ne abbiamo mai sentito parlare,

    2, l’incontro di cui si richiama, per quanto ci consta è un pranzo, non una cena. Gli argomenti trattati li ha illustrati lo stesso Carbonera al tribunale. Una nota informativa dei CC di Corsico esprime una descrizione diversa del contenuto.

    3, la variante PII che rialza il terreno al piano campagna e ne fa carico al Comune mentre tutto il complesso è privato con i famosi 14 soggetti attuatori, il cui costo/regalo non sappiamo quanto sia (rammentiamo qualcosa intorno al milione o più); argomento che riguarda la presa d’atto del PII medesimo da parte della giunta (Maiorano compreso, con il vicesindaco attuale)

    4, si conferma. Segretario all’epoca era Bellagamba, richiesta nell’incarico dal sindaco Carbonera

    Finora i processi non hanno riguardato direttamente questa faccenduola… hanno avuto indirizzi e motivazioni altre.
    Inquirenti e giudici hanno ritenuto di non ravvisare in questi comportamenti elementi di rilievo penale.
    Non vi è stata, per quanto ci consta, da parte degli amministratori succedutisi o dei membri del Consiglio, una istanza al riguardo. Si arrivò ad una bozza di denuncia a Corte dei Conti e magistratura, stesa a cura di un assessore subentrato; bozza rimasta allo stato di bozza e mai approvata.

    Se l’insieme di questa vicenda faccia parte degli elementi che oggi pongono Maiorano, gli amministratori e i Consiglieri di maggioranza nella condizione di essere contrari e/o muti rispetto alla questione CENTO COMUNI CONTRO LE MAFIE, ….
    lo lasciamo ai nostri lettori, alla loro intelligenza, su cui confidiamo

    buona serata

    RE Q
  18. #18 scritto da Islero il 24 settembre 2015 21:23

    Buonasera,
    Mi pare di ricordare che la presa d’atto della giunta sia del febbraio 2005, ma il nuovo famigerato sistema disposto da codesta amministrazione non permette più l’accesso a tale documentazione (strano no?).

    Rispetto alla delibera citata al punto 3, si rileva una quota differenza tra il progetto originario e la variante di PII di circa 2.500.000 euro, solo il sopralzo è di 900.000 euro.

    Forse esiste un imbarazzo da parte di JACK affermare ed aderire a quanto proposto da ANCI.

    RE Q
  19. #19 scritto da Floriana il 24 settembre 2015 21:34

    E si, noi non capiamo niente, siamo “utili idioti”!

    Siamo al paradosso, oggi chi verifica e ha le funzioni del controllore, coincide con il (viene nominato dal, ndr) controllato…, assurdo.

    RE Q
  20. #20 scritto da Saccavini il 24 settembre 2015 21:49

    Certo Islero #18
    accettare una modifica a progetto privato che sopralza il piano campagna facendo pagare il costo alla Comunità,

    è cosa che fa ridere o …. arrabbiare (nostri soldi buttati via)

    RE Q
  21. #21 scritto da Paola il 24 settembre 2015 23:04

    Visto che la tendenza e’ quella di rimanere in famiglia (PD), non credo di sbagliare nel dire che il prossimo assessore all urbanistica di Buccinasco arrivi dalla vecchia giunta di Corsico, ovvero il disoccupato Guastamacchia.

    Tendenza che si sta confermando anche dai diversi passaggi che si notano al l’albo pretorio anche del personale.

    A Corsico non mi pare che abbia lasciato il segno positivo per i risultati raggiunti.

    RE Q
  22. #22 scritto da Saccavini il 24 settembre 2015 23:19

    Siamo andati a vedere su internet..

    Emilio Guastamacchia è stato assessore a Rozzano, quindi a Corsico: l’area è quella, l’incarico ricoperto pure,

    insomma può essere….

    staremo a vedere

    buona sera Paola

    RE Q
  23. #23 scritto da Flavio T. il 24 settembre 2015 23:27

    Mi attendevo un Maiorano più intelligente !

    Non potrà dire di aver cercato la sua cittadinanza
    e nei limiti dei propri modesti mezzi, servita.

    Potrà dire: “Mi sono sentito padrone” !

    RE Q
  24. #24 scritto da Saccavini il 25 settembre 2015 00:05

    I fatti che si susseguono danno vita a una situazione di incertezza.

    se a questi andirivieni si aggiungono decisioni migliorabili, abbiamo un quadro,

    Crediamo sia corrispondente alla sua immagine: la gestione del potere è come una bottiglia di grappa.
    Può dare facilmente alla testa, la grappa, particolarmente al neofita che in precedenza non ne ha sorbito piccoli sorsi.
    In questi casi è facile che un potere, spesso condizionato da una serie di fattori logici e ambientali, si trasformi in autorità assoluta che vede come vero solo la propria volontà e considera ciò che è difforme come diminuente del suo ruolo.
    Succede.
    La democrazia come oggi declinata non richiede selezioni preventive. si affida alla prova del riesame seguente.

    Il voto è un potere fortissimo: dobbiamo rendercene conto e convincerci dell’importanza che ha,
    > facendone uso, prima di tutto.
    > riflettendo sulle qualità tecniche e la maturità dei candidati, oltre che della probità.

    Non c’è interesse da parte del “sistema” nel formare su questi temi i Cittadini.

    buona serata

    RE Q
  25. #25 scritto da Napoleone Buonaparte il 25 settembre 2015 14:10

    Credo che Maiorano e C siano seduti sul vaso di Pandora per tenerlo tappato, ma l’energia interna è troppo forte chissà quando si stapperà quante novità verremo a sapere.

    RE Q
  26. #26 scritto da Saccavini il 25 settembre 2015 14:12

    evoluzione da seguire con interesse Buona parte…

    anche qui da Città Ideale ……

    buona giornata

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth