Quando il Sindaco fa il demagogo a danno dei Cittadini

Abbiamo illustrato la situazione da poco, appena pubblicata l’approvazione, circa la caserma dei carabinieri elevata di un piano per dar loro un alloggio, senza aumentare di un metro gli spazi operativi. Comunicazione improvvisa e inaspettata, che segue la raccolta firme del M5S e l’ancor più recente straordinario successo del Controllo del Vicinato (cui il vicesindaco si è dato da fare perché a Buccinasco questo marchio non potesse essere esposto per le vie).

Su questa scelta dell’amministrazione è naturale che possa seguire qualche spiegazione “politica”. Da sola, questa decisione appare una rincorsa fuori tempo massimo, tanto per far qualcosa (utile senza dubbio ma che, oltretutto, non genera migliroamenti funzionali riguardo alla sicurezza. Il Sindaco scrive ed ecco cosa dice (il sottolineato è nostro):

“Era e rimane per noi quindi un argomento prioritario – continua il sindaco Maiorano – e i lavori procedono con continuità alla ricerca della soluzione migliore seguendo l’iter di legalità, trasparenza e dei necessari passaggi burocratici al di là e al di sopra di pur legittime ma strumentali iniziative assunte da parte dell’opposizione e tese a dimostrare l’assoluta indifferenza dell’Amministrazione, facendo credere ai cittadini che basta una firma perché l’opera venga realizzata. Chi ha il compito di amministrare e tutelare i cittadini lo sa bene: facile fare demagogia, più difficile concretizzare i progetti. Se tutto fosse stato così semplice c’è da chiedersi come mai chi ci ha preceduti, aiutato da valenti portavoce oggi nelle vesti di comodi rivoluzionari, non sia stato neppure sfiorato da simili argomenti. Noi ci stiamo adoperando da anni, in ogni modo possibile, nel rispetto delle normative, per ottenere soluzioni”.

Il progetto: un piano aggiuntivo, in modo da realizzare alloggi confortevoli per i militari e spazi di condivisione: “L’ampliamento – conclude il primo cittadino di Buccinasco – è la soluzione migliore, che ha trovato la condivisione delle stesse forze dell’ordine. Nei prossimi mesi i lavori saranno schedulati nel piano delle opere pubbliche 2016 e saranno avviati dopo aver perfezionato in modo trasparente il necessario percorso burocratico”.

Che debba in qualche modo sostenere che non si poteva fare altro, è una giaculatoria di questa amministrazione, che avrà stancato tutti o quasi i nostri concittadini. Se deve scrivere un articolo, se lo ritiene utile, lo faccia. Se invece il Sindaco fa un comunicato ufficiale:  in questo modo NO!  Non gli è consentito. Città Ideale ritiene di dover porre le seguenti questioni:

UNO perché mai  nessuno prima del 5 Agosto ha mai anticipato che si stava lavorando su questo progetto, mentre ancora poco tempo fa il vicesindaco parlava di trovare appartamenti in giro per il paese come soluzione tampone. Che ci stessero lavorando da tempo è vero,  forse e solo,  nel senso che non intendevano fare neppure questo investimento.

DUE Perché deve continuare a parlar male dei Cittadini che pongono una firma chiedendo che il comune si attivi per un moderno e efficiente nuovo insediamento, che di strumentale proprio non ha nulla, che è una chiara domanda di maggior presenza e presidio (cosa che a questa amministrazione sembra dar fastidio)

TRE Perché parla di una cosa come già decisa e fatta quando deve ancora essere messa a bilancio e già si parla del 2016 per lo stanziamento, quando delle opere messe a bilancio nel 2015 come opere di manutenzione straordinaria, ne sono finora partite neanche la metà?  Pensa forse di tirarla in lungo e lasciare le cose come stanno alla prossima amministrazione?

QUATTRO Alberto Schiavone, il principale animatore e responsabile del M5S a Buccinasco è stato (nel 2008) conduttore del blog comunale durante la gestione Cereda. Il Sindaco ne parla come fosse un marchio d’infamia indelebile? Si tratta del medesimo Alberto Schiavone che, successivamente,  ha partecipato e supportato la comunicazione del suo vicesindaco. Cos’è una colpa? Questo è il modo con cui pensa di trattare con i suoi Cittadini? Non prova un po’ di imbarazzo nel far uso di questi mezzucci da cantastorie di paese?

Ciò che pensa il Cittadino Maiorano è legittimo anche se si tratta di bazzecole mal combinate.  Come sempre il Sindaco cerca furbescamente di confondere il suo diritto personale di dire ciò che pensa come Cittadino, con la funzione di Sindaco e le comunicazioni che escono dal Municipio. Arriva perfino a non mettere il nome del suo bersaglio, sapendo che tutti conoscono la situazione, in questo modo nascondendosi dietro un dito.

COME NOSTRO SINDACO QUESTE COSE NON LE PUO’  FARE!!

RISPETTI LA SUA FUNZIONE, IL RUOLO CHE RICOPRE!!

CI RAPPRESENTA TUTTI E DEVE  RISPETTO A TUTTI

Tag: ,

  1. #1 scritto da Alberto Schiavone il 9 agosto 2015 18:42

    In realtà nelle ultime due consultazioni amministrative di Buccinasco ho sempre votato e sostenuto il centro sinistra, dei quali, tutto riscontrabile del resto, tutti i 5 stelle prima votavano qualcun altro, io a livello nazionale votavo idv.
    Non è un segreto , lo sanno tutti.
    Anche se ne sono rimasto un po’ deluso , non mi sono mai pentito di aver sostenuto il buon Tonino.

    Al contrario mi vergogno un po’ , proprio come Dibba , di aver sostenuto il centro sinistra locale.
    Pensavo fossero brave persone, magari pasticcioni, ma comunque brave persone.
    La storia mi ha dimostrato il contrario.

    Comunque, conservo ancora gelosamente nel mio archivio, sempre molto completo, tutte le loro comunicazioni, pensavo di usarle proprio per smentire il fango che mi tirano addosso di continuo, con la stessa energia con la quale lodano e blandiscono tutto quelli del cui sostegno hanno bisogno, fino a quando questi, come me, si svegliano e finalmente li vedono per quel che sono.

    La verità, di esser visti per quel che realmente sono, di essere smascherati, per esser un po melodrammatici, proprio non la sopportano.

    Ma , non voglio mettermi a strisciare al loro livello, soprattutto quello di chi ricopre importanti ruoli istituzionali ed attacca un semplice cittadino come se fossero in una posizione paritetica.

    Provo un misto di commiserazione e ribrezzo per queste persone.
    E, non scenderò mai al loro livello, va bene i bagni di fango, ma immergersi nella feccia proprio non lo sopporto

    RE Q
  2. #2 scritto da Emilia B. il 9 agosto 2015 19:39

    Il progetto a cui si riferisce il Sindaco e’ quello iniziale dell’amministrazione Carbonera,
    contestato dell’allora assessore Lanati,
    poi andato via per continui contrasti con il dirigente di allora e il Sindaco.

    Lanati contestava appunto l’inutilità di un secondo piano e in termini di benefici/costi, la sperequazione…

    E il secondo piano non si fece …
    Nonostante tutto spendendo 750.000€ un’enormita’ in confronto all’intervento realizzato!

    Oggi visto il clamore su Facebook reinventano il progetto per farsi pubblicità e dicono che già c’era nel 2012?

    Senza entrar nel merito del progetto, visto che ancora non è pubblicato …

    se avevano già in mente di farlo perché non è stato inserito nei programmi triennali approvati nel 2012, nel 2013 e nel 2014?

    RE Q
  3. #3 scritto da Saccavini il 9 agosto 2015 20:48

    Alberto buonasera,

    è pacifico che quali che siano state le tue scelte trascorse, non c’è proprio motivo alcuno perché il sindaco, in un comunicato ufficiale e nella sua veste, le illustri come cosa della quale chissà perché uno debba portarsi dietro un marchio indelebile.

    Vive il suo essere uomo politico come una fede religiosa: il partito ha sempre ragione.
    Come dice Ferrini (con l’intento preciso di irridere quest’abito mentale): non capisco ma mi adeguo…
    Questo segno di comportamento fideistico viene replicato nel denunciare come inaffidabili persone che nel tempo mutano d’opinione.
    Non è la stessa cosa dei voltagabbana: che compiono questi mutamenti spinti da interesse personale.
    Palesemente non è il tuo caso e quindi posso affermare, per quanto mi riguarda, ma saranno in molti se non tutti a pensarla così, non devi spiegazioni e non hai nulla di cui giustificarti.

    La clamorosa e madornale azione del Sindaco, di far uso del suo ruolo istituzionale per beghe politiche da cortile, oltre al penoso che comporta, è azione da condannare.
    Gli capita con frequenza, ed anche a noi di Città Ideale, più volte è entrato nella qualità di Sindaco entro l’area personale per svilire chi non la pensa come lui.

    Lo fa per mestiere, a mio parere, non è uno sbaglio, ma la squalificata azione di una persona che, facendo così, non appare degna del ruolo di rappresentanza che ricopre.

    Che i Cittadini nel valutare l’uomo, ne tengano conto.

    Buona serata

    RE Q
  4. #4 scritto da Saccavini il 9 agosto 2015 20:54

    Buona sera Emilia,

    Notizie che ricorda, molto utili a capire la questione: la caserma dei carabinieri a questi sinistri (si fa per dire) è sempre piaciuta poco a Buccinasco.

    lo ricordava anche Andrea: fra la ristrutturazione e i successivi costi assunti, Buccinasco poteva avere una caserma come si deve, adeguata e ben strutturata.

    C’è da sperare che questo investimento non riescano a realizzarlo perché mandati a casa.
    Si potrà così mettere mano, con la nuova amministrazione, ad un progetto degno di questo nome, che conferisca alla stazione di Buccinasco quel rilievo e presenza che merita la città, che meritano i nostri amati carabinieri.

    buona serata

    RE Q
  5. #5 scritto da Flavio T. il 9 agosto 2015 23:34

    Assicuro i lorsignori lettori
    che a me non hanno mai “fatto credere”
    che con la mia firma si realizzasse l’opera.

    Sul tavolo della politica
    il linguaggio è ancora simile, però speculare
    dovendo gli uni fare Maggioranza, gli altri Opposizione !

    Al banchetto M5S, che ripeto non ha mi ha mai chiesto nulla,
    ho incontrato però la volontà di una politica nuova,
    fatta di correttezza, non di parole e perdite di tempo.

    Correttezza e concretezza su:
    - palazzina dei Carabinieri
    - insediamento Sinti
    E io sono uno che non firma quasi mai ai banchetti …

    A me il partito del Sindaco proprio non piace, soprattutto il PD locale,
    soprattutto coloro che “contan su” le favole sul gruppo FB, per che cosa poi, caro Arboit ?
    E io i nomi li faccio, come vedete, per chiarezza.

    “valenti portavoce oggi nelle vesti di comodi rivoluzionari”:
    non sono d’accordo per nulla col Sindaco, che so tiene molto ad avere un bel vestito.
    Spander m……. sugli altri non porta a molto:
    meglio guardarsi allo specchio e vedere se siamo valenti o incapaci !!

    Si potrebbe scoprire che di m…… ce n’è tanta,
    come in un porcaio !!

    RE Q
  6. #6 scritto da Saccavini il 10 agosto 2015 03:23

    Altri, ben altri e certamente più commendevoli Cittadini saranno entro Buccinasco e significativamente entro i progressisti PD (ma anche taluni sedicenti socialisti, magari dai trascorsi associativi popolari), i rivoluzionari tutti d’un pezzo che valentemente a giudizio del sindaco, in modi e venture ardite, li hanno segnati; costoro a suo dire, soli, possono fregiarsi del nobile appellativo di rivoluzionari, hanno caratterizzato la vera e nobile figura, autentica, dell’uomo nuovo.
    Quelli che hanno il merito di aver dato tutto di sé per la Comunità di Buccinasco.

    Di costoro, rivoluzionari “scomodi”, verrebbe da citare qualche nome….. che evitiamo per carità di patria.

    Guarda un po’ cosa costringe a rimestare delle memorie nostre il nostro primo cittadino….

    RE Q
  7. #7 scritto da Flavio T. il 10 agosto 2015 15:10

    La demagogia la si insegna a Roma …
    Altra bomba del Renzi, dr. Saccavini !!
    questa volta in perfetto stile matematico, da Calcolo Combinatorio (4 su 10).

    http://www.corriere.it/economia/15_agosto_10/nuovi-occupati-sempre-piu-stabili-quattro-10-l-indeterminato-36999a1a-3f4b-11e5-9e04-ae44b08d59fb.shtml

    Auguriamoci che i giovani, privi dell’intelligenza ed inventiva per applicare i loro studi in Italia, non debbano mangiare pane toscano all’Estero e recitare Cacciaguida:
    “Tu proverai sì come sa di sale lo pane altrui,
    e come è duro calle lo scendere e ‘l salir per l’altrui scale”.

    Chissà se verrà “amplificata” dai cacciaballe locali con effetti ancor più devastanti ?!

    Città urbinate la nostra Buccinasco, tenga sempre presente, dr. Saccavini !
    Che lo stile sia sempre leggiadro e rarefatto come in un quadro di Raffaello …

    RE Q
  8. #8 scritto da Saccavini il 10 agosto 2015 21:06

    Quanto alla demagogia del reggitore, questa andrebbe segmentata e distinta:

    > la descrizione immaginifica e amplificata parlando del proprio amministrare: entro limiti ragionevoli è probabilmente da dover subire. Sarebbe indispensabile un quarto potere che esprima il richiamo alla realtà, cosa possibile in USA, impossibile in Italia dato il potere improprio del sistema partitico che tutto assoggetta, media su tutto.
    > la distorsione del reale per chiedere il voto: ad esempio promettere la trasparenza e la partecipazione per neutralizzare l’attrattività dei concetti e poi praticare l’oscurità; del pari raccontare in modo rovesciato una decisione (aumentiamo la struttura dei Carabinieri, cosa non vera), ecc.

    Quanto al lavoro: questo non lo genera il governo ma le imprese.
    Vi è un modo solo di creare lavoro: rendere competitive le imprese nel mondo globale (cioè ridurre spese pubbliche e conseguentemente le tasse).
    Il resto è demagogia, sempre e comunque da chiunque dica cose diverse.

    Lavorare nel mondo: i nostri giovani, come quelli di tutti i paesi, devono vedere il globo come il cortile di casa e non aver paura di mettersi in gioco.

    Quanto alla città urbinate: perfino nell’immagine (oltre che il nome) questa è Città Ideale: Buccinasco dovremo lavorare perché aspiri a divenire così.

    Grazie e buona serata, Flavio

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth