Cambia il sito del Comune: lo stile purtroppo è quello di prima

Con Luglio il sito del comune e cambiato e ce ne informa l’ufficio stampa del Sindaco, che sottolinea la novità e soprattutto la volontà di confrontarsi con i Cittadini attraverso il sito fb del comune. Che ci si può confrontare, che sarà l’ufficio stampa a dare le risposte a tutti; che gli amministratori non possono interloquire con i Cittadini perché è stato loro impedito l’accesso (bannati, si dice).

Cliccando mi piace sulla fanpage del Comune di Buccinasco si ha la possibilità di sapere tutto sul Comune: lì postiamo volantini, comunicati, avvisi, foto, video. E’ il canale UFFICIALE dell’Amministrazione su Facebook e chiunque può scrivere, segnalare, porre domande, chiedere chiarimenti e anche avanzare critiche, ricevendo risposte. Solitamente posto link e manifesti anche in altri gruppi che riguardano Buccinasco. Non in Sei di Buccinasco se… perché, d’accordo con l’Amministrazione di cui sono portavoce, non lo ritengo un luogo dove poter dialogare. Gli attacchi al Comune sono quotidiani ma non è questo il punto, il punto è la strumentalizzazione e soprattutto l’impossibilità di rispondere da parte di chi viene attaccato: io posso rispondere al posto loro se mi delegano in quanto a loro è vietato accedere al gruppo.

Un invito che accoglieremmo volentieri: vorrebbe apparire un cambio di mentalità dopo la famigerata intimazione a Coalizione Civica di prendere le distanze da Città Ideale, firmata da tutte le liste della maggioranza: un tentativo di ostracismo che non ha avuto successo.  Hanno vinto invece i rilievi e le denunce ripetute sull’amministrazione silente riguardo agli argomenti e i documentati rilievi di Città Ideale sulle non poche decisioni non regolari, sull’oscurità dell’agire, sui  comunicati autocelebrativi.

Che vi sia un cambio di passo, una visione più aperta verso la Comunità, le sue diverse manifestazioni e  comunicazioni legittime? Città Ideale lo spera, ma fino ad ora: non leggiamo il luogo ove comunicare e confrontarci con l’ufficio stampa (che non dovrebbe essere sottoposto a condizione alcuna): è cosa dei Cittadini e i Cittadini devono averne il libero accesso e uso.

Vediamo invece sul sito nuovo, appena uscito, il vicesindaco che se ne esce con il solito comunicato intriso di imprecisioni, errori e parzialità, condito da accuse per i Cittadini che si interessano della vita locale: definiti  sempre incapaci e ignoranti. Ritiene di possedere l’esclusiva della amministrazione capace e competente.

Parla della sicurezza il vicesindaco, dimenticandosi del problema originale: nel 2005 la soluzione proposta dalla giunta di cui faceva parte con l’attuale Sindaco, verso l’arma dei carabinieri fu: l’attuale sede è soluzione provvisoria cui farà seguito la costruzione di una caserma vera e propria. Non se ne è fatto più nulla, i carabinieri attendono, e lui sostiene:

Preciso che nel 2014 l’Amministrazione ha speso oltre 60mila euro per l’odierna caserma e già lo scorso novembre abbiamo iniziato a pensare a soluzioni per il benessere dei carabinieri: nel 2016, come già comunicato per iscritto al Comando di Buccinasco e Corsico, saranno effettuati interventi a questo scopo. I progettisti stanno valutando tutte le opzioni possibili per scegliere la più idonea…. Voglio ricordare ai cittadini che con una nuova caserma non è automatico che ci siano più carabinieri a disposizione: per aumentare l’organico, come chiediamo da anni, è necessario sottostare a norme ben precise e il Comune non può fare nulla di propria iniziativa per incrementare le forze dell’ordine».

Insomma, secondo il vicesindaco: fare la nuova caserma non serve a nulla. Chissà perché Assago, con una popolazione di neanche 8mila abitanti ha una caserma moderna e ben strutturata mentre a Buccinasco, con 20mila abitanti in più teniamo i carbinieri in uno scantinato: questo non lo spiega. Poi parla della sicurezza, e qui altre dichiarazioni simpatiche:

«Abbiamo 25 dispositivi attivi e stiamo procedendo affinché le telecamere private possano utilizzare la nostra rete wifi, una volta potenziata, ottenendo così un maggiore controllo con una convenzione agevolata. In più, pur avendo pochi agenti della polizia locale, riusciamo a coprire 25 domeniche e alcune sere, pagando lo straordinario, così come disposto dalle norme vigenti».

Che i vigili facciano gli straordinari notturni i mesi estivi è una notizia. Che siano sotto organico è una colpa di questa amministrazione. Che 25 telecamere siano attive lo spieghi ai carabinieri ai quali risulterebbe che non funzionano. Che non c’è il tempo e le risorse per fare le verifiche.  Ma c’è di più: l’amministrazione non assume vigili (sotto organico) ma si propone di fare un bel contratto con la vigilanza privata:

“Contrariamente a quanto vogliono far credere, tutti noi vogliamo una Buccinasco sicura ma a differenza di chi riesce solo a puntare il dito senza proporre soluzioni, proviamo a essere realistici. Stiamo lavorando per stipulare una convenzione con la vigilanza privata e continuiamo a incoraggiare una rete di aiuto con i Comuni limitrofi. Siamo vicini ai cittadini e lo dimostriamo con progetti concreti, non con sparate demagogiche che non restituiscono soluzioni», conclude il vice sindaco.

Circa le sprezzanti e offensive dichiarazioni verso i Cittadini (cui invece è tenuto a rispondere per dovere e dai quali riceve il compenso per il suo incarico), non è il caso di commentare. Lasciamo ai lettori, ai Cittadini, esprimere la loro valutazione sullo stile e il comportamento verso i suoi referenti, verso i suoi azionisti.

Tag: ,

I Commenti sono chiusi.


SetPageWidth