Controllo del Vicinato: la sicurezza sul territorio e le amministrazioni locali

A Corsico, con il neo Sindaco Filippo Errante a promuoverla si è tenuta una riunione e illustrazione di un progetto convenzione che vede interessate e coinvolge ben 21 comuni del Sud e Sud Ovest Milano (fra questi anche la nostra Buccinasco), come può vedersi dall’articolo su ilgiorno ben illustrato da Francesca Santolini (VEDI). Iniziativa che se non altro dimostra attenzione e interesse verso il tema della sicurezza.

Parlare della sicurezza, e farsi sentire, aiuta i Cittadini perché si forniscono agli amministratori le sensibilità (anche gli allarmi) che poi li muovono sul tema e li motivano a formulare iniziative di sviluppo e controllo che siano contrasto, deterrenza verso la Comunità. Ben venga quindi. Ogni azione, fra le numerose possibili, arriva a definire il paniere di insieme che dimostra attenzione e senso comune.

In questa prima riunione illustrativa, si è messo a punto un sistema di razionalizzazione su territorio più ampio delle polizie locali. Sostanzialmente un presidio del territorio diffuso, che si allarga alle ore serali e una collaborazione fra le forze dell’ordine (non ben chiarita nelle modalità specifiche). Sufficiente? Risolve tutto? Può bastare? Sostenere questo sarebbe davvero eccessivo. Qualcosa di buono ma molto altre si può fare .

A questo Filippo Errante aggiunge la proposta di un presidio mensile, una giornata che veda coinvolte tutte le forze dell’ordine, per controlli coordinati sul territorio. Bene anche questo, attività periodiche comuni contribuiscono a proporre e attivare sinergie operative del quotidiano, incentivano lo scambio di informazioni . Si è parlato anche di studiare un uso sinergico delle videocamere, su cui bisognerà lavorare ancora.

Vi è però qualcosa di incompiuto che si avverte in questa iniziativa. Lo si percepisce in modo evidente per la quasi coincidente iniziativa promossa da M5S a Buccinasco, che in due giorni ha trovato oltre 200 adesioni da parte di Cittadini nel sistema Controllo del Vicinato, destinato a sicuro successo, dal carattere più immediato e capillare, oltre che molto meno costoso perché basato sul volontariato.

La partecipazione attiva dei Cittadini alla vita della Comunità: fare gruppo,  costituire gruppi impegnati nella vita quotidiana della propria Comunità. La politica tradizionale sembra spiazzata, sorpresa da questo agire e finora incapace di fare proposte. Meglio di accoglierle e promuoverle. Che i Cittadini, senza che siano irreggimentati in un partito e senza finalità politiche, partecipino attivamente alla vita della Comunità è cosa nuova.

Temono che con questi strumenti si intervenga in un ambito di cui fino a ieri hanno ritenuto di avere il monopolio, di esserne i depositari avendo la delega. Non è casuale che su oltre 100 gruppi nazionali, centinaia di comuni presidiati da volontari locali che hanno aderito a gruppi WhatsApp, impegnati a segnalare movimenti o questioni inerenti la regolarità del vivere civile e la sicurezza, non vi sia una amministrazione comunale, neppure una, che abbia dato la sua adesione e promosso il gruppo. Si vada a vedere il sito (VEDI) con l’elenco dei comuni presidiati e dei gruppi aderenti.

Controllo del Vicinato ha in questi giorni registrato un’accoglienza generale, in tutt’Italia i Cittadini sembrano essersi svegliati d’un colpo; scoperta la novità si stanno diffondendo a macchia d’olio. Basti vedere gli articoli emersi in questi ultimi quindici giorni, in tutt’Italia i Cittadini si organizzano e registrano orgogliosi i primi successi con i malintenzionati colti in flagrante (VEDI). In qualche raro caso con l’approvazione del comando vigili. Le amministrazioni sonnecchiano.

La prospettiva di una vita partecipata e diretta, il percorso verso movimenti e partiti più leggeri, meno strutturati, meno di mestiere, che rispondono a Comunità partecipi e man mano sempre più competenti, è nelle cose. Non tenerne conto, assumere un atteggiamento ostile o anche indifferente, non aiuta i partiti e la politica  a rinnovarsi, a riprendere credibilità e rapporti con i Cittadini. Eppure sanno benissimo di quanto sia necessario.

CITTADINI! ADERIAMO NUMEROSI

CONTROLLO DEL VICINATO NON COSTA NULLA

AIUTA NOI STESSI E I NOSTRI VICINI

NEL PREVENIRE FURTI, SCHIPPI, IRREGOLARITA’

FACCIAMO BUCCINASCO SICURA

Tag: , , , ,

  1. #1 scritto da Islero il 12 luglio 2015 21:15

    Una città sotto assedio,

    Anche oggi ci si sveglia, dopo una notte agitata dalle solite strilla e schiamazzi accompagnate dai suoni pungenti di alcuni antifurti.
    Che cosa sarà accaduto, a chi sarà toccato, speriamo siano lontani da casa mia….
    è questo che si pensa ogni mattina all’ apertura del gruppo di “sei di Buccinasco se”, e ci si rende conto di un vero e proprio bollettino di guerra.

    Da una parte i Cittadini che si muovono, si organizzano per poter riprendere il controllo della loro città, controllo che dall’altra parte, l’amministrazione comunale, sembra ormai perso, che non solo si “pavoneggia” su iniziative dei liberi cittadini, facendosene un vanto non meritato, ma addirittura deride ogni operazione rivolta al rafforzamento della presenza sul territorio delle forze dell’ordine, anche attraverso la raccolta delle firme per una nuova e “dignitosa” caserma dei Carabinieri.

    Comportandosi in modo irrispettoso verso tutti gli individui che si impegnano più volte alla settimana alla raccolta delle firme su questa proposta, invece di incentivare la coesione….
    E si nota netta la percezione della poca è inadeguata sicurezza sul territorio rispetto anni addietro e proprio in concomitanza della presenza di Jack alla carica di protempore.
    Potrebbe sembrare un caso, sicuramente supportato dalla situazione economica europea, ma politiche dirette ad impegni verso questi indirizzi mancano,
    non se ne vede neanche l’ombra,
    un amministrazione assente,
    forse le risorse economiche sono dirottate ad usi diversi,
    un contributo li, o qui, un patrocinio la…,

    Ancora oggi Jack si dimostra nuovamente un protempore inadeguato!
    Cosa ci aspetterà stanotte?
    Notte Jack …

    RE Q
  2. #2 scritto da Saccavini il 12 luglio 2015 23:04

    Bentrovato Islero,

    forse sarà il caldo, forse la fretta, forse la disattenzione, ma, proprio ora che si sta preparando l’articolo di domani, l’argomento ce lo anticipi.

    ecco cosa scrive il Consigliere capogruppo del PD in Buccinasco Informazioni:

    La sicurezza sembra essere il nuovo campo di battaglia dell’opposizione chiacchierona, incapace di entrare nel merito; non studiano, non ci mettono la testa, non partoriscono progetti sensati e fattibili: ridicola la richiesta di firme per una nuova caserma dei Carabinieri.
    Ma di quelle firme è giusto che l’amministrazione tenga molto seriamente conto perché anche se strumentalizzate e “guidate” sul binario morto di percorsi impraticabili, esprimono un bisogno reale a cui, per quanto gli compete, il Comune può dare qualche risposta.

    Ci stiamo lavorando, noi seriamente; a breve una azione per la sicurezza fattibile.

    Sono lì da tre anni compiuti, non hanno fatto nulla, irridono i Cittadini che si preoccupano e …

    “ci stiamo lavorando, noi seriamente”

    loro seriamente dopo il nulla di tre anni, dopo aver rifiutato pervicacemente di affrontare la questione?

    Neanche il Cittadino più pacifico e ben disposto può ritenere credibili queste affrmazioni…

    buona serata

    RE Q
  3. #3 scritto da Paola il 12 luglio 2015 23:50

    Basta con le scuse, non si può in tre anni non aver combinato nulla!

    Anzi magari si fossero limitati, in alcuni caso dove sono intervenuti sono stati solo fatti dei grandi danni a tutta la cittadinanza.

    Qualsiasi cosa si affronti non vogliono il confronto, e molte volte sono sempre gli altri a sbagliare.

    Per loro siamo tutti degli idioti, ma fortunatamente non siamo politici della loro elevatezza.

    RE Q

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth